23 Maggio 2024

Joseph Trabelsi, tracce di stile di un figlio del 2000

Una giornata col giovane modello che per lo shooting di The Way Magazine ha scelto di accompagnarci nella zona delle 5Vie a Milano, tra corso Magenta e la sede di Lineapelle nella rinnovata Piazza Tomasi di Lampedusa.

23 Maggio 2024

Joseph Trabelsi, tracce di stile di un figlio del 2000

Una giornata col giovane modello che per lo shooting di The Way Magazine ha scelto di accompagnarci nella zona delle 5Vie a Milano, tra corso Magenta e la sede di Lineapelle nella rinnovata Piazza Tomasi di Lampedusa.

23 Maggio 2024

Joseph Trabelsi, tracce di stile di un figlio del 2000

Una giornata col giovane modello che per lo shooting di The Way Magazine ha scelto di accompagnarci nella zona delle 5Vie a Milano, tra corso Magenta e la sede di Lineapelle nella rinnovata Piazza Tomasi di Lampedusa.

Fascino etnico, attitudine cosmopolita e curiosità per il mix di stili e tendenze che si sviluppano nella città che vive intensamente. Joseph Trabelsi, classe 2000, originario di Rieti e da tre anni a Milano, è il figlio perfetto del suo tempo. Attualmente modello per Vision Street Casting, il giovane studente di economia è in primis appassionato di moda e stile e contemporaneamente agli studi sta svolgendo l’attività di Client Advisor presso un brand di lusso.

“Nel tempo libero – ci racconta mentre ci porta in giro per i suoi posti del cuore a Milano – mi piace scoprire angoli nascosti di questa città. Da quando sono qui mi piace perdermi per le strade che non conosco. Camminare è una delle cose che mi spingono di più alla scoperta. E per me scoprire e conoscere sono due attività che mi spingono sempre alla ricerca del bello”.

Joseph, che su Instagram è conosciuto come Jaytee, è un appassionato di moda, design e cucina: “Spesso ospito a casa amici e la cosa che mi piace fare di più per loro è preparare piatti fusion che mi ricordano la tradizione culinaria araba dei miei genitori”.

L’amicizia e l’ospitalità come valori sacri e il divertimento notturno come svago responsabile sono i due tratti che lo definiscono meglio. “Ascolto musica elettronica, techno e hip hop – ci dice – ma non seguo i trend dei miei coetanei. Sto cercando la definizione di una personalità che sia unica. Per me l’individualità è ciò che rende bella una persona”.

Joseph Trabelsi è anche un giovane del 2024 che non si limita alla frequentazione di coetanei chiusi in fasce determinate: “L’età di una persona è fatta dal vissuto e mi sento di aver già vissuto varie vite. Vivere a Milano da solo mi ha fatto crescere indubbiamente presto. Spesso mi trovo in disaccordo con i miei coetanei che a volte non hanno il mio stesso senso pratico. Affrontare la vita da solo e sostentarmi con le proprie forze mi ha fatto fare esperienze di cui sono molto fiero”.

Così come mixa lo stile del suo abbigliamento, uno degli aspetti della sua persona a cui tiene di più, così mescola le predilezioni in fatto di luoghi da esplorare. “Mi piace passeggiare per il quartiere Brera, scoprire nuovi locali all’aperto, ammirare il design dei luoghi che in città è sempre molto stimolante. Come stile personale aggiungo un tocco street style alla base elegante che è un tratto distintivo delle mie scelte di moda. Per distinguermi, solitamente compro molti capi online e li abbino secondo il mio gusto del momento, seguendo un rigore e una coerenza con molta attenzione. Il mio sogno attraverso l’attività online è proprio essere preso in considerazione dai brand per poter far la differenza”.

Per lo shooting di The Way Magazine ha scelto di accompagnarci nella zona delle 5Vie, tra corso Magenta e la sede di Lineapelle nella rinnovata Piazza Tomasi di Lampedusa. Lì convivono in architettura gli stili che ammira da sempre: l’archeologia metropolitana, gli spazi rigenerati, palazzi signorili e verde urbano.

Joseph Trabelsi per The Way Magazine indossa: boots Bottega Veneta, jeans Mango, camicia Moschino, giacca Korean fashion, bag Bottega Veneta.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Come cambia la Torre Velasca

Dalla seconda metà degli anni 50 a oggi, Torre Velasca ha attraversato varie epoche e ondate opposte. Il primo progetto

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”