Magazine - Fine Living People
18/11/2018 - “Sotto la pelle del progetto” – Redesco a Bookcity Milano
Society

Society - 13/04/2018

Verso la finale di SanNoLo 2018 – I giovani presentatori che gridano “Uno su mille ce la fa”

Vincenzo, Ileana e Anna Buffa: un futuro nel mondo dello spettacolo? Per ora sono le vedette assistenti di SanNoLo 2018 e hanno conquistato il pubblico.

In questi gironi di SanNoLo, il Festival semiserio della canzone di NoLo a Milano, abbiamo imparato a conoscere gli aiutanti alla conduzione di Rovyna Riot e Lorenzo Campagnari. A far da contorno simpatico e (s)composto alla conduzione di due mostri sacri dei palchi dello showbiz globale, Anna Buffa, Vincenzo Salsano e Ileana Indolfi.

Anna Buffa nella vita fa la food entertainer e conduce Buffa Quanto Basta su Radio NoLo. Ma grazie a un’intuizione di Rovyna Riot ha messo a disposizione del suo quartiere la conoscenza della cultura polacca. Anna infatti, come si evince dal suo straordinario sex appeal, è un incontro di bellezza siculo-prussiana. Sul palco del cinema Beltrade a NoLo si occupa dei collegamenti con la cittadina polacca gemellata con NoLo, Kozia Wolka.

Vincenzo Salsano ogni giorno è un composto colletto bianco, mentre a SanNoLo ha preso il ruolo di stagista del mondo dello spettacolo. “Io sono davvero così” dice dietro le quinte.

Ileana Indolfi da quando esiste il social district su Facebook dedicato a NoLo è probabilmente il personaggio più conosciuto. Pugliese di origine, sempre pronta a farsi in quattro per gli altri, vede la sua benevola magnanimità non ricompensata dal popolo dei noler. L’unica ricerca che fa affannosamente per se stessa, trovare un fidanzato, si scontra con la presenza massiccia della lobby gay nel quartiere. Ecco cosa ci hanno detto i tre co-conduttori di SanNoLo 2018 prima di andare in scena per l’ultima sera.

– La vostra canzone preferita di Sanremo?

Vincenzo: UOMINI SOLI DEI POOH

Anna: FELICITÀ, IN POLONIA VA TANTISSIMO

Ileana: TANTISSIME, LUCE (voleva dire Luce Tramonti a Nord Est di Elisa), GLI UOMINI (voleva dire GLI UOMINI NON CAMBIANO di Mia Martini), VECCHIO (Voleva dire Spalle Al Muro di Renato Zero).

La preferita di SanNolo?

Vincenzo: NATURALMENTE QUELLA CHE VINCERÀ QUEST’ANNO

Anna: QUELLE DI MARCHETTINI E ZUIN (PERCHE’ LE PRESENTO IO…)

Ileana: OTTOBRE di MARTE

La preferita di Castrocaro?

Vincenzo: “DAGLIE DE TACCO DAGLIE DE PUNTA QUANTO È BONA LA SORA ASSUNTA”

Anna: NOSTALGIA (IN POLONIA VA FORTISSIMO)

Ileana: “CHIARALUCE AL BUIO”

Un ricordo della prima edizione di SanNoLo: dove eravate cosa facevate quando ha vinto Rovyna Riot?

Vincenzo: IO MI SONO TRASFERITO A MILANO IL GIORNO DOPO LA SUA VITTORIA…VOLEVO VIVERE VICINO CASA SUA, VOLEVO RESPIRARE LA SUA STESSA ARIA, VOLEVO POTERLA INCONTRARE OGNI GIORNO.

Anna: MUNGEVO MUCCA KASIA

Ileana: LA VALLETTA CHE CERCAVA MARITO.

Un pensiero per la prossima canzone vincitrice: cosa suggerite di fare il giorno dopo la vittoria?

Vincenzo: OVVIAMENTE ANDARE AL DOPO SAN NOLO!

Anna: PRENOTARE BIGLIETTO PER KOZIA WOLKA. IO FACCIO GUIDA TURISTICA

Ileana: SCAPPARE CON IL BOTTINO A ISOLA

Il vostro rito scaramantico dietro il palco?

Vincenzo: PERCHÉ SARÒ DIETRO IL PALCO? VOGLIO STARCI SOPRA.

Anna: WODKA ZUBROWKA E “trunf trunf misia bela misia kasia konfacela misia a misia be misia kasia konfacè”

Ileana: MI AGGIUSTO LE MUTANDE, SE LE PORTO

Il vostro saluto personale al vostro pubblico

Vincenzo: NOI ABBIAMO UNA CANZONE COME MOTTO/SALUTO… UNO SU MILLE CE LA FA…

Anna: POZDRAWIAMY!

Ileana: UAGNUN ADDO’ LA CAPAGIRA!

La vostra idea di nuova sessualità che emergerà dal festival?

Vincenzo: NUOVA? ESISTE UNA NUOVA SESSUALITÀ?

Anna: BURDEL (CHE IN POLACCO SIGNIFICARE GRANDE CONFUSIONE)

Ileana: MISTA COME L’INSALATA, MAGARI SUCCEDE QUALCOSA

Photocredit per immagini di apertura: Photo NoLo.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Society - 17/05/2017

Massimo Wertmüller: “Nel film Orecchie l’incomunicabilità dei tempi moderni”

Una mattina un uomo si sveglia con un fastidioso fischio alle orecchie e come se non bastasse, a rov [...]

Leisure - 10/11/2018

Benin dimenticato, l’Africa che tocca il cuore nelle foto di Gabriele Zago

"Un'esperienza unica" la definisce lui, Gabriele Zago, il fotoreporter che ieri ha inaugurato la sua [...]

Society - 03/03/2018

Pensieri incontenibili, le lettere di Frida Khalo

Al Mudec di Milano, fino al 3 giugno si può visitare una mostra emozionante che celebra la grandiss [...]

Top