12 Maggio 2024

Grafiche Tassotti, tradizione di carta

Oggi all'impresa di Bassano del Grappa: "Vogliamo offrire un prodotto di qualità artigianale Made in Italy, che sia anche in grado di raccontare il nostro impegno verso l'ambiente e verso un utilizzo consapevole della carta".

12 Maggio 2024

Grafiche Tassotti, tradizione di carta

Oggi all'impresa di Bassano del Grappa: "Vogliamo offrire un prodotto di qualità artigianale Made in Italy, che sia anche in grado di raccontare il nostro impegno verso l'ambiente e verso un utilizzo consapevole della carta".

12 Maggio 2024

Grafiche Tassotti, tradizione di carta

Oggi all'impresa di Bassano del Grappa: "Vogliamo offrire un prodotto di qualità artigianale Made in Italy, che sia anche in grado di raccontare il nostro impegno verso l'ambiente e verso un utilizzo consapevole della carta".

Giorgio Tassotti, imprenditore veneto pioniere della stampa in Italia, ha compiuto di recente 90 anni. La sua è una vita dedicata alla stampa, alla cultura e al territorio. Da oltre 60 anni la missione della famiglia Tassotti (dal 1957, anno in cui Giorgio Tassotti iniziò l’attività di grafico stampatore a Bassano del Grappa), è stato alimentare un “laboratorio di stamperia creativa”, dove mani esperte realizzano prodotti raffinati ed esclusivi. Essere fulcro di una sapiente tradizione artigiana, in grado di ripristinare una storia antica, guardando al futuro sotto il segno dell’innovazione.

Giorgio Tassotti, fondatore dell’impresa, ha dedicato la propria vita all’amore per la stampa, per la sua città natale, Bassano del Grappa, e per la storia della Stamperia Editrice Remondini (attiva a Bassano dal 1657 al 1861), considerata in vari dizionari “la più grande stamperia d’Europa”.

Nato nel 1934, Tassotti fin da subito coltiva la sua passione per la “carta stampata”: giovane cronista del Gazzettino, è attratto dalla grafica pubblicitaria e dallo studio delle arti popolari. È proprio l’esperienza come giornalista pubblicista a portarlo ad acquistare la sua prima macchina da stampa. Nel 1957 inizia, a Bassano, l’attività di grafico stampatore ed editore e crea la sua Azienda,Grafiche Tassotti, che raccoglie l’eredità dell’antica Stamperia Remondini e ne diventa a tutti gli effetti la prosecutrice. 

Vera e propria ambasciatrice del “Made in Italy, Grafiche Tassotti è oggi un laboratorio di stamperia creativa: il cuore pulsante della produzione rimane la reinterpretazione in chiave contemporanea degli stilemi remondiniani del Settecento. Grazie alla capace guida di Giorgio Tassotti, è divenuta negli anni punto di riferimento internazionale nel settore delle carte decorative di alta qualità, biglietti d’auguri, quaderni, diari, segnalibri, oggettistica per l’home decor e molto altro ancora. I prodotti Tassotti sono presenti nei migliori punti vendita di cartoleria, nelle librerie e nei concept store.

L’impegno di Giorgio Tassotti nel giornalismo e nella promozione della cultura locale è rimasto costante. In prima persona, contribuisce attivamente alla valorizzazione del patrimonio storico-culturale di Bassano attraverso un’intensa e proficua collaborazione con i Musei Civici e le istituzioni, legando a doppio filo il mondo della cultura con quello della sana imprenditoria.

Profondo conoscitore e appassionato della storia dell’arte della stampa e della famiglia Remondini, in collaborazione con il Comune di Bassano contribuisce a fondare, nel 2007, il Museo Remondini, uno dei pochi in Italia dedicati proprio alla stampa. Un luogo unico, all’interno di Palazzo Sturm, che illustra tutti gli aspetti del fenomeno industriale sette-ottocentesco dei Remondini, attraverso un percorso espositivo e temporale degli originali dell’epoca: libri, carte decorate, incisioni popolari sacre e profane, i foglietti da ritaglio, i soldatini, i giochi, le vedute ottiche, le acqueforti e le xilografie.

