Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 10/08/2021

Al London Design Festival si parla di clima

V&A annuncia il programma di settembre incentrato sul pensiero progettuale nella sfida del cambiamento climatico e sull'offerta di opportunità ai giovani

Questo settembre gli spazi del museo Victoria & Albert a Londra verranno trasformati con progetti speciali che affrontano alcune delle più grandi sfide che la società deve affrontare oggi. Si tratta delle tematiche del London Design Festival 2021, in un’edizione molto più vicina alle tematiche sociali che in passato.

Nell’ambito della programmazione del V&A per il London Design Festival, sono stati annunciati un padiglione costruito con l’alluminio a minore impronta di carbonio al mondo, un abito couture in crescita in tempo reale indossato da un robot artista e il primo Friday Late di persona del museo per oltre un anno.

Per l’edizione 2021, dal 18 al 26 settembre, il London Design Festival in vista dell’appuntamento che il Regno Unito ospiterà (il più importante summit internazionale sul clima, COP26, a novembre) si vedranno installazioni, progetti, performance ed eventi sul pensiero progettuale nella sfida del cambiamento climatico. In mostra ci saranno progetti incentrati su un futuro a basse emissioni di carbonio, l’economia circolare e la giustizia climatica. I progetti curati dal V&A includono Between Forests and Skies di Nebbia Works, un padiglione immersivo in alluminio a basse emissioni di carbonio che sembrerà galleggiare nello stagno di The John Madejski Garden al V&A e consentirà ai visitatori di entrare e interagire. Placeholders di Juliet Haysom e Aude-Line Duliere è un esercizio di economia circolare, che facilita il riutilizzo delle pietre Aston Webb Screen come arredo urbano su Exhibition Road. La casa di moda Auroboros di Paula Sello e Alissa Aulbekova presenterà un abito couture in crescita in tempo reale indossato da Ai-Da – il primo artista robot al mondo – che crescerà e si sfalderà durante il festival mentre Ai-Da disegna un autoritratto che può essere sperimentato virtualmente.

Ci saranno installazioni di designer emergenti insieme a conferenze, eventi, tour e altro ancora.
Tin Drum, il principale studio di realtà mista e sviluppatore tecnologico al mondo, e l’acclamato architetto giapponese Sou Fujimoto, hanno collaborato a una installazione stimolante “ARchitecture + Reality” che mira a illustrare i collegamenti tra la vita moderna, lo spazio progettato e il cambiamento climatico. Fai un viaggio alla scoperta delle caratteristiche naturali e architettoniche che lentamente si trasformeranno e si evolveranno in base al movimento nello spazio. L’installazione sarà accompagnata da una partitura che unisce suoni naturali e composizione originale.

A Chelsea, quartiere alla moda e ricco di artisti a sud di Londra, ci sarà un padiglione immersivo in alluminio a basse emissioni di carbonio che sembra galleggiare nell’acqua. Progettato da Nebbia Works, illustra la forza e la durata dell’alluminio come materiale. L’installazione si chiama “Between Forests and Skies”.



Leisure - 27/02/2019

Le arti si incontrano nell’opera di Bruno Munari

Bruno Munari (Milano, 1907-1998), designer, scrittore e uno dei massimi protagonisti dell'arte p [...]

Travel - 24/11/2018

Edonismo e volersi bene a Le Barrière di Parigi

In città o leggermente fuori nella pace dei laghi, la quintessenza dell'ospitalità francese regna [...]

Leisure - 06/10/2019

“Extravergine” su FoxLife: commedia surreale con Lodovica Comello

Dopo Romolo + Giuly. La guerra mondiale italiana, Fox Networks Group Italy prosegue il suo impegno [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!