Magazine - Fine Living People

Il caffè in cialda, mania di questi anni

Anche l'Istat lo riconosce. Ecco dove comprare per corrispondenza la migliore selezione.

Negli ultimi anni in Italia si vende sempre di più il caffè in cialda. A dispetto di quanto si crede la moka tradizionale non è lo strumento più comune utilizzato nella preparazione del caffè in casa. La mania ha preso piede in ogni luogo, da nord a sud ma spesso l’approviggionamento di cialde non è facile.
Per questo proliferano gli e-commerce, e tra questi Cialdapoint premia tutti i nuovi clienti che si registrano con un’offerta dedicata: un Welcome Bonus di 6€ spendibile fin da subito per l’acquisto di tutti i prodotti presenti (www.cialdapoint.com/fidelity).

Cialdapoint offre oltre 35 prodotti tra capsule e cialde con spedizione gratis.

Un successo che è diventata abitudine collettiva, tanto che l’Istat ha inserito le cialde del caffè nel suo “paniere”, per il calcolo dell’inflazione. E’ scontato perciò che almeno un consumatore su due esce dal supermercato con una confezione di cialde per la macchina del caffè. La rivoluzione è ancora in atto e la diffusione delle macchine da caffè ha ancora ampi margini di crescita.
Le prime macchine per il caffè sono apparse negli anni Ottanta e molte famiglie hanno voluto provare il gusto dell’espresso in casa, acquistandone una e cominciando a consumare caffè in cialda.
Ma perché il caffè in cialda? Innanzitutto per la sua flessibilità: la cialda consente di scegliere l’aroma che più piace. Dà la possibilità al consumatore di sperimentare i vari prodotti che offre il mercato. Oltretutto negli ultimi anni si è ulteriormente rafforzata l’idea di poter avere un’ampia scelta di capsule e cialde a portata di click, ordinandole in un batter d’occhio. E poi la curiosità fa il resto. Rimanere sempre aggiornati su nuovi gusti, aromi e modelli.
GELATO – Non esiste solo un galateo della tavola ma anche un galateo del caffè. E chi vuole sembrare un buon intenditore di caffè oppure una buona padrona di casa è bene che si attenga a queste poche regole. Ecco alcuni preziosi consigli di CIALDABLOG.COM,il blog di CIALDAPOINT.COM, l’e-commerce made in Italy dedicato al mondo del caffè dove trovare sempre disponibili qualsiasi tipo di cialde e capsule originali, compatibili con tutti i sistemi e con tutte le marche.
Come va servito il caffè agli ospiti?
Innanzitutto quando apparecchiate non mettete il cucchiaino del caffè in tavola. Anche perché il caffè non va portato direttamente a tavola, dove si è consumato il pasto. Ma va portato in salotto dove si faranno accomodare gli ospiti, una volta terminato di mangiare. Qui è bene aver predisposto un piccolo tavolino su cui poggiare il vassoio del caffè.Il caffè va servito caldo, direttamente con la caffettiera, la moka o una “teiera” apposita. Se usate la caffettiera, assicuratevi che sia ben pulita e bella a presentarsi. Se si usano le cialde o si usa la macchinetta allora lo si porta già distribuito nelle tazzine.Il caffè andrebbe zuccherato dalla padrona di casa, che a giro dovrebbe chiedere ai suoi ospiti se e quanto zucchero gradiscono. Oltre lo zucchero potrebbe offrire loro del latte o della panna che vanno portate sul vassoio in appositi bricchi.
Sia cura di servire la tazzina poggiata sul piattino, con il manico rivolto a destra e il cucchiaino sullo stesso lato. L’ospite prenda il piattino con la mano sinistra, il cucchiaino con quella destra. La tazzina deve essere portata alle labbra, tenendo il manico con pollice e indice. Non c’è bisogno di alzare il mignolo.
Se volete assaporare l’aroma del caffè nel modo più giusto non fate roteare la tazzina, ma mescolate il caffè con il cucchiaino anche se non mettete lo zucchero, con movimenti dall’alto verso il basso. Il cucchiaino serve solo per mescolare. Posatelo sul piattino senza metterlo in bocca. Ora sorseggiate il vostro caffè.


Travel - 05/07/2018

Relais & Châteaux, ecco le mete italiane

Strutture di lusso e ristoranti gastronomici tutti riuniti sotto un'unica cornica. Fondata nel [...]

Design of desire - 25/07/2017

Melogranoblu e le lampade di design da tavolo

Un unico pezzo di vetro soffiato da meticolosi artigiani: melogranoblu, azienda di design nel setto [...]

Leisure - 24/06/2018

Bruno Bavota: “La mia musica a nudo nella mia Napoli da scoprire”

Bruno Bavota è meglio descritto come un polistrumentista neoclassico che compone e arrangia la sua [...]

Top