Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 12/04/2016

Fuorisalone 2016, straordinario l’orto cinetico di Piuarch

Piuarch, lo studio fondato 20 anni fa a Brera da Francesco Fresa, Germán Fuenmayor, Gino Garbellini e Monica Tricario si è fatto promotore di una delle installazioni più interessanti di questo Fuorisalone 2016.

Si tratta dell’orto cinetico sul tetto dell’edificio che ospita lo studio di architetti. Si accede da via Palermo 1, si entra in una realtà parallela di cortili antichi inesplorati, si salgono delle strette scale e si raggiunge uno dei tetti degli edifici nel cuore di Brera. Sembra di essere in campagna in piena città. Rumori assenti, colori vivaci, finalmente Milano vista dall’alto con la natura è decisamente un’altra cosa. È in realtà un omaggio all’artista venezuelano Carlos Cruz-Diez con essenze botaniche che compongono giochi cromatici nell’ex spazio industriale che ospitava un tempo una tipografia. Oggi, in collaborazione con il paesaggista Cornelius Gavril, sono stati usati fiori ed essenze per disegnare lo spazio come se fosse un moviemento da arte optical.

In un allestimento che farebbe felice Michelle Obama, promotrice degli orti sui grattacieli di New York qualche anno fa, vedrete insalata rossa e verde, due varietà di viola, fiori in arancione e azzurro disposti in linee rette che si ripetono continuamente.

Partner del progetto sono Verde Vivo che ha curato la preparazione delle piante e Vivai Mandelli che ha realizzato l’allestimento. Ci ha detto Nemo Monti, comunicatore dell’inziativa: “Il nostro modo per rivelare un pezzo verde di Milano che non ti aspetti è proprio questo. E per essere aprile a Milano è anche a buon punto dal punto di vista della crescita, considerato che le temperature miti stanno arrivando solo ora”. Un buon auspicio per il design. E per il raccolto.

 

Per info su Brera Design District e Piuarch vistate il sito dell’azienda e quello del distretto.

 



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 24/09/2016

La Perla, Julia Haart porta la liberazione nella lingerie

La Perla è sulla strada dell'aggiornamento dei miti. Uno dei capisaldi del made in Italy, fonda [...]

Society - 20/05/2016

L’aperitivo? Negli studi d’architettura

Milano (dal 17 al 20 maggio) è la seconda tappa dell'edizione 2016 di ArchitectsParty, gli aperitiv [...]

Fashion - 23/09/2016

Mariù De Sica, l’impressionismo nei riflessi metallici

Mariù De Sica mostra nella collezione primavera/estate 2017 del suo brand tutta l'eredità cultural [...]

Top