Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 31/03/2020

Il Food Design ora fa squadra: cinque professionisti e un master

Un gruppo composto da Paolo Barichella, Mauro Olivieri, Ilaria Legato, Marco Pietrosante e Francesco Subioli. L'origine della cucina molecolare.

Food Design è un settore molto vicino e strettamente connesso a quello del Design, nel quale oggi ci sono grandi prossibilità di crescita e sperimentazione. La SPD, la Scuola Politecnica di Design a Milano, ha indetto un master con partenza a novembre 2020 proprio in Food design e innovation. Il master ha l’obiettivo di formare professionisti del settore alimentare e dei settori a esso collegati che sappiano unire le competenze di marketing e comunicazione con la sensibilità e la metodologia progettuale del design.
Il Food Design, disciplina riconducibile al disegno industriale, cresciuta in modo estremamente rapido e consistente in questo ultimo decennio, si configura oggi come uno dei settori dove l’innovazione gioca un ruolo determinante. Innovazione di progetto, di prodotto, di approccio, di storia della cucina e delle forme di convivialità.
In Spagna, chef Ferran Adrià con la sua cucina molecolare, partita ufficialmente nel 1990, è stato il primo a livello internazionale a dare l’avvio al senso estetico del food. In Italia la cucina molecolare ha riferimenti in Davide Cassi, scienziato, ed Ettore Bocchia, chef. “The Food Project”, al museo Mart Rovereto nel 2013, è considerata una delle tape fondamentali recenti di questo percorso.
Oggi nasce finanche “I Food Designer”, un gruppo di designer professionisti che ha letteralmente “inventato” il Food Design.
Il gruppo è composto da Paolo Barichella, Mauro Olivieri, Ilaria Legato, Marco Pietrosante e Francesco Subioli, un team di 5 professionisti con esperienze diverse che lavorano insieme dal 2006 promuovendo i valori del Food Design.
Nato in Italia nel 2002 da una intuizione di Paolo Barichella, teorico della materia e opinion leader di riferimento in questo settore, il Food Design è oggi una disciplina che ha conquistato un suo spazio all’interno del prestigioso concorso Compasso d’Oro.
Insieme a Barichella, Mauro Olivieri che si occupa di design, visual design, comunicazione, interior design, food design ed è studioso e progettista di Brand dei Sistemi Territoriali, Ilaria Legato che applica il Food Design nello sviluppo di un luogo dedicato all’ospitalità e alla ristorazione o a un progetto territoriale rafforzandone tutti i suoi aspetti identitari, Marco Pietrosante che si occupa della progettazione per l’Industria Alimentare e dal 2013 di consulenza aziendale in ambito Design Strategico e Francesco Subioli che alterna l’attività professionale con docenze e formazione in Università Italiane ed Estere, realizza prodotti e format alimentari.
Grazie a loro nel 2006 la specializzazione Food Design è entrata ufficialmente in ADI con una Commissione Tematica di cui i Food Designer fanno parte, ognuno con un ruolo specifico.


Society - 06/05/2018

Il tennis dei vip per divulgare sport e salute

A Napoli sabato 5 e domenica 6 maggio l’area dello storico Tennis Club Napoli con il lungomare di [...]

Design of desire - 15/12/2016

Eleonora Fiori e l’arte retrò della carta da parati

Riservata ed elegante, Eleonora Fiori è una giovane designer e artista di Piacenza che ha fatto del [...]

Design of desire - 25/01/2016

La lega argentata di Greggio

Preparare la tavola è diventato sinonimo di espressione di eleganza e fine-living. Per partire con [...]

Top