Magazine - Fine Living People

Adesso la canapa la si indossa e la si mangia

La fibra tessile, i vestiti ma anche gelati e olii. Tutto è possibile col nuovo trend del "green gold". Il salone dedicato a Milano dal 28 settembre.

Biscotti, vestiti, birre, mattoni. Il “fatto di canapa” è il business dell’attualità. L’oro verde – il green gold – ha conquistato il mondo e l’Italia, ma soprattutto Milano, che ancora una volta si dimostra una delle più importanti metropoli economiche d’Europa. La capitale meneghina ospiterà la seconda edizione del Salone Internazionale della Canapa, dal 28 al 30 settembre, presso l’Officina Ventura (Via Ventura, 14).

Ogni giorno dalle ore 10.00 alle 21.00 (ultimo ingresso ore 20.00), si ammireranno biscotti, vestiti, birre, integratori per animali, mattoni. Il “fatto di canapa” è il business dell’attualità. I numeri non mentono: dai 30 ettari coltivati in Italia, nel 2009, si è passati a 300, in soli cinque anni. E per il 2018 sono stimati circa 4mila, grazie anche alla circolare dal ministero dell’Agricoltura, il Mipaaf, che a maggio scorso, dopo un anno di richieste dei coltivatori e i lavoratori, ha annunciato: produrre e vendere l’erba legale è possibile.

L’evento, il primo dell’anno dopo la raccolta di canapa, ha quintuplicato il suo spazio e raddoppiato il numero di espositori italiani ed europei divisi in tre zone: industriale, alimentare e grow. In ogni settore il visitatore si sorprenderà con il meglio che il mondo della canapa possa offrire. “L’edizione 2017 ha raccolto oltre cinquanta espositori distribuiti in 1006 metri quadrati, in Via Tortona. Per quest’anno, ci sono già 120 aziende e lo spazio della fiera sarà di 4500 metri quadri”, sottolinea Giuseppe Caruso, organizzatore dell’evento, che ipotizza un pubblico di 20 mila persone, 12 mila in più della scorsa edizione.
Tessuti, edilizia, cosmetici e il settore della plastica si concentrano nella zona industriale dove gli espositori porteranno i loro prodotti e progetti. Il cibo avrà un’area dedicata dove si potrà assaggiare di tutto, dal pane alla pasta, dalla birra al vino, dal caffè al gelato e i dolciumi vari. Energia pura, 100% canapa.
Guadagna ancora più terreno la zona grow, il meglio della proposta legale in ambito ludico-ricreativo con i prodotti per la coltivazione indoor e le marche della cannabis light italiana ed internazionale. Per la Coldiretti (Confederazione Nazionale Coltivatori Diretti) “sono centinaia le nuove aziende agricole che hanno avviato nel 2018 la coltivazione di canapa“.
In 13 anni, il numero dei growshop italiani è triplicato, si è passati dai 100 store del 2005 agli oltre 300 di oggi, un numero che continua ad aumentare ogni mese. Il giro d’affari della “marijuana legale” ha un potenziale stimato in oltre 40 milioni di euro, dice la Coldiretti. I bambini potranno divertirsi nell’area giochi e intrattenimenti all’interno della fiera. Gli amanti della gastronomia avranno l’opportunità di partecipare a show-cooking e perfino ad un concorso di birra alla canapa. E non solo: ci sarà anche il FuoriSalone Canapa 2018 in diverse zone della città: presso locali, ristoranti e negozi milanesi, si potrà degustare prodotti e ricette a base di canapa.
www. salonecanapa.it


Travel - 11/06/2018

Estate in Alto Adige il 2018 è green (e lusso)

Green e lusso sono le due declinazioni della vacanza perfetta in Alto Adige per questo 2018. Si p [...]

Design of desire - 17/05/2018

Emanuel Serri, un giovane architetto italiano svela Roma ai russi

Emanuel Serri aveva un sogno quando si è andato a specializzare a Eindhoven, la patria della nuova [...]

Trends - 23/01/2018

Rap italiano secondo Squadrati: “2018 nel segno della contaminazione”

Tra i dieci artisti più ascoltati su Spotify nel 2017 in Italia sette sono rapper. Un cambio epo [...]

Top