Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 28/03/2017
INNOVAZIONE

Huawei diventa il cellulare della “bellezza”

La serata di lancio a Milano per

Un cellulare che si avvicina al mondo dell’arte e della musica in maniera inedita. Lo sta facendo la cinese Huawei che a Milano, con lo spettacolo della Co-Creation ideato al teatro Vetra da Punk For Business, ha riunito artisti e performers che per la prima volta si sono esibiti insieme.

Al teatro vetra di Milano il party di Huawei.

Al teatro vetra di Milano il party di Huawei.

Alex Neri, direttore artistico della serata, ha suonato con alcuni colleghi di estrazione diversa in un live-set che ha coinvoltoin maniera inedita Joan Thiele (una delle voci femminili più interessanti e misteriose del panorama italiano), Samuel (ai vertici di tutte le classifiche con il suo primo album da solista ‘Il codice della bellezza’, anticipato dalla hit sanremese ‘Vedrai’), Saturnino (poliedrico artista e bassista di Lorenzo Jovanotti) e la voce ipnotica di Dan Black, il vocalist più famoso del collettivo dei Planet Funk. Il finale con Who Said, il grande successo della band anglo-napoletana del 2002, ha travolto tutti. Un’occasione anche per ricordare il ritorno della band che in questi mesi è impegnata in un tour, Recall, con tutti i cantanti che ne hanno fatto parte.

La co-creation di Huawei sta facendo diventare il cellulare del brand il dispositivo della “bellezza”. La filosofia del lancio si è concretizzata anche nella proiezione di tutti i Ritratti Personali degli utenti e delle persone ‘normali’ che hanno caricato il proprio ritratto personale su scattopositvo.makeitpossible.me,visto che la novità più apprezzata del nuovo Huawei P10 è infatti la sua camera: è l’unico device in grado di ‘catturare’ il proprio ritratto personale grazie a 190 punti che compongono la propria unica identità visiva. Con l’hashtag #scattopositivo che il brand propone di fare al suo pubblico, la campagna andrà avanti in altre location.

In foto d’apertura da sinistra: Samuel, Dan Black, Joan Thiele (foto: The Way Magazine).

Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Trends - 05/07/2017

Gli anni 20 e la donna dal melancholic heart

La creatività di una lookmaker e il talento di una fotografa di moda danno vita al progetto Melanch [...]

Society - 20/12/2016

Toni Brancatisano da Snaidero per Mr Magic

Toni Brancatisano ha pazienza, ironia e grande forza comunicativa. Lo fa con i suoi preziosi oggetti [...]

Society - 23/06/2017

Pride Week a Roma: dentro il recital “A qualcuno piace Karma”

Ironia, divertimento e qualche spunto di riflessione nel recital "A qualcuno piace Karma", dei Karma [...]

Top