15 Dicembre 2023

Nicola Vinciguerra: “Alla scoperta della mia Verona”

Incontro con il giovane agente immobiliare alla scoperta della sua città. Profondo conoscitore delle bellezze del territorio e guida d'eccezione per i lettori di The Way Magazine.

15 Dicembre 2023

Nicola Vinciguerra: “Alla scoperta della mia Verona”

Incontro con il giovane agente immobiliare alla scoperta della sua città. Profondo conoscitore delle bellezze del territorio e guida d'eccezione per i lettori di The Way Magazine.

15 Dicembre 2023

Nicola Vinciguerra: “Alla scoperta della mia Verona”

Incontro con il giovane agente immobiliare alla scoperta della sua città. Profondo conoscitore delle bellezze del territorio e guida d'eccezione per i lettori di The Way Magazine.

Agente immobiliare specializzato nella compravendita di immobili residenziali nel prestigioso centro storico di Verona, Nicola Vinciguerra è un ragazzo che vive lo stile ogni giorno, per lavoro e per passione. Il giovane agente immobiliare, è quello che si definirebbe un elegante bon viveur dei nostri tempi: cultore delle dimore storiche della sua città, scovatore irrefrenabile di bellezze, aspirante sommelier e appassionato di cucina.

Nicola Vinciguerra in posa per The Way Magazine. Il giovane agente immobiliare è specializzato nella compravendita di dimore nel centro storico della città scaligera.
Secondo l’analisi condotta dall’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, nei primi sei mesi del 2023 i valori immobiliari di Verona hanno messo a segno un rialzo dell’1,5%.
Le abitazioni nel cuore della città hanno visto un recupero dei valori dello 0,7%, a causa di una bassa offerta presente sul mercato. 
La macroarea che cresce maggiormente è quella di Borgo Roma-Golosine (+2,8%), in seguito all’incremento dei valori del quartiere di Golosine.

Che tipo di patrimonio immobiliare segui a Verona?

Seguo principalmente compravendite di immobili a destinazione residenziale all’interno del centro storico di Verona, più nello specifico all’interno della zona a traffico limitato. Ci occupiamo tuttavia anche di locazioni, essendoci tanti multiproprietari che non vogliono perdere tempo nella gestione degli affitti delle loro proprietà e che preferiscono avere un servizio a 360 gradi che li tuteli e che li permetta di far fruttare nel miglior modo possibili tutti questi capitali. Gli immobili che seguo spaziano da appartamenti di piccole dimensioni, monolocali e bilocali, destinati ad un target di investitori interessati a acquistare proprietà da mettere a reddito piuttosto che seconde case, fino ad appartamenti di elevato prestigio. Fatta eccezione per qualche raro caso gli edifici sono tutti palazzi storici edificati principalmente tra il 1200 ed i primi del 1900, in alcuni casi con affreschi, stucchi e finiture dell’epoca (quali travi a vista e pavimentazioni in seminato veneziano o palladiana a mosaico) finemente restaurate e preservate. Attualmente il nostro ufficio gestisce la vendita di un patrimonio immobiliare di quasi 50.000.000 di euro solo all’interno della città antica. Operando esclusivamente in questa zona prestigiosa insieme al mio partner operativo Matteo Pozzani abbiamo voluto studiare un servizio tailor made per le esigenze di ogni cliente, costruito su misura per lui in base al risultato che vuole ottenere ed all’altezza di ogni tipologia di immobile che il mercato della nostra zona offre.

C’è un forte turismo internazionale: questo come influenza il mercato?

Il centro storico di Verona, a differenza di Milano, Firenze, Venezia e Roma le quali da sempre godono di un afflusso di acquirenti internazionali anche con portafogli importanti, è una città che ha iniziato ad attirare solo negli ultimi anni buyers internazionali d’oltreoceano, oltre che Europei (principalmente francesi ed inglesi). Complice la bolla immobiliare che ha colpito Milano nei recenti periodi, molti buyers americani hanno iniziato a valutare positivamente anche Verona, grazie alla bellezza della sua romana città antica ed alla posizione geografica strategica, a metà strada tra Venezia e Milano e comoda all’autostrada del Brennero che collega con Austria e Germania. Precedentemente invece era considerata più come una città di passaggio da visitare in giornata o in occasione della stagione della Lirica in Arena, preferendo così Milano o Venezia come città dove stabilirsi ed eventualmente investire. Questo incremento di interesse ha quindi influenzato positivamente il mercato in quanto ha portato ad un amento della richiesta per determinate tipologie di appartamenti. Tuttavia il mercato del lusso a Verona è ancora dominato dai Veronesi, salvo qualche eccezione.

