Magazine - Fine Living People
Society

Society - 20/02/2018

Playboy Magazine con Marilyn e Natasha Kinski col serpente all’asta erotica di Sotheby’s

L'erotismo vende. In tutte le epoche, Sotheby's lo dimostra. Con un'asta che ha battuto cifre da capogiro per statue e fotografie.

Il sesso vende, eccome, anche alle aste internazionali. Marilyn Monroe e Natasha Kinski sono due attrici di epoche diverse che questo mese hanno però stabilito record con le loro foto piccanti battute da Sotheby’s a Londra.

Marilyn Monroe sulla copertina del primo Playboy del dicembre 1953. Ma le foto sono di 4 anni prima.

Marilyn Monroe sulla copertina del primo Playboy del dicembre 1953. Ma le foto sono di 4 anni prima.

MAGAZINE – Ha un piccolo record per un giornale battuto all’asta: 4.500 euro per il primo numero di Playboy America del 1953 con una foto di Marilyn Monroe nuda. L’asta di Sotheby’s si chiamava Erotic: passion and desire e ha raccolto 89 opere d’arte di tuti i tempi con il tema del sesso ed erotismo.

Come vedete dalla copertina, il magazine uscito per la prima volta nel dicembre 1053 non aveva una copertina esplicita. Ma il poster centrale lo era. Lo shooting è entrato nella leggenda: era stato fatto dal fotografo Tom kelley che aveva pagato la modella sconosciuta Monroe 50 dollari nel 1949. Poi con passaggi di mano le foto erano finite sul tavolo di Hugh Hefner, il fondatore di Playboy che è morto l’anno scorso a 91 anni. Dettaglio: all’epoca dei primi numeri la protagonista del poster centrale non era chiamata ancora Playmate, ma con un più romantico Sweetheart of the month.

SERPENTE – Tanti altri pezzi venduti bene all’asta di Sotheby’s hanno fatto storia. Come i bronzi dello scultore italiano dell’800, Francesco Barzaghi. E poi c’è la foto di Richard Avedon che trovate in apertura, già battuta all’asta meno di 10 anni fa per 30mila sterline e ora comprata per 60mila. Si tratta di un’edizione limitata di uno scatto intitolato ‘Nastassja Kinski and the Serpent’ scattato a Los Angeles California, nel 1981 da Richard Avedon.

Le cose migliori succedono per caso, viene da dire. Se andate a prendervi il numero di Vogue in cui era custodito lo shoot non vi colpirà, normali foto di moda. Poi il genio di Polly Mellen, la stylist del periodico americano, fece il miracolo. “C’è qualcosa che ti piace?” chiese durante gli scatti all’attrice tedesca che era diventata un sex smbol anche grazie ai film di Roman Polanski. E lei: “Sì, i serpenti”. “Faresti uno scatto con un serpente nuda?”. “Perché no, certo”. Arrivò il serpente sul set e le baciò nell’orecchio.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 23/03/2017

Dolpi l’occhiale made in Dolomiti: il legno prezioso da indossare

Le Dolomiti non sono solo un patrimonio mondiale dello sport e dell'escursionismo. Sono anche lo sce [...]

Travel - 07/11/2017

Golose terre di (non) confine

Quel tratto di strada che dalla Pianura Padana arriva al Mar Ligure. Scrivia, Gavi e passo dei Giovi [...]

Society - 17/03/2017

A Il Bello del Mattone c’è anche The Way Magazine

Il mattone e la domotica. Un connubio vincente? Se ne parlerà su 7Gold, domenica 19 marzo alle 18.4 [...]

Top