Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 22/07/2019

Rovigno, a un passo dall’Italia il gioiello della Croazia

La cittadella barocca nella penisola adriatica è ricca di scorci incantevoli. Il bouquet di hotel di Maistra è di alto livello, con attenzione alla natura e allo sport.

Rovigno è un porto di pescatori croato sulla costa occidentale della penisola istriana che è una meta turistica già molto sviluppata, ma che rivela degli angoli nascosti di assoluto fascino. Il centro storico si trova su un promontorio ed è caratterizzato da case strette e un groviglio di strade fino al lungomare. Una pianta urbana modello repubblica marinara italiana, che si aggroviglia attorno alla Cattedrale di Sant’Eufemia, situata su una collina e il cui imponente campanile domina lo skyline.

Maistra è una delle catene alberghiere più famose della regione, fa parte del gruppo Adris ed è una delle principali società turistiche in Croazia. Gestisce dieci alberghi, otto villaggi turistici e sei campeggi a Rovigno e Orsera, con una capacità ricettiva totale che supera i 35.000 posti letto.

Maistra ha registrato una crescita in tutti gli indicatori chiave del business nell’ultimo anno, con 1,14 miliardi di kuna di entrate e 3,5 milioni di pernottamenti, che rappresentano oltre il quattro per cento del totale dei pernottamenti in Croazia e quasi il 14% dei pernottamenti totali in Istria. Le foto che seguono sono di alcune delle strutture in carnet a Maistra.

L’Adriatic Hotel a Rovigno. Si trova al centro città ed è un boutique hotel.

Il family hotel Amarini visto dall’alto, vicino a Rovigno.

Amarini Hotel con 280 camere e campi da gioco, è immerso in giardini mediterranei.

Tra gli investimenti più importanti fatti finora ci sono gli hotel a cinque stelle Monte Mulini e Lone, la ristrutturazione del lungomare, la spiaggia di Mulini e la baia solitaria, nonché la ristrutturazione del più antico hotel di Rovigno, l’Adriatico. Nel 2016, Maistra ha aperto l’hotel per famiglie Amarin e ha iniziato la costruzione del Grand Park Hotel Rovinj, un prodotto chiave nel processo di completamento del portafoglio di hotel di lusso di Rovigno. L’hotel è stato inaugurato nella primavera del 2019.

L’inizio del 2018 è stato caratterizzato dall’acquisto di azioni e dalla partnership strategica di Adris Group e HUP Zagreb. Questa transazione ha fatto sì che Maistra diventasse la più grande compagnia turistica nazionale posizionata in tre destinazioni in crescita e riconosciute a livello internazionale: Rovigno, Dubrovnik e Zagabria.

La spiaggia di Amarin a Rovigno è Bandiera Blu.

L’Island Hotel Istra visto dall’alto.

Island Hotel Istra, occupa un’isola lussureggiante.

Il Grand Park Hotel a Rovigno.

TERRITORIO – Qui siamo nella più grande penisola della costa adriatica, a un’ora di macchina da Trieste, 2,5 ore da Zagabria e 6 ore da Monaco.

Gli abitanti di Rovigno si guadagnano da vivere principalmente per turismo, pesca, agricoltura, viticoltura e viticoltura. La Foresta Protetta di Capo d’Africa è una meta imperdibile per ciclisti, escursionisti e escursionisti conosciuta per i suoi cedri dell’Himalaya, i vicoli di cipressi esotici e la vegetazione mediterranea.

Rovinj, nome locale, onora la sua lunga tradizione di pesca in un museo dedicato a una piccola barca in legno – batana. A 5 km a est di Rovigno, c’è l’antico villaggio di Monkodonjo che risale all’età del bronzo. Eccezionalmente conservato, circondato da mura lungo più di 1 km, è composto da tre parti: la carriola centrale, il distretto dell’artigianato e gli alloggi. Si stima che oltre un migliaio di abitanti vivessero nel villaggio.

Se si vuole assaporare il vino locale bisogna andare al risrotante dell’hotel a 5 stelle Monte Mulini. Lì è sempre pronta un’esperienza gastronomica eno-centrica unica che combina la cucina francese con una ricca carta dei vini che comprende oltre 550 etichette diverse dalla Croazia e da tutto il mondo.

Altro imperdibile soggiorno è presso l’isola di Sant’Andrea (isola rossa), con sentieri e passerelle, giardini curati con circa 120 specie di piante e un vecchio castello che ospita il mini museo del Conte Huetterot, un punto panoramico e un mausoleo sull’isola di Maškin.

Vantando un ricco patrimonio naturale e culturale con splendidi monumenti come la città vecchia, la foresta del Capo d’oro del Parco, le isole protette e la zona costiera, Rovigno ha molti visitatori fedeli da tutte le parti del mondo e si è trasformata in una popolare destinazione turistica. Il più grande edificio barocco in Istria, la Torre di Sant’Eufemia, è anche il punto più alto di Rovigno, offrendo una vista incantevole della città e dell’arcipelago che la circonda. La torre della chiesa è una replica del campanile della Basilica di San Marco a Venezia, con una statua bronzea di Santa Eufemia sulla sua guglia. La statua gira intorno per mostrare la direzione del vento con la mano destra.



Travel - 03/07/2017

Al Vivosa benessere e accoglienza pugliese con wellness internazionale

L’elegante Vivosa Apulia Resort, eco-resort 4 stelle affacciato sulle acque cristalline del mar pu [...]

Society - 20/06/2019

Salvatore Frega, il compositore famoso all’estero: “Dalla tradizione uno stimolo per progredire”

Un orgoglio del made in Italy va celebrato nella sua patria. E The Way Magazine sostiene con p [...]

Leisure - 09/04/2019

La Fondazione Pini apre alla città per la design week

Dopo il successo di pubblico registrato durante la Milano Art Week, la Fondazione Adolfo  Pini prop [...]

Top