Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 23/07/2019
CHIUDE OGGI

10 anni di live music a Firenze in una mostra


Oggi, 23 luglio 2019, è l’ultimo giorno della mostra a Firenze Mostra fotografica a ingresso libero “Immagini dagli archivi di New Press Photo, Tania Bucci e Marco Borrelli (Istituto degli Innocenti – sala Bookshop – Piazza della Santissima Annunziata, 13 – Firenze. Per gli spettatori di Musart Festival, nei giorni degli spettacoli, orario 20/21)

L’indimenticabile concerto di Bruce Springsteen allo stadio Franchi. Muse e Radiohead al piazzale Michelangelo, i Sigur Ros al Giardino di Boboli e Sting al Parco delle Cascine. Ma anche Lucio Dalla che suona sul Ponte Vecchio, Patti Smith per le strade del centro, Capossela alla Galleria dell’Accademia, davanti al David di Michelangelo.

I grandi concerti fiorentini rivivono nella mostra “Because the Night” da sabato 13 a martedì 23 luglio all’Istituto degli Innocenti, in piazza della Santissima Annunziata a Firenze, nell’ambito del Musart Festival 2019.

A cura di Edoardo Zucchetti, la quarta edizione di “Because the Night” propone 50 scatti, gigantografie, poster, video originali e materiali promozionali di indimenticabili eventi musicali svoltisi a Firenze nel decennio 2000/2009. Le immagini sono tratte dagli archivi dell’agenzia New Press Photo e dei fotografi Tania Bucci e Marco Borrelli.

Si va dal concerto di Sting alle Cascine che inaugurò l’Estate fiorentina 2000, al live di Patti Smith in piazza Santa Croce del 2009 per il trentennale del suo concerto allo stadio Franchi.

Si potrà visitare la mostra “Because the Night” dalle ore 10 alle 19, ingresso libero. Per gli spettatori di Musart Festival, la mostra è aperta anche dalle ore 20 alle 21, nei giorni degli spettacoli, sempre a ingresso libero.

Su richiesta sono disponibili altre immagini della mostra.

MUSART FESTIVAL – In programma dal 13 al 23 luglio in piazza della Santissima Annunziata a Firenze, Musart Festival abbina i grandi nomi dello spettacolo a un ricco programma di incontri, visite a luoghi d’arte, mostre, docu-film a ingresso gratuito.

Protagonisti di questa quarta edizione sono l’etoile Roberto Bolle (13 luglio), la leggenda della musica brasiliana Caetano Veloso (19 luglio), il cantautore Francesco De Gregori con un ensemble di 40 elementi, Gnu Quartet e la sua band (16 luglio), l’ex Genesis Steve Hackett (18 luglio). E ancora, Nicola Piovani con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino (15 luglio), il pop celtico di Loreena Mckennitt (20 luglio), la straordinaria reunion del Perigeo (23 luglio), le musiche della saga Il Trono di Spade interpretate dall’Ensemble Symphony Orchestra (22 luglio), classici del rock in versione sinfonica con Orchestra della Toscana e Prague Philharmonic Orchestra (17 luglio), il concerto all’alba di Danilo Rea (24 luglio).

Musart Festival 2019 è prodotto da associazione culturale Musart in co-organizzazione con Istituto degli Innocenti. È realizzato con il contributo di Comune di Firenze/Estate Fiorentina, Città Metropolitana di Firenze, Toscana Promozione Turistica, Fondazione CR Firenze. E’ sostenuto da Toscana Aeroporti, Publiacqua, Unicredit, Firenze Parcheggi, Unicoop Firenze, Findomestic, Sammontana, Ruffino, Prinz, Birra Messina. Media partners Sky Arte e Radio Capital. Si avvale dei partners Trenitalia, Destination Florence. In collaborazione con Istituto Geografico Italiano e Università degli Studi di Firenze.

Alcuni dei concerti da cui sono tratte le foto
Sting – Parco delle Cascine – 19 maggio 2000
Elton John – Palasport Firenze – 27 novembre 2000
Luna Pop – Palasport Firenze – 28 novembre 2000
Green Day – Palasport Firenze – 02 dicembre 2000
883 – Palasport Firenze – 07 dicembre 2001
Fiorella Mannoia – Pino Daniele – Francesco De Gregori – Ron – Stadio Franchi – 24 luglio 2002
Bruce Springsteen – Stadio Franchi – 03 giugno 2003
Muse – Saschall – 28 ottobre 2003
Piero Pelù – Saschall – 10 novembre 2003
Peter Gabriel – Palasport Firenze – 12 maggio 2003
Radiohoead – Piazzale Michelangelo – 8 luglio 2003
Ennio Morricone – Mandela Forum – 14 maggio 2005
Lenny Kravitz – Mandela Forum – 04 giugno 2005
Robert Plant – Mandela Forum – 02 dicembre 2005
Michael Bublè – Mandela Forum – 27 ottobre 2007
Vinicio Capossella con Mario Brunello – Galleria dell’Accademia – 14 maggio 2007
Sting – Teatro Verdi – 21 febbraio 2007
Vasco Rossi – Stadio Franchi – 11 settembre 2007
Jovanotti – Mandela Forum – 12 maggio 2008
Burt Bacharach – Teatro Verdi – 27 ottobre 2008
Nick Cave – Villa Solaria – 30 maggio 2008
Lucio Dalla “Cellini” – Ponte Vecchio – 15 maggio 2008
Ligabue – Stadio Franchi – 09 luglio 2008
Sigur Ros – Giardino di Boboli – 11 luglio 2008
Zucchero – Mandela Forum – 15 dicembre 2008
Oasis – Mandela Forum – 24 febbraio 2006
Charles Aznavour – Teatro Verdi – 27 ottobre 2007
Patti Smith – strade, piazze, musei di Firenze – 07/11 settembre 2009
Moby – Saschall – 04 novembre 2009
Oasis – Mandela Forum – 24 febbraio 2009
Charles Aznavour – Teatro Comunale Firenze – 01 novembre 2009