Identikit di chi compra immobile di pregio oggi a Verona?

Il profilo tipo di chi compra immobili di pregio a Verona è senza dubbio un imprenditore o un professionista affermato, nella maggior parte dei casi veronese o comunque un soggetto che ha scelto Verona come centro dei propri interessi professionali e familiari ed è alla ricerca di una proprietà da abitare con la propria famiglia. Nello specifico i buyers stranieri occupano pochi punti percentuali per quanto riguarda immobili sopra il milione di euro, gli acquirenti sono infatti per lo più italiani. Le caratteristiche ricercate sono spesso molto precise e comuni: autorimessa comoda sotto casa in grado di ospitare macchine di grandi dimensioni, ultimo piano con vista sui tetti o un appartamento con vista sul fiume Adige, un terrazzo o comunque uno sfogo esterno privato e godibile e metrature comprese tra i 200 ed i 500 mq.

Spesso sono figure note nel panorama cittadino, essendo Verona una piccola realtà, hanno ben chiaro quello che cercano e hanno anche dei tempi decisionali molto rapidi in quanto l’offerta per soluzioni con le caratteristiche sopra indicate è poca rispetto alla richiesta.

Quali sono le attrattive nei dintorni più appetibili?

Le attrattive più appetibili nei dintorni della città antica, oltre alla poesia che la stessa trasmette attraverso i racconti Shakespeariani, l’Arena, Piazza Bra, la pittoresca Piazza delle Erbe ed il romantico Ponte Pietra (potei andare avanti), sono sicuramente le Torricelle le quali consistono in una splendida zona collinare con bellissime ville ed una vista mozzafiato su tutto il centro storico, Castel San Pietro il quale domina la Verona Romana dall’alto, Castelvecchio ed i suoi merli per poi spostarsi verso la Valpolicella, terra di uno dei vini rossi italiani più diffusi in tutto il mondo, l’Amarone ed il Lago di Garda a soli 30 minuti di auto dal cuore della città antica il quale trasmette sempre aria di vacanze, caratterizzato da paesini e borghi tipici e dal quale si può godere di tramonti bellissimi. Verona tuttavia è ubicata in una posizione geograficamente perfetta sin dai tempi dei romani dove rappresentava l’incontro tra la Via Claudia Augusta, la Via Gallica e la Via Postumia. La bellezza della città è sicuramente anche data dalla sua varietà di paesaggi. Il lago di Garda, le colline della Valpolicella, la città antica ed i monti della Lessinia contribuiscono insieme a renderla unica.

Cosa personalmente ti piace di più del tuo lavoro? Il contatto con le persone, la condivisione di momenti importanti, la scoperta di location insolite?

Le cose che mi piacciono maggiormente del mio lavoro sono sicuramente il contatto con le persone, il fatto di instaurare ogni giorno nuove relazioni ed entrare nel mio piccolo nella vita di ogni persona. L’acquisto o la vendita di una casa sono sempre, o comunque spesso, un passo importante nella vita di una persona. Le case portano con se ricordi, emozioni e storie di vite vissute con le quali mi trovo spesso a tu per tu. Altre caratteristiche del mio lavoro che mi piacciono molto sono il fatto di scoprire luoghi nascosti all’interno dei vicoli della mia città e vedere la stessa da prospettive differenti, non visibili facendo una semplice passeggiata lungo le strade pubbliche, apprezzando così ancora di più le particolarità di ogni palazzo. La città vista dall’interno delle sue abitazioni ha una veste completamente diversa e trasmette sensazioni ed emozioni difficili da spiegare. Un altro aspetto che mi ha fatto sentire subito mia questa professione è il fatto di essere molto varia. Ogni giornata è frenetica, dinamica e diversa. L’unico che può pormi dei limiti nel raggiungere degli obiettivi  sono io, pertanto è una continua sfida contro il tempo e con me stesso. Poi certamente lavorare con immobili di prestigio è sempre molto piacevole ed entusiasmante. L’adrenalina di chiudere una trattativa importante dopo mesi e mesi di fatiche è inspiegabile, solo chi l’ha provato  può capire.

