Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 15/11/2017
SCOPERTE

Le 50 invenzioni che hanno cambiato l’economia moderna

BookCity arriva tra gli studenti della Bocconi. Venerdì 17 novembre, alle ore 17,30 libreria Egea, ci sarà l’incontro organizzato per Bookcity università con Tim Harford per discutere di economia moderna.

Ci sono invenzioni che hanno cambiato l’economia moderna, dal diesel all’iPhone. In 50 cose che hanno fatto l’economia moderna (Egea 2017; 256 pagg.; 24 euro), Tim Hafford, economista e senior columnist del Financial Times, puntai riflettori sugli affascinanti aspetti del nostro sistema economico concentrandosi su 50 invenzioni – come la carta, il codice a barre, la proprietà intellettuale e la scrittura. Non importa il successo economico delle invenzioni, non si vuole tracciare una classifica ragionata – alcune invenzioni fondamentali mancano, infatti – ma mettere a fuoco un’invenzione e valutarne l’impatto che questa ha avuto sulle nostre vite.

Alcune scoperte sono di una semplicità disarmante, altre con il tempo sono diventate sofisticate o intramontabili, come il cemento. Altre sono astratte e intangibili. Certe, come l’iPhone, per dirne una, sono straordinariamente remunerative. Altre ancora, come il motore a diesel, inizialmente sono state fallimentari sotto il profilo commerciale.
L’invenzione che ha dato il calcio d’inizio alla civiltà è stata l’aratro. Oggetto che ha reso possibile la nostra economia e da cui è dipesa la vita moderna, con tutte le sue comodità e frustrazioni.  Ogni invenzione ci racconta una storia, che non riguarda solo l’ingegnosità umana ma anche i sistemi invisibili che ci circondano. L’aratro in tal senso è emblematico: ha aperto la strada ad altre invenzioni come la scrittura, i diritti di proprietà, i fertilizzanti chimici, ha dato vita alla società moderna, stanziale e dominata da vinti e vincitori, e ha contribuito a cambiare il rapporto tra uomo e donna scatenando tirannia e misoginia. Altro emblema è la lampadina, ancora oggi immagine simbolo per esprimere il sopraggiungere di un’intuizione, icona dell’inventività.

Il saggio non si focalizza tanto sul bulbo di Edison e Swan, ma su tutta la catena di invenzioni che hanno rivoluzionato il nostro accesso alla luce. Innovazioni che hanno trasformato la nostra società in modo tale che possiamo lavorare quando lo desideriamo, leggere, cucire o giocare quando lo vogliamo – anche in piena notte. Se qualcosa ci può ricordare che – nonostante tutte le difficoltà e le sfide della vita moderna – il progresso è possibile, è proprio la luce.

Le invenzioni rispondono a delle esigenze concrete, ma poi finiscono per essere molto di più che semplici soluzioni: modellano la nostra vita in tanti modi diversi e imprevedibili, spesso risolvono un problema per crearne un altro. A volte ci hanno complicato la vita, altre ci hanno liberato da antichi.

Tim Harford, economista e giornalista, è senior columnist del Financial Times, visiting fellow del Nuffield College di Oxford e membro onorario della Royal Statistical Society. Noto divulgatore scientifico, ha vinto numerosi premi giornalistici e collabora con la BBC World Service. Fra i suoi libri: Elogio dell’errore. Perché i grandi successi inziano sempre da un fallimento, L’economista mascherato, La logica nascosta della vita.

Design of desire - 05/04/2017

Quanto Brasil c’è nel design contemporaneo

Non solo Oscar Niemeyer. Il design brasiliano è sempre più presnete tra noi, tra la nostra cultura [...]

Leisure - 13/11/2017

Al Maxxi di Roma Home Beirut

Al Maxxi di Roma arriva la diversità culturale, la memoria della guerra, l'effervescenza del pr [...]

Design of desire - 09/05/2016

Slamp, la luce che supera se stessa. Cinque progetti luminosi che lasciano la scia

Slamp è dal 1994 una delle aziende che usa per le sue lampade materiali brevettati e innovativi, un [...]

Top