Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 30/06/2019

Visit Brussels, capitale del turismo esperienziale

Al Museo BELvue la panoramica sulle opportunità turistiche della capitale belga. Ottima per il "bleisure" e un city break.

Divertimento, cibo, cultura: in una parola capitale del “bleisure”, che è sintesi tra business e leisure, le due caratteristiche principali di Bruxelles.

Dal 16 al 18 giugno si è tenuto un viaggio alla scoperta delle bellezze nascoste della città a cura dell’ente “Visit Brussels” con tanti operatori internazionali del business turistico. Tra gli eventi anche una cena di gala in stile anni ’20 e una passeggiata accompagnata dai fiati e dalle percussioni della città capitale del Belgio e per tanti versi dell’Europa.

 

Dare un nuovo volto alla “Capitale delle Capitali”: questa la missione di BEL-Brussels Experience Leisure. Un fam-trip internazionale di tre giorni organizzato da Visit Brussels con itinerari, percorsi ed esperienze che renderanno la città ancora più appealing e coinvolgente.

 

L’evento, svoltosi fra il 16 e il 18 Giugno scorsi, ha visto partecipare più di 100 professionisti provenienti da tutto il mondo. A rappresentare l’Italia, assieme ad una delegazione di manager e direttori tecnici di azienda, Ursula Jone Gandini, Direttore Italia ufficio del turismo di Bruxelles.

 

Durante i tre giorni, gli ospiti hanno potuto godere di esperienze meravigliose, come la cena di gala in stile anni ’20 al Theatre du Vaudeville, o la passeggiata nel cuore della Grand Place accompagnata dai fiati e dalle percussioni della città di Bruxelles. E ancora esplorazioni degli angoli più nascosti e suggestivi della città, alternando relax, divertimento e networking.

Durante il viaggio, si è svolto anche un workshop al Museo BELvue, durante il quale gli operatori turistici hanno incontrato i rappresentanti di Visit Brussels e i principali esponenti dell’accoglienza turistica locale. Presenti anche catene alberghiere, monumenti, musei, guide turistiche, compagnie di trasporti e DMC, per una panoramica completa delle diverse opportunità offerte dalla Capitale belga.

“Abbiamo scelto di non passare inosservati – ha dichiarato Ursula Jone Gandini –  e di offrire ai nostri partner della distribuzione una collezione di esperienze memorabili per dimostrare la versatilità di Bruxelles, che è una destinazione perfetta per i city break, anche in ottica bleisure. L’ultimo giorno, infine, sono state organizzate delle visite tematiche, personalizzate in base al mercato di riferimento: “Per l’Italia – continua Gandini –  ho scelto una passeggiata nel quartiere dei Marolles con il suo mercatino delle pulci: si tratta di una zona che spesso passa in secondo piano, invece incarna l’anima della città ed è proprio quello che cercano i turisti italiani”.

Testo a cura di Francesca Salza.



Travel - 23/05/2016

Rotterdam, un paradiso del recupero di pregio

Rotterdam è la porta sud della megalopoli olandese che arriva fino a Utrecht. Ben 17 milioni di abi [...]

Fashion - 26/02/2018

Ujoh con la maglieria fa sintesi tra inglesi e giapponesi

Nato in Giappone sul finire dei Settanta, lo stilista Mitsuru Nishizaki si è formato effettivamente [...]

Leisure - 11/06/2017

Alla Alson Gallery di Milano la bella Italia di Marshall Vernet

Urbis et Natura è la nuova mostra del fotografo statunitense Marshall Vernet che è visibile alla A [...]

Top