Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 04/05/2016

Flos e Vincent Van Duysen, binomio illuminato

Il designer e artista Ron Gilad ha presentato i prodotti come dipinti o sculture, dentro delle nicchie, creando l'effetto-galleria per queste opere di design.

Flos, di Merano dal 1962 è leader in soluzioni innovative per prodotti e sistemi di illuminazione di altra qualità e design, tratta ormai le sue creazioni come se fossero opere d’arte.

E in realtà l’illuminazione Flos con l’arte ha molto a che fare. La collaborazione con l’architetto belga di fama mondiale Vincent Van Duysen ha prodotto al Flos Professional Space di corso Monforte a Milano un’installazione di nuovi apparecchi di illuminazione per le collezioni Architectural e Outdoor. Flos punta molto sulla divisione outdoor dal 2015, da quando ha acquisito l’italiana Ares, azienda di illuminazione architetturale per esterni.

I colori di queste nuove lampade sono quasi tutti primari, sia per gli spazi commerciali che per quelli esterni o a uso residenziale. L’astrattismo a cui si ispirano è stato coordinato per l’esposizione negli spazi milanesi dal designer e artista Ron Gilad che ha presentato i prodotti come dipinti, dentro delle nicchie in cornici di legno o come delle sculture come se fossero in galleria. Nel Fuorisalone si trovavano posizionati a terra o su piedistalli bianchi.

Vincent Van Duysen

Vincent Van Duysen ha creato collezioni sofisticate di illuminazione per Flos.

Infra-Structure è la rielaborazione di Vincent Van Duysen del tipico linguaggio Bauhaus, il primo e più importante esempio del Novecento di dialogo tra cultura e tecnologia. L’architetto belga lo ha riletto creando un network di luce con una struttura tubolare che richiama l’illuminazione industriale usando LED e la tecnologia magnetica di Flos per distribuire la potenza luminosa.

Il pezzo forte è però Casting, l’elegante luce a doppia emissione per uso esterno, con una base e top di alluminio e un pezzo centrale di vetro per la diffusione luminosa. Ci sono sofisticati modelli squadrati e altri più simili a delle sculture, con una singola emissione di luce che prendono forma semicircolare. Impressionante il singolare uso di materiali, che vanno dal bronzo ossidato al cemento e al ferro.

Le collaborazioni internazionali non si limitano agli eventidi Milano. Flos si prepara all’importante New York Design Week dove il 14 maggio verrà svelata un’installazione del designer cipriota naturalizzato a Londra, Michael Anastassiades. La lampada Superloon di Jasper Morrison è stata recentemente premiata nella categoria illuminazione agli Edida Award, i premi della rivista Elle Deco.

I monomarca Flos sono presenti a Roma, Mlano, Parigi, Hong Kong, Stoccolma, New York e Lione.

Per info sull’azienda qui

per info sull’architetto belga Vincent Van Duysen qui




Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 05/04/2018

Verso SanNoLo 2018 – Maria Morbegno: “Vi racconto l’eleganza di Rovyna Riot”

Verso Sannolo 2018 si arriva anche al capitolo moda. Come tutte le dive giunte a noi per aspera ad a [...]

Society - 07/03/2018

Gennaro Esposito: “Il pomodoro è buono anche per la ricerca”

Lo chef due volte stellato di Vico Equense, Gennaro Esposito, ha fatto della tradizione napoletana i [...]

Design of desire - 07/04/2018

I ritratti sfaccettati di Massimo Perna

Appassionato d'arte e di innovazione, Massimo Perna con una manciata di post sui social media ha fat [...]

Top