Magazine - Fine Living People
18/11/2018 - “Sotto la pelle del progetto” – Redesco a Bookcity Milano

WopArt, a Lugano l’iconica fiera di opere su carta

In tre anni l'apuntamento svizzero Work On Paper è diventato riferimento di 90 espositori da 14 Paesi. Ecco perché si compra "fisico" nell'epoca del web.

Tutte le fasce del collezionismo d’arte sembrano interessate al trend delle opere su carta. I disegni e il valore dei lavori dei grandi maestri (anche preparatori) crescono in appeal. In uttto il mondo questo swgmento che si chiama “disegni Old masters” è saluito del 60% in 10 anni, per i contemporanei del 25%.

Ci sono anche i classici moderni, Warhol, Schifano, Grignani, Boetti, Castellani e Modigliani. Le quotazioni, tuttavia, salgono ma restano “affordable”, non come le grandi opere realizzate dagli iconici artisti da museo. Si arriva a 2 milioni per i capolavori i Schiele (acquerello e matita) ma in genere si sta sotto i 10mila euro per opere molto belle e insolite di grandi nomi di richiamo.

Andy Warhol – Galleria d’Arte Maggiore

Dal 20 al 23 settembre 2018 il Centro Esposizioni Lugano ospita la terza edizione di WOPART – Work on Paper Art Fair, la fiera internazionale interamente dedicata alle opere d’arte su carta organizzata da Lobo Swiss e diretta da Luigi Belluzzi.

 

Più di novanta espositori, di cui 74 gallerie provenienti da 11 paesi – ancora una volta selezionate da un comitato scientifico presieduto da Giandomenico Di Marzio, giornalista, critico e curatore d’arte contemporanea e da Paolo Manazza, pittore e giornalista specializzato in economia dell’arte – affiancate da editori d’arte e istituzioni internazionali presenteranno a WOPART 2018 un ampio panorama di opere realizzate esclusivamente su supporto cartaceo: dal disegno antico alla stampa moderna, dal libro d’artista alla fotografia d’autore, dall’acquerello, alle stampe orientali fino alle carte di artisti contemporanei,  con uno sguardo trasversale su tecniche, linguaggi ed epoche.

 

Molte le novità di questa terza edizione di WOPART: dal format della fiera, che si arricchisce di nuove sezioni, all’identità visiva rinnovata, progettata da Mousse Agency, all’esclusiva VIP Lounge, realizzata per la prima volta in partnership con la Maison Suisse d’Horlogerie Eberhard & Co. affiancata dalla prestigiosa Orologeria Mersmann.

 

Dopo il successo delle prime due edizioni, WOPART 2018 cresce sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, arricchendo il suo format: accanto alla Main Section, che quest’anno raccoglie 62 gallerie internazionali, fa la sua comparsa per la prima volta la nuova sezione Emergent, con 12 gallerie che presentano stand dedicati a giovani artisti emergenti.

Altro elemento di novità di WOPART 2018 è la seconda edizione di REAL, la Rassegna di Editoria d’Arte di Lugano, a cura della casa editrice Artphilein Editions e della libreria Choisi, che quest’anno trova spazio all’interno del padiglione fieristico del Centro Esposizioni di Lugano. Accanto agli stand delle gallerie, REAL propone una panoramica sul mercato dell’editoria d’arte con la presenza di 11 stand dedicati a editori e artisti internazionali (selezionati per open call) che vanno dagli editori più tradizionali, che utilizzano la stampa a caratteri mobili, l’incisione e la rilegatura a mano, alle case editrici specializzate in libri fotografici e libri d’artista contemporanei. Nelle giornate della fiera sono previsti momenti di book-signing e incontri per presentare al pubblico le nuove uscite editoriali.

 

Per dare strumenti e occasioni di approfondimento sulle opere su carta nelle sue varie sfaccettature e sui temi di maggiore attualità, WOPART offre anche quest’anno un ricco programma di eventi e iniziative collaterali, dentro e fuori dai padiglioni fieristici.

Immagine d’apertura: Luigi Veronesi, Galleria A.M.Art



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 23/02/2018

Il rigore di Pedro Pedro è davvero “abbondante”

Colori cammello, caldi e avvolgenti, come i soprabiti e le camicie delle donne che cambiano forma. A [...]

Design of desire - 13/04/2017

Archichef Night, la tappa a Roma con un sold out

Archichef Night vuol dire raccontare e scoprire l'architettura attraverso un piatto studiato e cucin [...]

Leisure - 26/10/2017

La poetica delle foto del lavoro a Bologna

L'arte è di chi la fa o di chi la vede? Un interrogativo sommo, oseremo dire, che viene in mente qu [...]

Top