Nel 1992, inoltre, inaugura la Carteria Tassotti, il negozio monomarca in centro a Bassano, in via Ferracina, a due passi dal Ponte Vecchio. Nella sala superiore è allestita e visitabile l’esposizione della raccolta Remondini-Tassotti, un vero e proprio patrimonio culturale di stampe popolari, carte fiorate, libri sacri e profani, tutti esemplari originali del Settecento a disposizione dei visitatori. 

Curioso e intraprendente, con una personalità poliedrica dai mille interessi – tra cui la dirigenza di circoli culturali e associativi, prima in Confartigianato e poi in Confindustria, oltre al ruolo di accademico della cucina – nel corso della sua lunga carriera, Giorgio Tassotti ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Tra questi, il Diploma d’Onore dell’Accademia Italiana dei Lincei nel 1988; l’onorificenza di Commendatore da parte del Presidente della Repubblica nel 1991; il Premio “Carte 2008” conferito dalla Fondazione Symbola per le Qualità Italiane e l’eccellenza dell’alto artigianato; infine, nel 2013, l’ambito “Premio Città di Bassano del Grappa”.

Di recente, ha celebrato il traguardo dei 50 anni di iscrizione all’Ordine dei Giornalisti: pur essendo anzitutto un imprenditore di successo, ha sempre mantenuto viva la sua passione per la scrittura e la comunicazione, guadagnandosi il rispetto e l’ammirazione di molti. 

Nel 2021, infatti, pubblica il libro Da Luisa al Pick Bar, dove racconta il suo percorso appassionato e appassionante, fatto di onestà e sostanza, di dedizione e caparbietà, di fiducia e lungimiranza, ripercorrendo gli oltre sei decenni di attività come stampatore ed editore da dove tutto ha avuto inizio. “Da Luisa al Pick Bar”, circolo degli artisti, come recita il titolo del libro stesso: qui, per oltre 20 anni, Tassotti ha “respirato arte”. Il Pick Bar era il luogo di ritrovo assiduo per diverse personalità artistiche, non solo bassanesi: grafici, ceramisti, pittori, tessitori etc. 

La passione più grande, che fa parte del suo DNA, è quella per l’Impresa: Giorgio Tassotti continua a distinguersi per il suo carisma e a seguire con passione il suo lavoro, esempio per tutti di tenacia e amore per il fare. Il suo è uno sguardo rivolto al futuro, capace di dare input e stimoli sempre nuovi e mai banali, all’insegna della maniera unica di coniugare tradizione e innovazione che ha contraddistinto il suo operato.

Tra il 1657 e il 1861 Bassano acquisì fama in tutto il mondo per l’imponente attività editoriale dei Remondini. Nel ‘700 la Remondini contava oltre 18 torchi per caratteri mobili, 24 torchi per la calcografia e oltre 1000 operai. Giorgio Tassotti (in foto) oggi è titolare dell’attività. Nel 1958 tutti i legni originali Remondini della Carta Varese ritornarono a Bassano, grazie alla donazione del Conte Sguardi erede dei Molina. Ora sono tutti esposti nel Museo Civico Remondini.

La carta è un materiale magico che ha il potere di trasmettere conoscenza, emozioni e bellezza“, afferma Tassotti. “Sono orgoglioso di aver potuto dedicare la mia vita a questo mondo meraviglioso e di aver contribuito a mantenere viva la tradizione della stampa a Bassano del GrappaDesidero esprimere la mia profonda gratitudine a tutti coloro che mi sono stati vicini – continua Tassotti – alla mia famiglia e ai miei collaboratori, ai clienti e agli amici e a tutti gli appassionati di carta e stampa che ho incontrato in questi anni”. 

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Milano ama Mr. Brainwash

Gli è bastata una notte per personalizzare lo spazio e fare l’allestimento più pazzo che si sia visto di recente

La Stryxia si allea con Wycon

Il mondo del night clubbing sposa sempre di più il mondo del marketing della cosmetica. E le ispirazioni sono vicendevoli

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”