Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 05/12/2017

Al Vilnius la vera essenza del Natale baltico

La capitale lituana oltre ai magnifici edifici barocchi, ha un vero culto per le decorazioni natalizie pubbliche. Vedete cosa fanno.

È al centro dell’Europa e custodisce il vero spirito del Natale illuminato. Si tratta di Vilnius, capitale della Lituania, nazione indipendente da soli 23 anni con poco meno di 3 milioni di abitanti, e un autentico culto per le festività di fine anno.

La tradizione annuale dell’accensione dell’albero di Natale, nella piazza della cattedrale nel centro storico patrimonio dell’Unesco, è stata come sempre un’occasione di festa  il primo dicembre. Fino al 7 gennaio 2018 è possibile ammirare le luminarie della capitale di una delle repubbliche baltiche di maggior interesse. vilnius natale lituania ther way magazine (8)

Vilnius è talmente desiderosa di farsi conoscere all’estero che il sindaco ha creato poco tempo fa una vera gara per disegnare il brand cittadino, che vi pubblichiamo come logo in questo articolo.

“Il simbolo di Vilnius rispecchia la nostra tradizione, con la torre Gediminas che è ripresa dal logo, ma allo stesso tempo vuole essere contemporanea”, ha detto Artūras Zuokas a capo della città.

La capitale sta procedendo a passo spedito verso gli standard di smart city. Con il programma Vilnius LOGIK verrà comunicato via Internet a rete veloce, tutto il mondo culturale con cui vuole associarsi Vilnius, dalla street art al movimento Fluxus. Qui il Fluxus, l’arte-contro degli anni 60, è una gloria nazionale, essendo qui Jon Hendricks, curatore delle mostre dedicate alla corrente, che mantiene sempre vivo il ricordo di uno dei padri fondatori del movimento, il lituano-americano George Maciunas.

vilnius natale lituania ther way magazine (7)

Tutta la città si è rifatta il look anche nelle promozioni visive, dopo uno studio dell’agenzia pubblicitaria Lukrecija BBDO con Jeremy Hildreth, l’esperto di fama mondiale sui branding di città, che ha fatto marketing per Londra e Rio de Janeiro.

Vilnius ha incluso anche Ernst&Young ed EKT nel programma di rilancio, che punta tutto a promuoverla come capitale del centro Europa. Geograficamente, infatti, pur sembrando situata a Est nelle cartine, Vilnius è a soli 20 km dal punto esatto in cui convenzione vuole ci sia il centro del continente.

Qui tutti gli stili architettonici sono rappresentati: dal baroco italiano all’ortodossia delle chiese russe, per poi comprendere il gotico tedesco e il rococo austriaco. Ci sono anche tracce di strutture antiche ebree, grazie alla stratificazione di stili ed epoche artistiche che si sono succedute in città.

vilnius natale lituania ther way magazine (6)

Si scopre così che anche artisti di fama globale in passato venivano qui per avere ispirazione e ammirare bellezze. E parliamo di Adam Mickiewicz, Czesław Miłosz e Romain Gary, per arrivare ai pittori Marc Chagall, Chaim Soutine e Mstislav Dobuzhinsky, e i compositori Mikalojus Konstantinas Čiurlionis e Rodion Shchedrin.

La città pittoresca è  in sintesi un crogiuolo di influenze che la pongono come crocevia di culture all’incontro: tra mondo latino e mondo bizantino. Le prime testimonianze scritte di Vilnius risalgono al 1323, e quello che vediamo oggi è il nucleo medievale che in parte risale allo splendore del 1400.

Il barocco lituano è stato insignito della protezione Unesco fin dal 1994 e costituisce ancora oggi la maggiore attrazione del paese, dovuta anche alla somiglianza con gli esempi architettonici italiani che richiama.

vilnius natale lituania ther way magazine (9)Le profonde tradizioni ancora presenti nel teatro, nelle arti visive e nella danza, fanno di Vilnius un approdo culturale di grande rilevanza internazionale. Qui si è sviluppata la grande arte del canto corale per cui la Lituania è famosa in tutto il mondo e si respirano ancora echi di festeggiamenti, dopo che nel 2009 la città è stata sulla bocca di tutti per essere stata designata come capitale europea della cultura.

vilnius natale lituania ther way magazine (1)

Per la modernità si può scegliere il business centre nella parte nord del fiume Neris, che è in pieno dinamismo in questi anni. Le grandi infrastrutture che si stanno portando avanti la rendono una delle città con maggiore crescita nella qualità della vita. Il parco d’Europa, che è una grandissima area con 55 ettari, è a pochi km dal centro e viene usata per display di sculture di 100 artisti provenienti da 30 paesi diversi. Il verde è comunque protagonista, con il 46% del territorio urbano dedicato a parchi e giardini.

Foto cortesemente concesse da © www.vilnius-tourism.lt

Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Leisure - 30/08/2017

I capolavori tascabili dell’Art Déco in mostra a Modena

Lo abbiamo avuto solo noi il ventennio dell'Art Déco e gli italiani giustamente ripescano da quell' [...]

Society - 19/07/2017

Incontro con Derek Sivers: “Fare business è un gesto artistico”

Quando ci è arrivato tra le mani "Tutto Quello Che Vuoi Tu", il nuovo libro di Derek Sivers (Roi Ed [...]

Leisure - 29/03/2017

L’arte di Markku Piri, un ponte tra Italia e Finlandia

Per il centenario dalla dichiarazione di indipendenza della Finlandia dalla Russia, l'ambasciata del [...]

Top