Video
Springsteen – La folla fuori dall’Hotel in Piazza Repubblica
Vinicio Capossella con Mario Brunello – Galleria dell’Accademia
Lucio Dalla parla del concerto su Benvenuto Cellini – Intervista di Tobia Pescia – Per gentile
concessione di Fondazione Sistema Toscana
Patti Smith – I was in Florence – Varie incursioni in città
Altri video in fase di acquisizione e digitalizzazione.

Because the Night – Quarta parte – I grandi concerti 2000/2009
Presentazione di Claudio Bertini e Massimo Gramigni – Associazione Culturale Musart
Le fotografie in mostra in questa quarta ‘puntata’ di “Because the night” riguardano il periodo che va dal grande concerto di Sting alle Cascine (maggio 2000, inaugurazione dell’Estate fiorentina, con il prezzo del biglietto d’ingresso ancora in lire, 20.000) al live in
piazza Santa Croce di Patti Smith per il trentennale del concerto allo Stadio ( settembre 2009).
Prima di selezionare le fotografie avevamo in testa l’idea che sarebbero state meno interessanti di quelle delle precedenti edizioni. Forse per affezione agli anni precedenti o forse perché ci sembrava che fosse passato poco tempo per far scattare l’effetto sorpresa o peggio quello della nostalgia. Invece ci sbagliavamo, in quelle facce giovani, in certi vestiti e in certe scenografie si vede ancora il volto del secolo scorso. Si legge quel misto di improvvisazione e spregiudicatezza che oggi spesso manca a molti artisti che benché molto giovani si muovono sui binari del successo come veterani.
Nel decennio in questione si tengono gli ultimi appuntamenti fiorentini con artisti che avevano segnato le precedenti decadi (Giorgio Gaber al Teatro Puccini nel maggio 2001,
Francesco Guccini al Mandela Forum nel febbraio 2009…) e com’è naturale si affaccia alla
ribalta una nuova leva, destinata a conquistare le piazze e gli stadi nel decennio successivo, quello attuale. Scorrono sotto i nostri occhi le foto di un giovanissimo Cesare Cremonini (che rivedremo insieme a Tiziano Ferro nell’ Estate 2020 allo stadio) insieme a quelle dei Muse o dei Green Day alla loro prima apparizione fiorentina.
E’ il decennio nel quale si costruiscono nuovi locali per la musica, il Saschall, nato nel 2002 sulle ceneri del glorioso Teatro Tenda e il Viper, attivo dal 2007 nella periferia fiorentina e da subito divenuto polo d’attrazione di nuovi generi musicali. Ma è anche il periodo in cui altri spazi si aprono definitivamente ai concerti (Le Cascine, lo Stadio) e di luoghi monumentali che vedono brillanti stagioni ma che non avranno però la sperata continuità (Boboli, Piazzale Michelangelo). Da tutto questo nasce l’attuale vasta offerta di contenitori per la musica che per numero, complementarietà ed efficienza non ha uguali in Italia, almeno nelle città di dimensioni simili a quelle di Firenze.
Ma la fine del primo decennio segna anche l’arrivo in Italia delle multinazionali dello spettacolo. Un arrivo sottotraccia, i cui effetti si faranno vedere più marcatamente nel periodo attuale. Il mercato del live prende una forma più professionale, si va verso grandi concentrazioni, scompaio decine di agenzie medie e piccole ma aumenta il numero dei concerti su tutto il territorio nazionale. La musica pop, rock e d’autore diventa di gran lunga il segmento più importante dello spettacolo dal vivo, sopravanzando i generi che tradizionalmente avevano segnato la seconda metà del XX secolo e la vita delle precedenti generazioni: la musica classica, l’opera, la commedia musicale, il teatro di prosa, il jazz ecc…
Alle Cascine, il giorno del concerto di Sting c’erano Luca, Umberto e Marco di Press Photo, come sempre in prima fila a testimoniare la vita della città e quindi anche i grandi concerti. Il loro archivio è alla base di questa mostra, insieme al contributo di Tania Bucci e Marco Borrelli. Grazie a tutti loro, alla prossima edizione!

Claudio Bertini e Massimo Gramigni

Because the Night – quarta edizione
I grandi concerti a Firenze 2000/2009
Da sabato 13 a martedì 23 luglio 2019
Istituto degli Innocenti – Piazza della Santissima Annunziata, 13 – Firenze
Orario: 10/19 – ingresso libero
Per gli spettatori di Musart Festival, nei giorni degli spettacoli, orario 20/21



Travel - 06/03/2017

La nuova vita di Salo in Finlandia, da Nokia all’arte

Una vecchia stazione di locomotive ci attende a Salo, in Finlandia. Lì dentro si trovano bellezze a [...]

Fashion - 14/10/2017

Mauro Gasperi, geometrie e influssi acquatici nella sua moda

All'ultima Milano Fashion Week per la primavera/estate 2018 Mauro Gasperi ha riproposto il suo march [...]

Fashion - 11/09/2018

Il military chic per lei di Aeronautica Militare

Aeronautica Militare Woman per l'autunno inverno 2018/19 ha realizzato una collezione combattiva e g [...]

Top