Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 05/04/2017
RETRò

Poltrona Poli di Calia Italia, ed è subito 60s

I tessuti che rimandano ai sweinging 60s sono alla base del successo di questa poltrona Calia Italia che vedete in foto. Attualmente è in esposizione al Salone del Mobile a Milano, disegnata da Saverio Calia per la collezione Calia Italia 2017.

La poltroncina rispecchia la qualità e il noto senso di stile di Calia Italia caratterizzato da linee pulite, sobrie ed essenziali. Il nome deriva da Polifemo, a causa dell’unico bottone presente nel modello, che sottolinea la trapuntatura centrale presente sulla spalliera. I disegni geometrici del rivestimento e le nuance di colori tenui come il beige, il verde e il senape richiamano gli anni ’60, così come il piede in legno, esile e alto. All’Art Nouveau invece si ispira il bracciolo, caratterizzato dal segno a colpo di frusta che ne delinea il profilo con una linea curva e sinuosa. Un modello che si ispira al passato e che grazie al mix di tessuti e stili diversi strizza un occhio al futuro.

Che è abbastanza roseo per l’azienda italiana, visto che il divano Modula di Calia Italia è inserito nell’ADI Design Index 2016, entrando a far parte della preselezione per il Premio Compasso d’Oro ADI 2018, il più prestigioso riconoscimento della qualità produttiva e progettuale di beni, servizi, processi e sistemi del design italiano. Forme accoglienti, dettagli curati, design della praticità: Calia Italia si ispira alla bellezza concreta della sua terra, fatta di roccia e cielo, per creare prodotti comodi, da vivere e condividere.
Le mani abili dei suoi maestri artigiani realizzano sofà, poltrone e divani-letto per le case di tutto il mondo, sintesi spontanea di stile e semplicità, perché il bello sia sempre e soprattutto comodo.

Geometrie e volumi dallo stile contemporaneo o più classico, forti di un made in Italy che garantisce qualità, cura dei dettagli, unicità. Progetti che nascono nel cuore dell’azienda, forti di quell’esperienza e sensibilità alimentati da decenni di produzione, in continua crescita e sperimentazione.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Society - 12/06/2017

Le “Due Albe” di Thiago Rocha Pitta, dal Brasile a via Gluck

Al piano terra di Gluck50 siamo accolti da due video installazioni in penombra di Thiago Rocha Pitta [...]

Society - 07/11/2016

Campari guarda all’arte: la Gallery e le Residenze sono un esempio di riqualificazione

Campari è uno dei brand-simbolo dell'italianità nel mondo e da qualche tempo ha deciso di aprire l [...]

Leisure - 26/03/2018

Silvia Olari: “Sono pianista prima che cantante, la musica mi guida nel giudizio”

Ci può essere una via italiana alla soul music? Silvia Olari col nuovo disco There Is Something Abo [...]

Top