6 Giugno 2022

Aperto “Humano”, al Brera Design District incanta l’arte di Joaquin Morodo

Il progetto è stato curato dal collettivo creativo Entertainment Architecture BE.ON DVYSION di cui l’artista fa parte, con la collaborazione di The Way Magazine, la rivista online della creatività e CDS cloudsolutiøns per quanto riguarda tutta la realizzazione digital.

6 Giugno 2022

Aperto “Humano”, al Brera Design District incanta l’arte di Joaquin Morodo

Il progetto è stato curato dal collettivo creativo Entertainment Architecture BE.ON DVYSION di cui l’artista fa parte, con la collaborazione di The Way Magazine, la rivista online della creatività e CDS cloudsolutiøns per quanto riguarda tutta la realizzazione digital.

6 Giugno 2022

Aperto “Humano”, al Brera Design District incanta l’arte di Joaquin Morodo

Il progetto è stato curato dal collettivo creativo Entertainment Architecture BE.ON DVYSION di cui l’artista fa parte, con la collaborazione di The Way Magazine, la rivista online della creatività e CDS cloudsolutiøns per quanto riguarda tutta la realizzazione digital.

Dieci opere ispirate ad altrettanti maestri dell’arte degli ultimi secoli compongono una passeggiata multimediale tra arte, design e cultura dell’abitare al Fuorisalone 2022 di Milano. Le ha create in digitale l’artista spagnolo, naturalizzato a Milano, Joaquin Morodo, e fanno parte dell’evento “HUMANO” che The Way Magazine contribuisce a promuovere in questa Milano Design Week 2022.

“Progettare il presente, scegliere il futuro” è il tema della Brera Design Week 2022, ma rappresenta anche il nucleo centrale della mostra digitale di NFT di Joaquín Morodo, artista spagnolo che durante il Fuorisalone espone a Milano, all’interno di un convento del Seicento. In questa straordinaria cornice, i visitatori per tutta la settimana del Fuorisalone 2022 (7-12 giugno) potranno immergersi in una “passeggiata” multisensoriale, visiva e sonora, affascinati dallaraffinatezza di un percorso museale e da una installazione minimalista e dinamica, volta a un futuro sempre più digitale. La collezione di NFT dell’artista, esposta in “cornici digitali” LED, crea un percorso riflessivo e cromatico scandito da un racconto sonoro firmato The Glaze Friendz, band sperimentale di cui Joaquín Morodo è frontman, lead singer e co-produttore, inscenato in un ambiente multimediale e introspettivo, carico di espressioni subconsce emerse dal patrimonio intellettivo dell’essere umano.

La collezione di NFT dell’artista crea un percorso riflessivo e cromatico scandito da un racconto sonoro firmato The Glaze Friendz, band sperimentale di cui Joaquin Morodo è frontman. 

Humano è in linea con il tema della Brera Design Week 2022 “Progettare il presente, scegliere il futuro”, trovare soluzioni oggi per affrontare le sfide di domani, integrando lo sviluppo digitale, tra esperienza online e fisiche. 

Roseto Design Square è il nome della location, che per la prima volta apre le porte a un pubblico internazionale grazie a Roseto Group, società che si occupa di servizi immobiliari a 360 gradi, che sostiene in modo attivo il mondo della cultura attraverso Roseto Artwork.

Il progetto è stato curato dal collettivo creativo Entertainment Architecture BE.ON DVYSION di cui l’artista Joaquin Morodo fa parte, con la collaborazione di The Way Magazine, la rivista online della creativitàe CDS cloudsolutiønsper quanto riguarda tutta la realizzazione digital. Roseto Design Square è il nome della location, che per la prima volta apre le porte a un pubblico internazionale grazie a Roseto Group, società che si occupa di servizi immobiliari a 360 gradi, che sostiene in modo attivo il mondo della cultura attraverso Roseto Artwork, una ricca collezione internazionale d’arte contemporanea. Le opere vengono valorizzate con l’esposizione all’interno diresidenze di prestigio. Due dei lavori realizzati per questa mostra, sono stati acquistati dal gruppo.

Ecco l’elenco delle opere con la descrizione fornitaci dall’artista.

1- AUDITORIUM LIBERTATEM
Un omaggio al pittore Eugène Delacroix alla libertà al popolo rappresentato non col fucile in mano ma con la chitarra che viene suonata dalla band dove milita Joaquin, la Fender Stratocaster. Nella mano destra i fiori di mimosa richiamano alla femminilità e uguaglianza dell’iconografia francese.

2 – ROSA ROSAE
Tributo al comune di Rosate dove è nata Roseto, con lo stemma spezzato, sette rose e la corona. Sullo sfondo il campanile del municipio della cittadina in provincia di Milano dove storicamente passò anche la dominazione spagnola. Il latino che fa parte del bagaglio culturale dell’autore.

3 – MORTIFERUM TEMPUS
Il fiammingo Pieter Paul Rubens aveva attinto dalla mitologia classica per dipingere il macabro episodio di Saturno che divora suo figlio. I rapporti famigliari nei paesi latini specialmente sono scanditi dal tempo che è il bene più prezioso che abbiamo. Sia il rapporto “humano” che quello di coppia sono sempre in bilico tra sano e patologico.

4 – FALSA TEMPORE AC SPATIO VANESCUNT
Dal dipinto del Greco, pittore alla corte spagnola, emerge il cavaliere senza faccia con un acquario con pesci che rappresentano il Cristianesimo. Un neonato sul pesce più grande simboleggia i compromessi con cui ci accostiamo al credo. Il protagonista con la mano nel petto è ritratto in un gesto di ossequio. Al posto della tunica indossa una stampa di un brand di moda francese che è un sostegno al made in Italy per contrapposizione.

5 – L’ARCHITETTURA È FEMMINA
Una parola femminile per i tempi di moda a-gender che viviamo, per un quadro minimalista, con riferimento alla scarpa di Andy Warhol che ingloba l’edificio moderno più emblematico di Milano, la torre Unicredit capovolta che si vede dalla sede di Roseto. Improvvisazione nell’arte e sensibilità femminile nella stessa opera.

6 – LANGOSTA TELECOM
Telefono aragosta, dal titolo di una scultura di Salvador Dalì, riprende la Galizia, i frutti di mare e lo spazio e la distanza che c’è ora tra l’artista e la sua terra che non visita spesso come vorrebbe. Un richiamo alla nostalgia, al suono, ai sapori, allo strumento di comunicazione per eccellenza.

7 – OBSESSIVE GRAFFITI
Una tv anni 80 che comunica immagine e suono con Jean-Michel Basquiat padre del “vandalismo” street stle. Antenne spezzate per un uomo non ben collegato, caduto nelle dipendenze che non ha potuto godere il suo successo. Accanto, una rosa richiama Roseto.

8 – GALICIANS
Bartolomé Esteban Murillo aveva dipinto “Galiziane alla finestra”. Morodo ne riprende una con una bocca cambiata per riportarla al volto della mamma galiziana. Realizzato con volontario mix cromatico che rispecchia la metodologia di creazione di Morodo anche in musica: l’intuito è alla base.

9 – FLY DOWN
Omaggio a Leonardo, con Arturito che arriva in volo, attraversando le sezioni del manoscritto originale dell’artista geniale. L’incanto del volo degli uccelli che sono i pet preferiti dell’artista e il relativo studio di prospettive su cosa portano (una noce al posto del cervello): una critica a quelli che non permettono di guardare su. Un incoraggiamento alle potenzialità dell’Humano.

10 – HIJA DE PUTIN
Omaggio a Caravaggio con la testa di Medusa che da un lato rivela il volto dell’oligarca russo. Ci sono due rotolate digitali che richiamano i colori inversi della bandiera dell’Ucraina con i campi di grano e cielo ribaltati per sottolineare il valore e il lusso dello sbaglio. Un chiaro richiamo del tempo attuale.

Read in:

English English Italian Italian
Ti potrebbe interessare:

Mario Acampa, l’opera su Sky

T.A.O Tutti all’Opera, il nuovo programma in onda su Sky, Classica HD, sa stasera  è tutto dedicato al mondo dell’opera

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?