Magazine - Fine Living People
Society

Society - 18/12/2017

My Private Room con Ciro Torlo, il “nuovo dio” del fashion system americano

L'attore e modello napoletano è stato ritratto in una copertina di un importante magazine americano. Scatti realizzati da un famoso fotografo Kemuel Valdes. Oggi da Miami risponde alle nostre domande per lo shooting che vi mostriamo in anteprima.

Ciro Torlo è un uomo nuovo da quando la sua carriera è decollata negli State . Il modello e attore trentenne di Torre del Greco (Napoli) è stato lanciato nel 2011 dalla vincita a Mister Italia, ma si è subito distinto oltre che per la sua prestanza fisica, anche per una forte personalità e sensibilità artistica. “Fare belle foto non basta – ci dice appena alzato nella sua Miami, città che lo ha adottato  – ci vuole la testa e lo spirito giusto”.

ciro torlo the way magazine shooting (2)

E ultimamente questo inedito spirito provocatorio Ciro lo sta mettendo nei suoi progetti. La sua innata fascinazione per l’ambito recitativo lo porta a impersonare figure dal magnetismo indiscutibile. È stato paragonato ad un dio della bellezza (Les nouveaux dieux» di OhlalaMag, il suo recente photoshoot) ed oggi per noi è protagonista di My Private Room, una storia che vi presentiamo con foto inedite, scattate dallo stesso Kemuel Valdes. Scopriamo cosa fa uno degli uomini più belli d’Italia appena sveglio a casa sua nella città più cool d’America in questo momento, Miami.

Ciro, la prima cosa a cui pensi quando apri gli occhi a Miami?

Che sono fortunato, anche se questa mia fortuna è stata ricercata, non una di quelle che ti vengono regalate insomma. Mi sveglio sempre con una gran carica, Miami ha un energia per me particolare che influisce molto sul mio stato d’animo, sono positivo .

Svelaci la tua routine di bellezza che segui al mattino.

Non faccio grandi cose oltre che esser costretto a pettinarmi i capelli e la barba, se proprio ho dei meeting, altrimenti selvaggio, mi dò una rinfrescata e penso a prepararmi una deliziosa colazione. Cibarsi bene è fonte di bellezza.

Com’è l’indomani di una notte trasgressiva?O di passione?

Non fatevi tante idee strane…sono una persona che tiene molto alla propria balance e su molti aspetti estremante semplice. Non muovo un passo senza un buon caffè, ristretto, italiano, preparato da me. Poi uno sguardo alle mail. Giro molto in bici, con un look easy, sportivo, con me sempre zaino in spalla e equipment per il workout e la spiaggia.

ciro torlo the way magazine shooting (9)

È più privato il sogno o l’ambiente dove vivi?

Credo l’ambiente dove vivo, perché parlo con piacere dei miei sogni, di quello che faccio e delle mie ambizioni  Mentre di meno tengo a mostrare la mia intimità, i miei spazi, perché in quelli mi sento riparato, al sicuro .

Cosa indossi quando dormi e cosa ti piace indossare in casa prima di uscire?

Date le temperature dormo con meno cose possibili, dei boxer il più delle volte, sono comodi. Oppure passo la maggior parte del tempo in comodi pantaloncini e ciabatte. Un outfit normale per chi vive in Florida.

ciro torlo the way magazine shooting (3)

Come hai arredato la tua casa di Miami? 

Consapevole del fatto che amo viaggiare e che questo lavoro per fortuna mi permette di farlo, non mi impegno molto per gli arredi, pretendo le comodità, vivo sempre molto da gitano e non ho ancora un posto preciso che sento di chiamare casa. Anche se vivo da tre anni a Miami .

Cosa non doveva mancare nella tua nuova casa americana?

Un letto comodo, un armadio grande. Amo gli spazi luminosi e i bagni grossi .

Cosa ti piace fare più in casa quando sei da solo? E in compagnia?

