19 Aprile 2017

La casa di Moooi si diversifica tra spazi pubblici e vizi privati

Un'installazione del brand olandese di 161 lampade di tutte le forge ha incantato i visitatori del Fuorisalone. E ci sono anche i tappeti d'autore.

19 Aprile 2017

La casa di Moooi si diversifica tra spazi pubblici e vizi privati

Un'installazione del brand olandese di 161 lampade di tutte le forge ha incantato i visitatori del Fuorisalone. E ci sono anche i tappeti d'autore.

19 Aprile 2017

La casa di Moooi si diversifica tra spazi pubblici e vizi privati

Un'installazione del brand olandese di 161 lampade di tutte le forge ha incantato i visitatori del Fuorisalone. E ci sono anche i tappeti d'autore.

L’atmosfera che si respira ogni volta che si varca la soglia dello spazio Moooi al Fuorisalone di Milano è difficile da ricreare con parole. Il brand olandese ha sempre cercato di creare un’armonia tra oggetti disparati e ambientazioni a constrasto.alifeextraordinarypress

Per il Fuorisalone 2017, Moooi ha portato a Milano una casa ricca di ricordi di viaggi, senza tempo, attingendo alle bellezze dei cinque continenti puntando sui dettagli ma anche sulle marco-stampe. Così il mondo Moooi si è affidato a stampe giganti di Massimo Listri, fotografo italiano, allestimenti dai grandi spazi, una scultura-installazione di 161 lampadari da far girar la testa, e la fantasia.

L’evento, chiamato appropriatamente A Life Extraordinary!, ha visto come guest star i tappeti rinnovati del brand creati appositamente dal designer inglese Kit Miles e dall’artista americano Neal Peterson. Ci sono nella collezione per il 2017 anche le nuove firme prestigiose Edward van Vliet, Marcel Wanders e Noortje van Eekelen e le foto di Levon Biss.

Tutto è interscambiabile nell’universo Moooi: spazi pubblici che assomigliano a retreat privati, case che imitano l’allure delle lobby degli hotel di design. Gli oggetti da Wunderkammer indicano sfizi (o vizi?) che il cliente tipo del brand Moooi preferisce alla linearità statica dei trend imperanti. È la creatività che rigenera a stupire il visitatore: se la natura è la tendenza, Moooi commissiona gigantografie di insetti, il barocco degli appliques è ripescato nelle forme ma non nei materiali (qui è plastica).

Soprattutto con le lampade e le sedute, ogni genere di creatività sembra essere stata impiegata. L’ospitalità è la sottotraccia di questi arredi caldi, eclettici e moderni, che sono sempre attenti ai trend. Scopriteli nelle foto.

Read in:

Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Christian D’Antonio (Salerno,1974) è direttore responsabile della testata online di lifestyle thewaymagazine.it. Iscritto all’albo dei giornalisti professionisti dal 2004, ha scritto due libri sulla musica pop, partecipato come speaker a eventi e convegni su argomenti di tendenza e luxury. Ha creato con The Way Magazine e il supporto del team di FD Media Group format di incontri pubblici su innovazione e design per la Milano Digital Week e la Milano Design Week. Ha curato per diversi anni eventi pubblici durante la Milano Music Week. È attualmente ospite tv nei talk show di Damiano Gallo di Discovery Italia. Ha curato per il quartiere NoLo a Milano rassegne di moda, arte e spettacolo dal 2017. In qualità di giudice, ha presenziato alle manifestazioni Sannolo Milano, Positive Business Awards, Accademia pizza doc, Cooking is real, Positano fashion day, Milan Legal Week.
Ti potrebbe interessare:

Dalla e Morandi rievocati in tv

Sono stati il duo più emozionante della musica leggera italiana, riformatosi anche per acclamazione popolare in più occasioni. Ma Lucio

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”