Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 23/07/2019

La luce di Greta, da Hollywood alla ceramica smaltata

L'’architetto Piero Angelo Orecchioni cita in queste nuove realizzazioni le scenografie dei film e l'Art Déco americana.

GRETA è una collezione di apparecchi illuminanti con struttura in metallo ed elementi decorativi in ceramica smaltata. Negli anni Marioni ha sviluppato, partendo dal materiale ceramico, linee di complementi d’arredo per la casa, con attenzione particolare agli abbinamenti cromatici, alle finiture ed ai decori. Oggetti legati alla creatività dei dettagli progettati e alla manualità di esecuzione. Dal 1966 Marioni progetta e produce lampade, complementi d’arredo, divani, poltrone, sedie e mobili interamente realizzati a mano. Nata come piccola bottega ceramica per volere del fondatore Paolo Marioni, oggi da Calenzano (Firenze) la sua linea è esportata in tutto il mondo.

La linea GRETA conferma una ricerca grafica e fortemente identitaria proponendo ancora una volta citazioni che mettono insieme l’immaginario Hollywoodiano e il contemporaneo. Diversi i riferimenti che l’arch. Piero Angelo Orecchioni cita in queste nuove realizzazioni: dalle maestose scenografie dell’Egitto di film d’epoca come Cleopatra di Cecil B. Demille, che mescola l’arcaico a segni allora attuali legati all’Art Déco americana, alla particolarità di questa nell’inserire elementi tropicali e simbolici nelle decorazioni, al brutalismo fino ad arrivare alla corrente postmoderna degli anni ottanta.

La sospensione in ottone con piastra ceramica decorativa esfere in vetro acidato. Disponibile in diversi abbinamenti di colore. Su richiesta lalunghezza del tubo può essere personalizzata

Marioni con Notorious conferma la sua ricerca grafica e fortemente identitaria proponendo ancora unavolta delle collezioni ricche di materiali e citazioni che mettono insieme l’immaginario Hollywoodiano e ilcontemporaneo. Diversi i riferimenti che l’arch. Piero Angelo Orecchioni cita in queste nuove realizzazioni: dalle maestosescenografie dell’Egitto di film d’epoca come Cleopatra di Cecil B. Demille, che mescola l’arcaico a segni alloraattuali legati all’Art Déco americana, alla particolarità di questa nell’inserire elementi tropicali e simbolicinelle decorazioni, al brutalismo fino ad arrivare alla corrente postmoderna degli anni ottanta. “Ogni passato contiene un’occasione mancata” questo il tema conduttore che lega i progetti delle variecollezioni e per questo la volontà di poter innescare di volta in volta rimandi nella memoria liberi di evocare, accogliere segni legati al passato, ad altri luoghi, altre epoche, forti del fatto che tutto questo general’inatteso, rendendo ancora più vivo e ricco il presente.

Una collezione di apparecchi illuminanti e specchi con struttura in metallo ed elementi decorativi in ceramicasmaltata. La linea Greta conferma una ricerca grafica e fortemente identitaria proponendo ancora una voltacitazioni che mettono insieme l’immaginario Hollywoodiano e il contemporaneo. Diversi i riferimenti che l’architetto Piero Angelo Orecchioni cita in queste nuove realizzazioni: dalle maestose scenografie dell’Egitto di film d’epoca come Cleopatra di Cecil B. