Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 24/12/2019

Anteprima Giappone: Ritz-Carlton a Nikko dal design di lusso

Un progetto impareggiabile e stupendo: Layan Architects + Designers di Melbourne, in Australia, sta lanciando un concetto di natura avvolgente negli arredi.

La destinazione è già una meta di avventura e spiritualità in una dimensione lontana dagli stereotipi, sia occidentali che orientali. Siamo in Giappone, per l’apertura di un nuovo spettacolare resort della catena Ritz-Carlton a Nikko.

Situato sulla sponda orientale del lago Chuzenji in un quartiere che è stato la residenza estiva dei dignitari stranieri dalla fine del XIX secolo, The Ritz-Carlton, Nikko aprirà le sue porte il 22 maggio 2020. Due ore e mezza a nord di Tokyo , Nikko è rinomata per la cascata di 97 metri delle cascate di Kegon e la splendida architettura di santuari shintoisti e templi buddisti collocati in un sito patrimonio mondiale dell’UNESCO. Adattandosi a questa posizione distinta, il resort di lusso accoglierà i visitatori in spazi raffinati che uniscono l’estetica giapponese e occidentale in modi sofisticati.

Layan Architects + Designers di Melbourne, in Australia, sta supervisionando il design degli interni degli spazi pubblici, delle camere e delle suite dell’hotel. Il titolare Johannes Hart commenta: “Entrando in The Ritz-Carlton, Nikko, l’ospite sarà immediatamente abbracciato da un ambiente sofisticato, caldo e accogliente, che ricorda la casa di un ricco signore. Non ci sono spazi opulenti o troppo grandi, lo spirito di Nikko, in effetti la stessa filosofia di design di questo hotel, è tutto incentrato sulla natura e immergersi nella bellezza del luogo”.

Gli ospiti verranno introdotti in spazi che mettono in mostra l’estetica apprezzata dai giapponesi: la transizione di luci e ombre, l’abbondanza di trame di legno e pietra naturali e il cambiamento delle stagioni.

All’arrivo, la calma oscura della hall d’ingresso rivestita in pietra nella luce soffusa. Poi la vista sul cortile, feritoie in legno naturale e pannelli in legno dipinti a mano vintage recuperati dalla proprietà di 120 anni che un tempo si trovava in questo sito aggiungono interesse allo spazio.

Opere a cura dell’Artfront Gallery Co., Ltd. con sede a Tokyo, come sculture in pietra e ferro di artisti nazionali e internazionali, completano la scena. I materiali sono esposti in tutto l’hotel nella loro forma naturale, finiture parte integrante del vero lusso di The Ritz-Carlton, Nikko pongono enfasi sulla bellezza effimera. Al di là di questo spazio di passaggio, tre zone distintive formano il cuore dell’hotel come area pubblica principale: The Lobby Lounge, The Library e The Bar. Situate su un lungo asse rettangolare, queste aree rilassanti sono collegate da viste sul lussureggiante giardino dell’hotel con il lago Chuzenji e le montagne circostanti.

Al centro, The Library culla gli ospiti in uno spazio accogliente arredato con tappeti trapuntati a mano, un tavolo di noce massiccio progettato su misura e due caminetti che forniscono punti focali su entrambi i lati. All’estremità opposta si trova il Bar, dove una scintillante esposizione ambrata di whisky giapponesi e internazionali si trova su una mensola a tutta altezza fatta di piastrelle di ceramica giapponese smaltate a mano.
Le 94 camere e suite di The Ritz-Carlton, Nikko uniscono anche un tocco moderno con un’elegante estetica giapponese. Di dimensioni generose da 57 a 277 metri quadrati, tutte le residenze dispongono di un balcone privato che si fonde perfettamente con un’area lounge engawa (nell’architettura giapponese, la striscia di bordo di pavimenti solitamente in legno o bambù).

Ispirato al tradizionale design residenziale giapponese, questo spazio funziona in modo flessibile come un’estensione del balcone o come parte degli interni, ampliando la stanza e l’esperienza degli ospiti dei magnifici dintorni. In ogni stagione gli ospiti possono fare il bagno alla luce naturale e godersi l’aria fresca dell’altopiano insieme alle viste spettacolari sul lago Chuzenji o sul monte Nantai, una montagna sacra venerata fin dall’antichità. I tocchi giapponesi si riflettono anche nei bagni in pietra di dimensioni generose. Ognuna è dotata di una vasca da bagno a immersione totale e di una doccia che si affaccia su un giardino roccioso Zen.
I toni tranquilli della terra e l’ampio uso del legno e della pietra contribuiscono alla tranquilla atmosfera delle camere e suite accuratamente realizzate, dove varie funzioni sono sovrapposte l’una all’altra per creare un’esperienza di fluidità e sorprendente spaziosità.

Sono disponibili sedici camere comunicanti per ospitare comodamente chi viaggia in vacanza con la famiglia allargata o gli amici. Come in tutti gli spazi dell’hotel, gli ospiti sono al centro di un’esperienza in cui storia, cultura e artigianato locale si intersecano per creare un paradiso senza tempo di pace e serenità.



Leisure - 03/01/2020

“Le realtà ordinarie”, pittura contemporanea a Bologna

Le realtà ordinarie a cura di Davide Ferri , è una mostra presso Salone Banca di Bologna di Palazz [...]

Leisure - 29/09/2019

La “pittura-poesia” vero linguaggio di Joan Miró al PAN di Napoli

Inaugurata al PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, la mostra Joan Miró. Il Linguaggio dei Segni, l [...]

Leisure - 30/12/2018

Antonella Ruggiero: “La musica libera fa bene all’anima”

"Prima di scrivere qualunque cosa, per favore, ascoltate il mio disco", dice Antonella Ruggiero, can [...]

Top