Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 13/04/2018
TEATRO

Sotto il vestito Vernia

Johhny Groove era tornato l’anno scorso per fare una spassosa parodia al fenomeno trap. Era Giovanni Vernia che rivestiva i panni del personaggio inventato nel 2007 al grido di “Essiamonoi”, versione italiana comica del tormentone disco del momento.

Ma ora il grande cabaret con spin off televisivi e su YouTube invade anche i grandi teatri. Lo spettacolo si chiama “Sotto il vestito: Vernia” ed è un one man show in cui l’artista ci racconta in modo autoironico i disagi di un “famoso per caso” e ci svela chi c’è veramente sotto tutte le maschere cult a cui ci ha abituato, da Jonny Groove a Marco Mengoni, da Fedez a Jovanotti, da Pif a Gianluca Vacchi: una persona normale con le manie, i tic e i vizi che tutti abbiamo, ma con la voglia di riderci sopra.

RAGAZZO COMUNE – Giovanni è un ragazzo normale, nasce a Genova e proviene da una famiglia di origini meridionali. Il padre, maresciallo della Guardia di Finanza, gli dà un’educazione severa e i mezzi per studiare. Giovanni si laurea così a pieni voti in ingegneria e si trasferisce a Milano dove si avvia ad una brillante carriera da manager. Tutto sembra andare perfettamente ma un giorno, quasi per caso, si trova catapultato nel mondo dello spettacolo e la sua vita cambia.

Protagonista dello show anche la musica, grande passione dell’artista. Grazie alla presenza live sul palco del Maestro Marco Sabiu, sono tanti i momenti in cui la musica diventa l’arma privilegiata per ironizzare su molti fenomeni dei nostri tempi e creare momenti di show esilaranti.

Due ore di spettacolo mai uguale che si modifica ad ogni tappa, si adatta a luoghi e persone: materia sempre plasmabile dalla fantasia mai distratta dell’Artista.

Dice di lui Paolo Uzzi, collaboratore ai testi: “Il talento comico di Giovanni Vernia risiede proprio in questo, nel fatto che lo spettatore non si reca a vedere uno spettacolo, ma ne entra a far parte, ne viene avvolto, attraverso le performance dell’attore, tutte differenti tra loro, spaziando dalla musica, al canto, dalla parodia al ballo. Insomma, andando via dal teatro non si ha soltanto l’impressione di essersi divertiti con Giovanni Vernia, ma di essere entrato a far parte della sua vita, del suo modo di essere e di pensare”.

IL CABARET – RIDERE ALLA GRANDE al Teatro Manzoni Milano

GIOVANNI VERNIA SOTTO IL VESTITO: VERNIA

16 aprile 2018
ore 20,45


Il tour prosegue a Ravenna (20 aprile teatro Alighieri) e Chiasso (15 maggio).



Trends - 18/05/2017

Andrea Salpetre e l’arte partecipata che abbatte il degrado

Il crowdfunding sta appassionando anche artisti e amanti dell'arte. E se l'arte partecipata serve al [...]

Fashion - 17/06/2017

Woolrich spinge sull’outdoor ultraleggero

Woolrich ha presentato oggi a Milano la collezione uomo primavera/estate 2018 che include anche il p [...]

Society - 27/11/2017

Ultimi due libri e poi David Lachapelle si ritira

Se vi capita di trovare un numero di Interview degli anni 80 ammirerete sicuramente un'opera di [...]

Top