Magazine - Fine Living People

Perché 30 anni dopo amiamo ancora Katharine Hamnett

Da "Choose Life" al "Cancel Brexit" la stilista inglese riesce sempre a catturare lo spirito del tempo. Ecco le sue dichiarazioni.

L’ultimo fragore c’è stato per la fashion week a Londra il mese scorso. Katharine Hamnett ha presentato in partnership con Matchesfashion.com le T-shirts eco-saving all’Institute of Contemporary Arts.

La stilista inglese non perde occasione per stare al passo coi tempi. Nel 1984 aveva fatto breccia sulle pagine di tutti i giornali con lo slogan “Choose Life” promosso dalle magliette fatte indossare a George Michael.

Oggi su internet tutti sono a caccia della sua protest-tee “Cancel Brexit”.

C’è sempre uno scopo, un messaggio dietro la moda di Hamnett. E ora che tornano i capi degli anni 70 rimessi in vendita sul suo sito, la nostalgia si accompagna alla voglia di essere presenti nei dibattiti sociali più cadi dell’attualità.

A Vogue l’anno scorso ha detto: “Andrò a protestare contro la Brexit, è un disastro”. E sullo slogan che l’ha resa famosa negli anni 80, “Scegli la vita”, che in molti sensi interpretava a perfezione lo spirito disimpegnato dell’epoca, ricorda: “Era un insegnamento buddista fatto con le lettere degli strilloni del Sun”.

I contrasti e le provocazioni, del resto, sono stati sempre il sale della sua comunicazione. Anche se quest’anno ha espresso meglio il concetto delle sue “proteste” stampate: “Bisogna essere sempre coscienti che le magliette da sole non possono risolvere le situazioni. Bisogna contrastare i politici che non ci piacciono e dir loro che la prossima volta non li voteremo”.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Society - 08/06/2016

A Capri gli artisti espongono alla Certosa

Capri come nessuna ve l'ha fatta mai vedere. Si tratta di una mostra, Capri B&B - Behind and Bey [...]

Leisure - 15/05/2018

Il Viaggio in Egitto di Antonio Beato

C'è stato un italiano nel 1800 che ha fatto scuola per la fotografia a scopo didattico. Antonio Bea [...]

Leisure - 26/10/2017

La poetica delle foto del lavoro a Bologna

L'arte è di chi la fa o di chi la vede? Un interrogativo sommo, oseremo dire, che viene in mente qu [...]

Top