Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 01/10/2020

Ares S1 Project, la hypercar per guida emozionale

Ventiquattro esemplari della S1 Project saranno costruiti su ordinazione, con la produzione che inizierà a gennaio 2021.

La casa automobilistica modenese ARES ha tolto i veli all’ultima nata nella famiglia ARES: la S1 Project, una supercar interamente progettata dall’azienda italiana, concepita per creare un’auto che racchiuda il design di una hypercar, le prestazioni di una supercar e il prezzo di una sportscar.

Il Centro Stile di ARES, per raggiungere il massimo livello di stabilità e performance aerodinamiche ha creato una carrozzeria composta da pannelli in fibra di carbonio realizzati a mano che danno vita a una sinuosa la silhouette con grandi passaruota e l’abitacolo in posizione avanzata. Caratteristiche che conferisocno alla vettura la massima deportanza e la minima resistenza aerodinamica. 

Il suo design filante e le sue prestazioni sono esaltati dallo spoiler posteriore attivo e dallo scarico con le uscite posizionate sul cofano motore, un dettaglio che cattura gli sguardi e lascia libera e pulita l’area dell’estrattore posteriore.

Il cuore di questa supercar è il V8 aspirato posizionato centralmente che vanta una possente accelerazione consentendo di ottenere uno 0-100 km/h in 2.7 secondi, avvolti dall’appagante ruggito del suo motore ad alto numero di giri. A completare l’impressionante arsenale tecnico della nuova supercar dell’atelier modenese ci pensano la centralina elettronica ottimizzata da ARES Design e un sistema di scarico realizzato su misura, che portano la potenza massima a 715 CV, scaricati sulle ruote posteriori dalla trasmissione a doppia frizione a 8 rapporti.

Dotata di sospensioni a doppio braccio oscillante con assi in alluminio forgiato e Magnetic Ride Control elettronico adattivo, la S1 Project offrirà ai suoi proprietari un’esperienza di guida emozionale senza risultare mai difficile da gestire. 

All’interno di Ares S1, l’abitacolo della vettura fa ampio uso di linee minimali ma eleganti, che creano un effetto tridimensionale che avvolge il guidatore e il passeggero, con tutti i comandi essenziali contenuti all’interno della console centrale e dell’ampio touchscreen. Lo stile e i materiali saranno curati dagli artigiani di ARES Design, che rifiniranno l’abitacolo anche utilizzando Alcantara, pelle Nappa e i più raffinati pannelli in fibra di carbonio e alluminio per dare vita ad un ambiente di guida sorprendente, ma funzionale.

Dany Bahar, co-fondatore di ARES, ha commentato: “Siamo lieti di annunciare questa vettura che segna un nuovo capitolo per ARES, essendo la prima auto interamente progettata dal nostro team di sviluppo. Abbiamo fatto approfondite ricerche, parlando con i nostri clienti attuali e potenziali, per scoprire cosa cercavano veramente in una supercar, e più volte è emerso il loro desiderio di divertirsi alla guida di un’auto, di godersi l’esperienza e di non doversi preoccupare della potenza che le auto sportive di oggi ormai hanno. Così ci siamo impegnati nel rispondere a questa volontà. L’obiettivo dunque non era quello di produrre la supercar più veloce, più leggera o tecnologicamente più avanzata. Vogliamo piuttosto produrre un’auto che i nostri clienti desiderino, che sia semplice e divertente da guidare e che sia semplicemente stupenda da guardare: con la S1 Project so che riusciremo a realizzarla”.

Ventiquattro esemplari della S1 Project saranno costruiti su ordinazione, con la produzione che inizierà a gennaio 2021.



Travel - 26/06/2019

All’aeroporto di Singapore le cascate al chiuso più alte del mondo

Un aeroporto che cresce per numero di passeggeri ogni anno del 3% sta per diventare un olosso mondia [...]

Leisure - 29/10/2019

A Genova scienzati e artisti analizzati geneticamente

Qual è il filtro che ci permette di cogliere il bello? In che modo percepiamo l'arte, in tutte le s [...]

Travel - 05/03/2019

Conosci l’Overbooking? Come evitarlo e come ottenere un rimborso se ne sei vittima

Ti è mai stato negato un imbarco aereo a causa di overbooking o conosci qualcuno che ne ha avuto es [...]

Top