Magazine - Fine Living People
Archi-Fatti

Archi-Fatti - 24/06/2017

Viaggio dentro “la porta del Sud” di Zaha Hadid

Come è fatta ad Afragola, in provincia di Napoli la Porta del Sud, la stazione ferroviaria progettata dall’archistar Zaha Hadid. Progetto avveniristico.

Il 6 giugno ad Afragola, in provincia di Napoli è stata inaugurata per la quinta volta la Porta del Sud, la stazione ferroviaria progettata dall’archistar Zaha Hadid.

L’avveniristica opera costata 70 milioni di euro è una specie di sinuoso serpentone adagiato nell’agro campano realizzato in metallo, cemento e vetro.

Su i binari ogni giorno si fermeranno 36 treni diretti verso nord e verso sud: 18 Frecce di Trenitalia e 18 treni Italo di Ntv.

C’è chi sostiene che quella enorme stazione sia sovradimensionata rispetto al traffico previsto, una specie di cattedrale nel deserto, quasi del tutto scollegata dal restante traffico ferroviario della regione, non è infatti raggiunta né da alcuna metropolitana né dalla Circumvesuviana.

Ma la «Porta del Sud», nelle intenzioni di chi l’ha voluta, nel 2022 dovrebbe portare milioni di passeggeri verso Reggio Calabria, Bari e perfino a Messina contribuendo in maniera sostanziale allo sviluppo del resto del meridione ed è stata già definita dalla Cnn tra le più belle opere della contemporaneità.

Quindi, tralasciando di raccontare le critiche e le ombre che ne hanno accompagnato il percorso, voglio parlarne dal punto di vista architettonico.

Innanzitutto è una delle poche opere realizzate in Italia, attraverso i concorsi di progettazione, questo è il progetto vincitore di un concorso internazionale bandito dal gruppo FS Italiane attraverso la controllata RFI e la società di scopo TAV all’inizio degli Anni Duemila.

ph. Pressphoto

La struttura si sviluppa su una superficie di oltre 30 mila metri quadrati su 4 livelli: il primo livello è dedicato alla circolazione ferroviaria, il secondo ospiterà biglietterie e servizi per i viaggiatori mentre il terzo e il quarto ospiteranno i servizi commerciali, che saranno aperti progressivamente.

La facciata bianca scultorea somiglia a un serpente che attraversando i binari, fa da ponte e si piega alle due estremità come una S rovesciata che si inserisce in diagonale tra i binari in un dinamismo tipico dello stile di Zaha Hadid.

Con uno sviluppo longitudinale di circa 400 metri e una superficie di più di 30.000 metri quadrati, “La porta del Sud” è contraddistinta da una copertura vetrata di oltre 5 mila metri quadrati che ne accompagna la forma sinuosa realizzata con “pannelli intelligenti” in grado di recuperare energia e, nello stesso tempo, di diffondere e controllare l’ingresso della luce solare diretta.

Anche il corpo principale è caratterizzato da ulteriori 6 mila metri quadrati di vetrate, dipendenti dalla struttura portante in calcestruzzo e acciaio.

Per identificare la qualità degli spazi interni, lo studio Zaha Hadid Architects rende noto di aver voluto evocare l’immagine “di un fiume che ha scavato il suo letto attraverso la solida roccia. Al centro scorre l’elemento dell’atrio con la sua fluida copertura vetrata. Entrambi i lati del canyon sono erosi dai flussi del traffico”.

Grazia Torre
Architetto, laureata con lode presso la Federico II di Napoli, consigliera della Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Napoli, si occupa prevalentemente di design di interni. Nel 2009 ha fondato l'Associazione www.napolicreativa.com con la quale organizza eventi per la promozione dell’architettura e del design partenopeo. Ideatrice e responsabile scientifica del premio di architettura “La Convivialità Urbana” pensato per creare una rete tra tecnici multidisciplinari e imprenditori capace di dare vita a processi di rigenerazione urbana attivi. Nel design ha ideato il premio "La Casa Conviviale", con lo scopo di avvicinare le aziende di eccellenza campane ai designer del territorio. Entrambi i premi prevedono l’esposizione e la votazione dei progetti da parte dei cittadini, perché "anche nel design la trasparenza e la condivisione dei pareri assicura una sana, proficua, ma soprattutto etica competizione".
http://www.napolicreativa.com
http://www.premiolaconvivialitaurbana.it
https://www.youtube.com/user/napolicreativa
Fashion - 22/09/2016

Anteprima a Milano Moda Donna contro la fragilità

Anteprima vira verso l'anticonformismo e la bellezza ribelle. Almeno queste sono le intenzioni di Iz [...]

Leisure - 26/06/2017

All’Interface Hub la personale di Attilio Terragni

Un nuovo spazio espositivo a Milano, Interface HUB/Art, ospita una nuova mostra di un eclettico arti [...]

Trends - 10/02/2017

Salon du Chocolat a Milano la golosità diventa moda da indossare

Torna anche quest'anno a Milano dal 9 al 12 febbraio il Salon du Chocolat, l'evento più atteso da t [...]

Top