Bona Fide Biz - 27/01/2021

Due ragazzi ci invitano a fare gli instant buyer immobiliari: il successo di Casavo

Casavo nasce come primo Instant Buyer d’Italia, per poi spingersi oltre valorizzando al massimo le potenzialità di questo nuovo modello di business. Marta Raimondi, Chief Human Resources Officer, e Giorgio Tinacci, CEO (in foto) raccontano: “Acquistiamo, ristrutturiamo e rivendiamo immobili in tempi rapidi, e offriamo soluzioni tecnologiche sempre nuove. Vogliamo diventare la prima piattaforma digitale in Europa per il mercato immobiliare residenziale. Da inizio 2020 siamo presenti anche in Spagna“.

Casavo, la prima startup italiana di instant buying immobiliare, nonostante la pandemia continua a investire nelle risorse umane, cresciute del 137% solo nel 2020.

La società è inoltre composta da un team giovanissimo; ha infatti ottenuto i premi di Best Workplace for Millennials Italia 2020 e Great Place to Work Italia 2020.

La start up ha chiuso il 2020 con un valore delle vendite in crescita a tripla cifra – ma anche per quanto riguarda le risorse umane e la formazione del team che nel giro di un anno sono cresciute del 137%, superando la cifra di 185 persone di cui 164 Millennial. Di questi, ben 33 occupano ruoli manageriali.

Il team di Casavo è formato, infatti, da persone estremamente giovani che occupano anche i ruoli al vertice della società: il dipendente più “anziano” ha solo 44 anni e il più giovane appena 22. Inoltre Casavo permette una continua formazione del suo team, in continuo aggiornamento per quanto riguarda Culture, Tech e Leadership.

L’ambiente di lavoro stimolante e innovativo ha valso a Casavo i premi “Best Workplace for Millennials Italia 2020” e “Great Place to Work Italia 2020”. Oltre a questi, è stata premiata anche con il primo posto nella classifica “LinkedIn Top Startups Italia 2020”.

“È solo al grazie al nostro team, alle persone che costituiscono Casavo che quest’anno, quando il mondo si è fermato, noi siamo stati in grado di accelerare la nostra crescita e sfruttare al meglio le innovazioni tecnologiche che sono alla base del nostro modello di business – afferma Giorgio Tinacci, fondatore e CEO di Casavo – . Grazie alla flessibilità delle nostre risorse, abbiamo potuto adattarci in modo molto rapido a situazioni estreme e soprattutto imprevedibili, quali ad esempio il lockdown, e questo ci ha permesso di continuare a offrire i nostri servizi sia ai clienti privati, sia agli agenti immobiliari. Nel corso di quest’anno continueremo a perseguire il nostro obiettivo di offrire la migliore esperienza digitale di compravendita nel mercato del sud-Europa, e di creare valore per i nostri clienti lanciando nuovi servizi e prodotti innovativi”.

Casavo non solo nel 2020 ha assunto personale, ma ha anche creato valore e lavoro per diverse aziende dislocate sul territorio che si sono occupate della ristrutturazione dei suoi immobili. Dalle 24 persone coinvolte nel 2018 alle oltre 200 nel 2020: un aumento del 725% che ha portato a un indotto di oltre 16 milioni di euro (+54% rispetto al 2019).

Il grande successo dell’azienda nell’anno appena concluso è stato anche frutto del modello di business inclusivo, che prevede il coinvolgimento degli agenti immobiliari, da sempre partner importantissimi per Casavo.

Per questo l’azienda ha deciso di supportarli durante i mesi difficili del lockdown mettendo a loro disposizione tecnologie innovative quali CasavoVisite, l’app lanciata lo scorso marzo per la visita da remoto, e una piattaforma tecnologica a loro riservata volta a fornire tutti gli strumenti utili per aumentare le vendite e facilitare le transazioni.

Dal 2018 a oggi sono oltre 2500 le agenzie immobiliari che hanno almeno ricevuto un’offerta da Casavo, con un totale di commissioni ricevute pari ad oltre 3.5 milioni di Euro.

Momenti importanti del 2020 sono stati anche, a gennaio, l’inizio dell’espansione internazionale con l’apertura in Spagna, ad aprile il lancio della piattaforma di annunci, che ha ampliato l’offerta tecnologica e garantito una crescita mensile dell’offerta di annunci pari al 300%, ultima, ma non meno importante, l’acquisizione, a settembre, di Realisti.co, la start up leader nella realizzazione di visite virtuali immobiliari.



Fashion - 25/09/2017

L’essenziale per Jil Sander è l’umanità degli abiti

In una location ancora non aperta al pubblico nell'avveniristico quartiere di City Life, Jil Sander [...]

Society - 25/07/2019

La digital art di Roberto Ziranu: “Crea un universo fantasioso attorno alle statuine antiche”

Siamo tutti affascinati dalla minuzia di particolari, soprattutto esrpessivi, che le statuine della [...]

Leisure - 14/10/2019

Gian Paolo Barbieri ha portato 6mila visitatori al Pirellone

In concomitanza con l'ultima settimana della moda, il Consiglio regionale della Lombardia ha ospitat [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!