Magazine - Fine Living People

Dalla cravatta alle scarpe: come si veste un uomo elegante

Come giocare sugli accessori di stile senza banalità. E con gli abbinamenti giusti.

La classe non passa di moda neanche in un mondo frettoloso e disattento come il nostro, e chi ama l’eleganza non si fa mai trovare impreparato. D’altronde classe e fascino vanno a braccetto, l’uomo elegante piace sempre, e il suo outfit ricercato riesce a far colpo nelle occasioni più diverse, dagli appuntamenti galanti ai colloqui di lavoro. E, per chi volesse entrare nel dettaglio, ecco alcune regole da rispettare, almeno per quello che riguarda l’abbigliamento e gli accessori, cominciando da un classico intramontabile: la cravatta.

La cravatta

La cravatta rappresenta il tono leggero che spezza la seriosità dell’abito, anche se la scelta del disegno e dei colori non deve mai perdere di vista il tipo di cerimonia o di frangente. Il nodo dev’essere perfetto, senza grinze e con la fascia a vista leggermente più lunga di quella coperta, ed appoggiata appena sulla cintura. Il papillon di seta invece si indossa nero sullo smoking e bianco sul frac, o di cotone su un abito chiaro di lino.

La camicia

La camicia delle grandi occasioni è rigorosamente bianca di lino o in cotone a maglia fine. Il suo colletto deve essere della misura esatta del proprio collo, e non apparire né troppo stretto né sbordante. Le maniche devono essere comode, e far fuoriuscire i polsi dalla giacca non più di un dito, o, al massimo della misura dei gemelli. La camicia, inoltre, non deve mai essere portata fuori dai pantaloni.

La cintura

La cintura è in pelle e dovrebbe sempre intonarsi al colore delle scarpe. In realtà per l’abito da cerimonia non c’è grande possibilità di errore perché gli accessori sono neri entrambi. La fibbia non deve essere più larga della cinta, mentre disegno e colore devono essere pacati e non dare nell’occhio.

L’orologio

L’orologio, oltre a segnare l’ora, rappresenta da sempre un indispensabile tocco di eleganza che non va mai dimenticato quando si indossa un abito, sia per quello intero da cerimonia che su uno spezzato da pomeriggio in compagnia. Perché sia perfetto, un orologio deve essere bello e di classe. Un esempio concreto: un Rolex modello Cellini, grazie al quale potrete fare sicuramente bella figura.

La giacca

Meglio se cucita da un sarto che prenda le misure esatte e faccia in modo che essa “cada” in maniera precisa. Spesso c’è una piccola differenza tra le spalle, e se la giacca non è perfetta si nota. Per un abito da cerimonia è nera, oppure blu scuro. Per uno spezzato può essere marrone o a fantasia, ma sempre in tono con i calzoni.

Le scarpe

Le scarpe per l’abito elegante devono essere di pelle, chiuse, di color nero di vernice e tenute ben lucide. Il mocassino opaco, nero o marrone, si può usare solo con lo spezzato o con un abito estivo. I calzini sono obbligatori sempre, e devono essere neri se si indossa il vestito elegante, marroni con gli spezzati o bianchi per gli abiti estivi.

 

 



Leisure - 19/05/2018

Giusepe Postorino, delizie al Da Noi In del Magna Pars

Il coupe de teatre arriva a fine pasto, con un Tiramisù che è una scultura "lunare", una vera oper [...]

Fashion - 29/12/2016

La seta di Como nelle nuove cravatte Loïc et giL

Loïc et giL è un nuovo marchio di cravatte, per la prima volta in mostra a Pitti Uomo nel 2017. Il [...]

Fashion - 28/01/2017

Ad AltaRoma, Greta Boldini sfila tra eleganza d’antan e le belle militari

Ispirazione colta quella di Alexander Flagella designer del brand Greta Boldini per la collezione A/ [...]

Top