Magazine - Fine Living People
Society

Society - 23/06/2018

Nasce il Club della Creatività “Made in Lazio”

Cronaca di una cena riservata dove imprenditori e creativi hanno gettato le basi per la promozione comune. Da Roma al mondo.

Entrando nel rigoroso e lineare palazzo del Salone delle Fontane, dall’architettura tipicamente razionalista degli anni 30 del quartiere EUR di Roma, si respira tutto ciò che il “Club della creatività” vuole esprimere: un ambiente ascetico, una nuvola bianca creata dagli abiti esposti, vere  opere d’arte, che ondeggiavano sospesi nel vuoto o che sembravano ri-nascere dalla terra, sapientemente esposti all’ingresso dell’edificio.

Da sinistra, lo stilista Guillermo Mariotto, il Nicola Zingaretti è un politico italiano, Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e Stefano Dominella, presidente della Sezione Tessile, Abbigliamento, Moda ed Accessori di Unindustria che ha promosso il progetto Club della Creatività.

Nasce sotto i migliori auspici il  Club della Creatività “Made in Lazio” per affiancare e sostenere la crescita imprenditoriale dei tanti giovani talenti emergenti dell’Industria Creativa regionale.

Da secoli in Italia migliaia di studenti italiani e stranieri, provenienti da ogni parte del mondo, scelgono di imparare un mestiere nei settori moda, arte, grafica, design ecc sostenuti da tradizioni ed artigianalità e circondati da arte e cultura. E poi? “Troppo spesso i talenti emergenti, usciti dalla accademie e dalle università sono costretti ad andare all’estero alla ricerca di ambienti più idonei dove fare impresa”, denuncia Stefano Dominella presidente della Sezione Tessile, Abbigliamento, Moda ed Accessori di Unindustria che ha promosso il progetto del “Club”  insieme al Vice Presidente dell’associazione Giampaolo Letta, presidente del Comitato Tecnico Turismo ed Industria Creativa. Spiega Dominella: “Attraverso il “Club della Creatività”, vogliamo dare loro supporto, affinché riescano ad esprimersi ed a creare valore per il nostro territorio nei settori fashion, design, comunicazione, cinema, multimedia, musica, advertising. Vogliamo selezionare e sostenere il talento e la giovane creatività “Made in Lazio”, per raccontare e promuovere nel mondo una nuova essenza dell’italianità dove Diversità, Innovazione e Capacità Creativa si uniscono all’Intelligenza e al Sapere dell’Industria per creare un territorio che non conosce confini, specchio dalle mille opportunità. L’obiettivo è quello di valorizzare le giovani eccellenze italiane puntando sulla cultura del “bello e ben fatto”, rivolta anche ad un pubblico internazionale”.

In quest’occasione gli otto stilisti del “Club” che hanno presentato alla platea le loro creazioni di abiti femminili sono stati Tiziano Guardini, pluripremiato eco-designer romano che si è aggiudicato l’ambito premio “Franca Sozzani GCC Award for Best Emerging Designer”, Italo Marseglia, che ha scelto Roma per la sua formazione moda ma che realizza tutti i suoi capi nei piccoli laboratori sartoriali nel sud Italia dove è nato,  Ivan Donev, bulgaro che ha scelto Roma per vivere e formarsi e che oggi presenta le sue collezioni d’alta moda in tutto il mondo, la coppia di designer Gentile Catone, alla loro prima collezione, Andrea Lambiase, che oltre a disegnare la sua linea lavora per Iris van Herpen,  Santo Costanzo, che porta avanti il suo atelier e insegna nelle accademie di moda e Christian Luongo.  L’unica a presentare una collezione da uomo è stata Natalia Rinaldi.

Ciascun designer ha presentato una capsule di 6 look in tre momenti moda. Durante l’aperitivo, in cui venivano serviti esclusivamente prodotti tipici della regione Lazio, gli ospiti, incuriositi, “sbirciavano” le creazioni proposte, “celate” da un velo di tulle e illuminate in controluce. Solo quando sono stati invitati ad entrare nella sala dove si è svolta la cena hanno potuto godere a pieno delle creazioni, non più velate ma esposte in tutto il loro magnifico splendore. Molte delle signore presenti hanno dimostrato interesse lasciando presagire un roseo futuro per questi brand. Ci auguriamo che il Club della Creatività riesca ad attuare e realizzare le azioni necessarie al sostegno di altri numerosi giovani creativi.

 



Camilla Di Biagio
The Way Magazine ha un occhio sulla "grande bellezza" di Roma (e non solo) grazie a Camilla. Sempre attratta dal fashion world lo vive sin da giovanissima. Se tre è il numero perfetto, la perfezione nasce dal connubio moda, musica, spettacolo. Fashion designer, fashion stylist ed event planner, si dedica alla scoperta ed alla formazione di giovani creativi, preferendo il dietro le quinte alle luci della ribalta. Dopo una lunga stagione dedicata alla produzione e all'allestimento di sfilate (Milano Moda, Alta Roma) e alle mostre d'arte, ora affianca alla sua professione anche l'insegnamento allo Ied di Firenze.
Travel - 29/11/2016

Mercatini di Natale mediterranei: in Puglia festa a Borgo Egnazia

I Mercatini di Natale arrivano a Borgo Egnazia, a Savelletri di Fasano, il meraviglioso luogo di vac [...]

Fashion - 10/03/2018

Mr. Boho, foto d’occhiale che punta all’estate

MR.BOHO è un brand spagnolo di accessori, nato nel 2012 grazie alla creatività e all'entusiasmo di [...]

Fashion - 07/02/2018

Puma sceglie Lewis Hamilton per la campagna 24/7

In una società così dinamica come la nostra, gli uomini non si allenano solo in palestra: ogni occ [...]

Top