Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 07/04/2019

I wallpapers di Adriana Glaviano

Adriana Glaviano è palermitana di nascita, ma ha frequentato a Milano l’Accademia di Brera. Illustratrice e grafica all’inizio della sua carriera, si dedica alla moda prima come free-lance per le testate Condé Nast poi come giornalista a Vogue Italia. Nel Gruppo Rizzoli ha lavorato ad Amica, poi a Io Donna e infine ad Anna come vice direttore moda. Ritorna nel gruppo Condé Nast come fashion director di Vogue Gioiello e Vogue Pelle. E’ lei che disegna e firma la collezione “Cala di Volpe” per il gruppo Colony di Tom Barrack. Oggi è fashion director free lance e si occupa di illustrazione, grafica ed editoria. Ma soprattutto si dedica alla sua passione, il disegno, con le nuove tecniche informatiche che le permettono di esprimersi al meglio lavorando direttamente sullo schermo del suo Mac. Così nascono i suoi meravigliosi e fantasiosi wallpapers ispirati ai trompe-l’oeils e al fascino dell’arte pittorica rivisitata.

“Le sfumature del sud con la sua luce, i suoi colori, le sue forme barocche. L’amore per l’arte. L’esperienza pittorica e la moda. Questi mondi mi hanno portato a cercare nuove forme creative di espressione contemporanea, con un approccio morbido al linguaggio decorativo, dove la finzione si rivela ancor più intrigante della realtà.” ci confida Adriana Glaviano.

5 Vie – Mercoledì 10 aprile 2019 – dalle ore 15 in poi – ore 18 brindisi (su invito)

Showroom Glaviano – via Santa Marta, 13 – 201233 Milano.



Leisure - 13/11/2018

Il fenomeno-Irama giunge al disco d’oro

"Giovani" è un disco eclettico, che racchiude al suo interno diversi colori che arrivano dalle var [...]

Luxury - 24/02/2018

Click & Boat, la piattaforma online per in noleggio di yacht

Il beneficio della Rete non è solo vedere e comprare immediatamente, è anche dato dalla possibilit [...]

Fashion - 31/03/2018

Vans celebra i makers

La collezione Made for the Makers di Vans propone modelli classici realizzati con accuratezza, pensa [...]

Top