Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 02/03/2016

Chiara Luzzana, sound designer al Brera Design District

Chiara Luzzana è un’artista che crea con i suoni. Una sound designer che va in giro per le città con strumenti di “cattura sonora” costruiti in proprio, registra i battiti metropolitani e li assembla in modo da farli sembrare una colonna sonora. Ha lavorato molto a New York, Shanghai e Tokyo e ora ritorna a Milano per il Fuorisalone 2016. La particolarità del nuovo progetto di Chiara Luzzana, “The Sound of City”, è stata riconosciuta dagli organizzatori dell’ edizione 2016 di Brera Design District che ha come tema “Progettare è Ascoltare”. Chiara Luzzana sarà ambassador della manifestazione (11-17 aprile a Milano) perché, per i promotori, “un bravo designer di qualsiasi disciplina con il suo lavoro riesce a vedere il mondo come sarà”. Ricerca e ascolto sono legati ed è proprio questo alla base dell’arte di Chiara.

chiara luzzana a Brera

Da dove arrivi e come ti sei accostata all’arte dell’ascolto metropolitano?

Sono di Lecco, vivo tra Milano e Shanghai. Ti faccio l’esempio del lavoro che ho fatto per Swatch alla scorsa Biennale di Venezia. Ho registrato il suono di ogni singolo ticchettio ed ingranaggio degli orologi, ho trasformato rumori e suoni degli oggetti senza nessuno strumento vero, solo ascoltando ingranaggi, lancette, quadranti, vetri nelle fabbriche Swatch.

Per The Sound of The City hai scelto il quartiere Brera. Perché?

Brera è musica ancor prima di iniziare a comporla. C’è un’acustica unica, ha contraddizioni tra vita notturna eccentrica e mattinate silenziose, che mi hanno permesso di registrare l’apparente silenzio, la vita che nasce, il vociare di studenti ricchi di ambizioni.

Quando hai realizzato la tua indagine sonora?

L’idea era creare la colonna sonora di ogni città a partire dai suoni caratteristici di ciascuna di esse. L’anno scorso l’ho fatto a Shanghai. A Milano, parte del fondamentale di Brera è anche l’Accademia: sono entrata in quel mondo nelle prime ore del mattino, quando ho trovato quel silenzio che nonostante sia milanese da un pezzo, non avevo mai sentito in città.

È meno rumorosa rispetto ad altre città?

Brera sicuramente lo è. Ho trovato suoni interessanti, ho stuzzicato i materiali, perché io sfrego le statue, muovo le corde, ascolto tutto quello che mi colpisce.

Il pubblico come reagisce?

È difficile educare all’ascolto, è un po’ la mia missione, il compromesso con le mie composizioni è far capire che da quello che comunemente viene chiamato rumore, puoi sentire musica. Quando ascolti ciò che presento, è come se fosse una colonna sonora vera, generata, creata dai suoni puri che all’orecchio non è musica concreta, non ha un filo logico.

Come lo rendi fruibile?

All’orecchio risulta avere armonie e melodie generate da vari strumenti “naturali”. Li sovrappongo, il suono puro viene riconosciuto, non viene stravolto. Questa ricerca artistica è un progetto discografico che prevede la pubblicazione di un vinile delle colonne sonore a ottobre. Per il Distretto di Brera realizzeremo ad aprile delle performance in luoghi con acustica che si presta a questo tipo di ascolto.

www.thesoundof.city

www.breradesigndistrict.it



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Leisure - 03/02/2017

Elisa ci mostra le tre vie per una canzone

Il 12, 13 e 15 settembre Elisa si esibirà all’Arena di Verona per tre live durante i quali ce [...]

Travel - 26/12/2017

Riapre per Capodanno l’Hotel Barrière Le Majestic a Cannes

Un posto aristocratico e moderno, nel cuore di Cannes, perla della Costa Azzurra, e con una tradizio [...]

Leisure - 19/05/2017

Gabriele Muselli e la sua musica: “Sono le relazioni vere a ispirarmi”

Incontriamo Gabriele Muselli, 19 anni, cantautore generazione Millennial di Milano, davanti al mural [...]

Top