Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 12/04/2019
ESORDIENTE

Per il debutto Michelangelo Vood si affida a Van Gogh

Esce oggi, venerdì 12 aprile, VAN GOGH il nuovo singolo di MICHELANGELO VOOD, ispirata al celebre artista olandese. Il brano, che anticipa l’uscita dell’EP di debutto, prevista per i prossimi mesi, arriva dopo i più di 15.000 ascolti su Spotify e le 14.000 views su YouTube del suo primo singolo RUGGINE.

Gli alti e bassi di una storia d’amore sono al centro del nuovo brano di Michelangelo Vood, che prova a descrivere gli stati d’animo tipici di un amore giovane e passionale. La città fa da sfondo alle vicende dei due protagonisti, che si ritrovano di notte per strada a fare i conti coi loro sentimenti, offuscati da orgoglio e fraintendimenti. Sotto un cielo stellato che sembra rubato a un famoso quadro di Van Gogh, i due innamorati non possono far altro che lasciarsi andare.

 

“Tutti abbiamo vissuto emozioni come quelle che racconto nella canzone – racconta il giovane cantautore di origine lucana – In ogni storia d’amore ci sono momenti di odio e amore molto forti e difficili da gestire con lucidità. Quando si è giovani spesso si creano disastri per delle piccole cose. È una montagna russa di sentimenti che mi piace credere solo l’arte riesca a placare. Van Gogh nel caso dei protagonisti della mia canzone, ma in generale l’arte per me rappresenta questo, un calmante al mio caos interiore”.

 

Nato in un piccolo paese della Basilicata, Michelangelo Vood è cresciuto nella natura incontaminata che ne ha forgiato l’indole autentica e selvaggia. Vood non è infatti solo il cognome della madre, alla quale Michelangelo dedica il suo percorso artistico, ma anche un richiamo alla parola “wood” (bosco), che rispecchia l’animo libero e puro della sua musica. Dopo un’adolescenza trascorsa sui palchi di tutto il sud Italia come frontman della band punk-rock Liverside, nel 2015 decide di abbandonare la sua terra per trasferirsi nella caotica Milano. Il distacco dai luoghi natii provoca in lui uno shock che lo allontana dalla musica per qualche anno, fino all’uscita di Ruggine, il suo primo singolo. Grazie al suo brano d’esordio, Michelangelo ottiene i primi consensi, tra cui quello di Angelica, cantautrice già leader dei Santa Margaret, che lo invita ad aprire il suo concerto al Circolo Ohibò, storico locale della scena indipendente italiana. Van Gogh è il suo secondo singolo che mette ancor più in luce l’anima del sound di Michelangelo Vood: una sapiente miscela di elementi brit-pop, elettronici e new folk, assieme ai più classici riferimenti cantautorali italiani. Van Gogh anticipa il suo Ep di debutto in uscita prossimamente.



Leisure - 20/09/2017

Design food nell’Archichef Night di Firenze

Dopo Milano, Roma e Treviso, la notte degli architetti chef è arrivata a Firenze. Organizzata da To [...]

Leisure - 08/04/2019

Ecco gli artisti scelti per le acquisizioni di Fiera Milano a MiArt 2019

Il Fondo di Acquisizione di Fondazione Fiera Milano  è destinato ad opere che vanno ad arricchire [...]

Leisure - 21/09/2018

All’Arena di Verona “Romeo & Juliet” sul ghiaccio

Ilya Averbukh, regista dei Mondiali di calcio 2018, produttore ed ex campione mondiale di pattinaggi [...]

Top