Ascolto molta musica, sempre. Oppure guardo una serie tv, leggo. Queste cose mi aiutano e mi hanno aiutato molto per la conoscenza e padronanza della lingua inglese e le faccio anche quando sono in compagnia, condivido le mie scelte.

ciro torlo the way magazine shooting (4)

Pensi mai alle differenze o punti di incontro tra il mare della Florida e quello di Napoli?

Sono due mondi diversi. Per me Napoli è amore, mentre il resto del mondo come Miami, sono un bel paesaggio.

Hai lavorato con Kemuel che è uno dei ritrattisti di bellezze maschili più hot del momento. Cosa ti ha detto suggerito per lo shooting?

Ci siamo conosciuti su di un set, eravamo più modelli per uno shooting scelti da un brand americano. Dopo 10 minuti di conversazione mentre aspettavamo tutti di iniziare, mi disse: “Ciro sei troppo simpatico, voglio che io e te diventiamo amici”. Quindi da subito abbiamo affrontato il lavoro con estremo piacere e divertimento. Ed è stato per me facile lavorarci e fidarmi di una persona così semplice e professionale.

ciro torlo the way magazine shooting (5)

 Che cosa ti piace di lui? Che cosa piace a lui di te?

Senza ripetermi credo lo spirito, la semplicità, la sua umiltà e carica positiva. È una persona estremamente ottimista e di gran gusto. Un artista. Di me credo lui apprezzi allo stesso modo il mio essere ironico, leggero, divertente, di sicuro anche la mia fisicità e la passione che uso insieme a lui affinché escano fuori ottimi risultati.

Com’è la vita professionale a Miami? Cosa ti eccita di più?

Lo studio. Da quando ho ricominciato a studiare cinema mi sento molto meglio rispetto all’inizio quando ero distratto da molte cose che non mi davano la giusta serenità, complicazioni ad esempio burocratiche. Ho fatto grandi sacrifici per sopravvivere inizialmente, portavo avanti solo la carriera come modello e questo non mi piaceva perché avevo scelto gli States per il grande cinema le grandi occasioni. Questo mi eccita, il domani . E sono convinto che questi grandi sacrifici saranno ripagati . I deserve it!

Come percepiscono la tua bellezza mediterranea in America?

Qualche mese fa, senza barba avevo molti più spazi, più casting, più  commercial, più lavori . È stata una mia scelta quella di tenere la barba e lasciar crescere i capelli. Come ho detto non ho interesse solo per la moda, mi piaccio così e ad oggi ho solo avuto belle soddisfazioni.

Sei stato nei party o nelle iniziative di Art Basel? 

Ogni anno non vedo l’ora. Miami accoglie manifestazioni e da spazio a tantissimi artisti. Ci sono sempre eventi anche oltre Art Basel, ci sono zone completamente dedicate all’arte dove si possono osservare gallerie completamente gratis e degustazioni. Party all day all night anche se non sono un amante della vita notturna, insomma non un clubber.

Cosa fai nel tempo libero?

Vado spesso all’arena America Airline , per una disputa dei Miami Heat o per dei concerti. Seguo degli artisti e quando posso vado volentieri a vederli dal vivo. Ultimante mi è capitato di vedere Lenny Kravitz e Snoop Dogg, Coldplay, Ed Sheeran.

Un augurio per il 2018?

Il 2018 sarà un anno di grandi rivelazioni e successi, per me e mi auguro per tutti voi!

Fotoservizio concesso da Ciro Torlo a The Way Magazine: Kemuel Valdes
valdesarthouse.com instagram.com/valdesarthouse



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Travel - 05/06/2018

Hotel San Firenze Suites & SPA, il benessere in privato

Firenze è la città per antonomasia di arte, cultura e all’estero è spesso associata alla dolce [...]

Luxury - 29/06/2018

Il “Wild Pop” dei Duran Duran per Bulgari

Una passerella chilometrica, un mausoleo temporaneo di ricchezza e glamour in mezzo a quel gioiello [...]

Society - 12/05/2016

Daniele Bossari: “A casa mia sono io il sommelier della musica”

Daniele Bossari è una delle celebrità televisive più atipiche che ci sia capitato di incontrare. [...]

Top