Parlaci della recente vendita nel palazzo storico nel centro città e perché ha destato così tanto interesse.

Nel 2020 i miei partner Graziano Neri, Matteo Pozzani ed Alberto Caldera hanno gestito con successo la trattiva per la vendita di Palazzo Marioni Muselli, allora di proprietà di Banca d’Italia. Il palazzo è stato acquistato da un noto sviluppatore di Verona il quale ha iniziato nell’estate 2022 un importante intervento di ristrutturazione dell’intero compendio immobiliare, originario del 1400 ed utilizzato da Banca d’Italia fino qualche anno fa come sede direzionale e residenza del direttore e del suo vice. Perché il palazzo sta destando  così tanto interesse? Ricollegandoci all’identikit dell’acquirente tipo per immobili di prestigio a Verona, le unità in fase di realizzazione rispecchiano appieno le caratteristiche ricercate da questa tipologia di buyers. Un palazzo imponente e di rappresentanza, spazi ampi, garage per qualsiasi tipologia di automobile, ascensori con accesso diretto alle abitazioni, magnifica vista sul fiume Adige e su Castelvecchio, privacy, terrazze private e la possibilità di personalizzare su misura in base alle proprie esigenze gli spazi interni delle residenze e le finiture. Oggi è sicuramente l’intervento immobiliare più prestigioso sul mercato e noi lo rappresentiamo in forma esclusiva con orgoglio dopo anni di duro lavoro.

Hai un profilo personale che richiama al prestigio e all’eleganza: come scegli cosa indossi e quali sono le tue passioni?

Ti confesso un segreto che sanno in pochi. Ogni mattina quando mi vesto e mi metto l’abito e la cravatta li considero il mio costume da su supereroe. Sapere di essere elegante e vestito bene mi motiva e contribuisce ad aumentare la consapevolezza che ho di me stesso dandomi l’energia di affrontare con il massimo della positività e della tenacia qualsiasi persona e situazione che mi trovo di fronte. Sembra bizzarro ma funziona. Svegliarsi la mattina e sentirsi come se si fosse già chi si vorrebbe diventare aiuta a raggiungere in maniera più veloce i propri obiettivi ed ad essere più sicuri delle proprie potenzialità. Come scelgo gli abiti che metto? A seconda dell’umore e delle occasioni. Un abito in particolare mi piace utilizzarlo per occasioni importanti, è il mio porta fortuna.

La mia passione più grande è la buona cucina. Sono un amante di ogni tipo di cucina tradizionale, mi piace sperimentare e cucinare in compagnia di amici oltre a provare esperienze gastronomiche di qualsiasi genere in qualsiasi luogo io mi trovi. Negli ultimi anni ho iniziato ad approfondire anche il mondo del vino,  il quale mi affascina molto. Ho frequentato il primo livello del corso da sommelier con la speranza di riuscire entro l’anno prossimo a concludere anche il secondo ed il terzo, tempo permettendo. Nel futuro imminente mi piacerebbe ricominciare a giocare a tennis, uno sport che mi è sempre piaciuto siamo dagli spalti che dal campo ma al quale non mi sono mai dedicato più di tanto.

Un agente immobiliare contemporaneo cosa deve comunicare?

