Magazine - Fine Living People

In Italia è febbre Swing, da Treviso alla Sicilia

All'Home Bar veneto Mr. Lucky e i dj a tema. Ma in tutta la Penisola si moltiplicano le feste in onore del genere vintage del Novecento.

Negli anni Trenta il jazz iniziò a far ballare tutti e dall’America all’Europa si diffuse il genere Swing che dominò fino agli anni 50. Dal Novecento passiamo al 2018 e sembra non esserci stata nessuna frattura. Le feste Swing si moltiplicano, spesso in maniera spontanea, come è successo con l’accerchiamento bonario a Milano dell’Arco della Pace una notte dello scorso settembre.

Ora a Treviso arriva Swing Home Me, una serata con Stelio Lacchini fondatore dei The Good Fellas. La serata di mercoledì 3 ottobre, scatta all’Home Rock Bar di Treviso, in zona Fonderia, l’appuntamento decicato ai magici “Fifties” con “Swing Home Me” e i suoi ospiti speciali. A scatenare il pubblico ci pensa Mr. Lucky, ovvero Stelio Lacchini, fondatore e voce della storica band The Good Fellas.

Attraverso la sua sapiente selezione musicale, Mr. Lucky trasformerà il locale trevigiano in una grande e favolosa pista da ballo dove poter rivivere la magia di un’epoca che ha cambiato la storia della musica e della società.

Mr. Lucky atteso a Treviso.

Lacchini vanta una lunga carriera di musicista che lo ha portato a collaborare con grandi artisti della scena jazz-swing , fra gli altri col famoso sassofonista Ray Gelato e col cantante ska punk Olly, chitarra e voce degli Shandon, col quale ha pubblicato l’album “Olly meets The Good Fellas”, una rivisitazione in chiave swing di brani appartenenti ad icone della musica italiana e mondiale, come Luigi Tenco, Ramones, Marilyn Manson e Queens of the Stone Age. Non solo, l’anima di artista poliedrico lo vede anche protagonista nell’ambito dello spettacolo col trio Aldo, Giovanni e Giacomo e col duo Cochi e Renato.

Infine, a tenere alta l’adrenalina ci sarà il dj di casa Axel WoodPecker con la sua miscela di Rock’N’Roll, Rockabilly, Rhythm’n Blues, Swing, Boogiee e Jump and Jive.

In Sicilia sta facendo molto parlare la contaminazione che parte dai violini e arriva allo swing grazie alle performance dell’Acoustic Swing Trio. Da sempre simbolo per eccellenza della musica ‘colta’, il violino ha in realtà attraversato con la sua voce anche la storia del jazz dimostrando, grazie soprattutto all’indimenticabile arte di Joe Venuti e Stephane Grappelli, di possedere un’anima pienamente ‘swing’. Proprio per rendere omaggio a questi due grandi musicisti e rileggerne il repertorio, il chitarrista romano Michele Ariodante ha dato vita nel 2002, insieme al violinista trapanese Mauro Carpi e al contrabbassista Giorgio Rosciglione, all’Acoustic Swing Trio, una formazione ”solo corde” in cui equilibri sonori acustici e raffinati si fondono con l’energia e il dinamismo del miglior linguaggio jazzistico.

Da quasi 10 anni Swingin’ Napoli diffonde la cultura Swing nella capitale del Sud.

Swingin’Napoli è la prima associazione nata in Campania, che organizza corsi, eventi, social dance e workshop di danze jazz a Napoli e provincia.

E’ stata fondata nel 2009 da Luca Chimenti ed Irene Vecchia con l’intento di recuperare e diffondere, anche nella loro regione, la cultura, la musica e le danze della Swing Era, ossia tutte le espressioni artistiche relative al genere dagli anni ’20 agli anni ’50 del Novecento.

 



Society - 10/01/2017

L’arte narrativa di George Lucas cerca un museo

"Uno spazio come nessun altro" è lo slogan di George Lucas per il suo museo, l'utopia che sta inseg [...]

Travel - 02/07/2018

Echo Hotel, un primato per lo Starhotel di Milano

Lo Starhotels Echo è un hotel eco-sostenibile nel cuore di Milano, in via Andrea Doria, nel centro [...]

Society - 05/09/2017

Dalla grafia di Emmanuel Macron si capisce che è un angelo guerriero

Un angelo guerriero che esprime tenacia e fermezza adatte al suo ruolo. Analizzando la grafia di Emm [...]

Top