Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 07/11/2016

Gabriele Zago: “I miei Geocarpets per vedere il mondo dall’alto”

Dall'industrial design ai prodotti kidult, l'artista ha presentato a Paratissima a Torino delle stampe dall'alto di paesaggi esotici. Su raso di seta.

Gabriele Zago, da artista giovane e curioso delle sperimentazioni, ha fatto dei viaggi che è riuscito a comunicare in modo insolito. A Paratissima, la collaterale di Artissima 2016 a Torino, ha esposto infatti i suoi Geocarpets, delle stampe macro su raso in seta che ritraggono delle fotografie dall’alto di paesaggi esotici. Ed è stata una partecipazione fortunata: in chiusura della manifestazione è stato premiato con un talent prize che gli darà l’opportunità di esporre con una mostra personale in uno spazio a Torino.

gabriele zago stream of consciousness

Stream Of Conscciousness: foto sovrapposte dei viaggi di Gabriele Zago.

Il mondo dall’alto non è come sembra, ci suggerisce il risultato. La particolarità di queste opere è la macro-dimensione che rivela una micro-analisi dei dettagli della terra incontaminata vista dal volo. Gabriele Zago ha scattato delle foto da veivoli che sorvolavano terre incontaminate, le ha moltiplicate e ha raggiunto degli effetti davvero incredibili nella visione d’insieme. L’opera che vedete nelle foto ha due letture: può dare l’effetto design naturale se vista da lontano, mentre rivela presenza umana, animale, e chissà cos’altro se vista da vicino.

I miei Geocarpets – così li chiama l’artista – sono il ricordo di terre che si rivelavano a me sotto il mio sguardo ma che poi perdevano i loro contorni e stimolavano la fantasia. Se ti avvicini vedi le antilopi. Se ti allontani vedi dei movimenti di design che sembrano costruiti dalla mano umana“.

Con un percorso di studi in Industrial Design e una grande esperienza nel segmento dei kidult products (i giocattoli per bimbi targettizzati per adulti), il piemontese Gabriele Zago fa tesoro del suo background per arrivare a un’arte stimolante e sorprendente.

Per il ciclo Stream Of Consciousness, per esempio, Gabriele Zago riprende il tema dei viaggi e lo sovrappone ai ricordi onirici della sua memoria. Ne escono delle opere stampate su metallo con la tecnica della sovrapposizione che sono la sintesi estetica di sedimenti intimi molto comunicativi.

Per info qui



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Leisure - 15/05/2018

Annalisa è pronta per il grande salto

Dei 13 pezzi dell'album Bye Bye ne ha co-scritti 8 e Annalisa, nome d'arte di Annalisa Scarrone, è [...]

Leisure - 16/09/2017

A Bellinzona il Realismo di Honoré Daumier

Il Realismo è protagonista al Museo Civico di Villa dei Cedri a Bellinzona in Canton Ticino (Svizze [...]

Leisure - 25/04/2017

Cinecittà, 80 anni…e li “mostra”

Erano gli anni 30 del Novecento quando Cinecittà iniziò la favola dei sogni anche per l'Italia. Il [...]

Top