Ritegno che nel 2023 un agente immobiliare contemporaneo debba comunicare la propria professionalità in qualità di consulente e non di semplice venditore. La differenza la fa un servizio professionale, empatico e trasparente in ogni fase. È finito il tempo dei mediatori di piazza improvvisati. Le persone sono sempre più informate ed istruite grazie anche alla semplicità di accesso alle informazioni dei giorni nostri, pertanto esigono giustamente una preparazione di livello superiore. Nel 2023 inoltre ritengo che un agente immobiliare debba comunicare la propria professionalità e contribuire ad istruire possibili acquirente e/o venditori sui processi di vendita ed acquisto, attraverso consigli e suggerimenti, anche mediante tutti gli strumenti mediatici disponibili nella tasca di ciascuno di noi. Parlo ovviamente dei Social Media, uno strumento di diffusione di informazioni e/o contenuti potentissimo il quale permette di raggiungere con un solo post centinaia di migliaia di persone. Ritengo pertanto che la nostra professione, basata prima di tutto sulle relazioni, si evolverà portando i professionisti migliori sempre più a relazionarsi in maniera innovativa sia offline che online.

Nicola Vinciguerra (a sinistra) con il socio Matteo Pozzani.

Cosa ti piace personalmente fare nel tuo tempo libero?

Nel mio tempo libero mi piace leggere, uscire in compagnia di amici a bere un aperitivo, organizzare cene in compagnia dove sfogare la mia passione per la cucina e trascorrere del tempo con la mia famiglia visitando posti nuovi o passando delle giornate all’aria aperta lontano dal trambusto cittadino. Mi piacciono tuttavia il mondo dell’arte e del design in quanto sono sempre stato una persona creativa. Trovo molto affascinante osservare un’opera o una realizzazione concepita da una mente creativa la quale ha voluto materializzare un concetto, un pensiero o una visione.

La casa dei tuoi sogni come deve essere?

Facendo questo lavoro la casa dei miei sogni sarà difficile da trovare. Tuttavia mi piacerebbe avere una casa estremamente moderna ed indipendente sulle colline che guardano il centro storico di Verona con un grande giardino, una piscina e delle grandi vetrate scorrevoli che creino continuità nella bella stagione tra l’interno della casa ed il giardino esterno. Arredata con mobili minimal e non deve mancare un camino nel soggiorno. Sinceramente tra tutte le case che ho visto in sei anni di attività professionale devo ancora incontrarla. Internamente la casa deve avere una grande zona giorno open space molto luminosa, con una cucina a vista con isola in marmo. Al piano superiore le camere, di cui la matrimoniale con una grande cabina armadio ed una stanza da bagno con doccia e vasca completamente in marmo. Al piano interrato, ovviamente con ascensore interno, una piscina coperta dove poter fare qualche vasca ed una palestra.

Se dovessi scegliere altre città dove vivere e lavorare quali sceglieresti?

Se mi avessi fatto la stessa domanda qualche anno fa o se me la rifacessi nuovamente tra qualche anno probabilmente le risposte potrebbero cambiare. Tuttavia oggi se dovessi scegliere una città dove andare a vivere e lavorare sceglierei New York. La ritengo una città stupenda ed affascinante, oltre al fatto che per quanto riguarda la mia professione è la città più competitiva al mondo nella quale operano i migliori agenti immobiliari del pianeta. Sono in una fase della mia vita dove condurre una vita frenetica non mi spaventa, anzi mi stimola fortemente a perseguire i miei obiettivi. Forse tra vent’anni potrei risponderti di voler andare a vivere su un eremo in Tibet lontano da tutto e da tutti per godermi il lusso del silenzio e della pace dei sensi, ma avremmo sicuramente occasione di riparlarne.

Hai un idolo o una personalità a cui ti ispiri?

Il mio idolo ed il mio mentore, al quale mi ispiro e tramite il quale mi formo professionalmente in continuazione è Ryan Serhant, fondatore di SERHANT. ed uno dei migliori agenti degli Stati Uniti e forse del mondo. Condivido appieno la sua visione della nostra professione e la cultura del lavoro che trasmette. Tuttavia senza andare troppo lontano un altro grande esempio di tenacia, duro lavoro, visione e perseveranza lo riscontro nel fondatore del Gruppo Tecnocasa Oreste Pasquali, che ho avuto il piacere di conoscere personalmente in più occasioni e che è riuscito a trasmettermi appieno la passione per il lavoro e l’etica professionale che gli hanno permesso di rivoluzionare il settore immobiliare italiano creando dal nulla il gruppo immobiliare più grande d’Europa.

Cosa consiglieresti di fare a chi vuole comprare a Verona oggi?

Sicuramente ad una persona che viene da fuori e che ne ha la possibilità consiglierei di acquistare un appartamento in centro storico per diverse semplici ragioni. Negli ultimi tre anni la città antica rispetto a molti quartieri limitrofi ha dimostrato di reggere discretamente bene il mercato. I prezzi sono rimasti in media stabili e la domanda di immobili in acquisto non è mai calata. Tradotto, acquistare un immobile all’interno del centro storico consente di investire i propri capitali in una proprietà assoggettata in maniera inferiore alle fluttuazioni di mercato rispetto alle altre zona, consentendo così all’investimento di mantenere nel tempo il proprio valore. Consiglio sempre di rivolgersi ad un professionista qualificato che conosca in maniera approfondita la zona e che sappia aiutarti a trovare la soluzione ideale per le tue esigenze seguendoti in ogni fase. Essendo la maggior parte palazzi antichi con documenti vetusti e vincoli monumentali è fondamentale essere affiancati da un professionista che verifichi tutta la documentazione di un immobile e che sia zelante nel supervisionare il processo di acquisto.

E invece una indicazione sui luoghi nascosti della città?

Verona essendo una città romana è piena di luoghi nascosti nelle immediate vicinanze delle principali piazze e vie di interesse storico e culturale. I miei preferiti sono la splendida Via Sottoriva, che costeggia il fiume Adige e trae il suo nome dal fatto che era spesso allagata. È caratterizzata da una serie di portici che conferiscono ancora alla via un sapore medioevale e da alcuni palazzi risalenti al 1200/1300 impreziositi al loro interno da splendidi affreschi. Un altro luogo particolare ed affascinante è Corte Sgarzarie, la quale in epoca medioevale quando il commercio della lana era una delle primarie attività economiche, rappresentava il cuore pulsante delle attività economiche di commercianti e artigiani. Tra l’altro ospita anche una delle aree archeologiche romane più importanti della città antica. La lista potrebbe proseguire con molti altri luoghi pubblici lontani dai riflettori dei tradizionali percorsi turistici, ma i luoghi a mio avviso più suggestivi sono i cortili interni di alcuni palazzi privati. Dalla strada risultano invisibili, ma una volta all’interno ogni cortile e giardino racconta una storia unica e piena di poesia. Talvolta anche le dimore più storiche riescono a stupire. All’interno di un appartamento che sto vendendo è stato trovato dai restauratori, arrotolato tra i sassi dell’Adige che ne compongono le murature interne, un bigliettino in latino volgare recante una scritta. Probabilmente un messaggio lasciato dall’artista che realizzò gli affreschi di questa splendida dimora il quale voleva avvisare qualcuno del fatto che quel giorno Porta Palio non era sorvegliata da nessuno, pertanto era possibile accedervi senza dover pagare il dazio.  

Read in:

Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Christian D’Antonio (Salerno,1974) è direttore responsabile della testata online di lifestyle thewaymagazine.it. Iscritto all’albo dei giornalisti professionisti dal 2004, ha scritto due libri sulla musica pop, partecipato come speaker a eventi e convegni su argomenti di tendenza e luxury. Ha creato con The Way Magazine e il supporto del team di FD Media Group format di incontri pubblici su innovazione e design per la Milano Digital Week e la Milano Design Week. Ha curato per diversi anni eventi pubblici durante la Milano Music Week. È attualmente ospite tv nei talk show di Damiano Gallo di Discovery Italia. Ha curato per il quartiere NoLo a Milano rassegne di moda, arte e spettacolo dal 2017. In qualità di giudice, ha presenziato alle manifestazioni Sannolo Milano, Positive Business Awards, Accademia pizza doc, Cooking is real, Positano fashion day, Milan Legal Week.
Ti potrebbe interessare:

Golosaria, appuntamento del gusto

Golosaria, la rassegna di cultura e gusto che per il dodicesimo anno, dall’11 al 13 novembre, rinnoverà a Milano l’appuntamento

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”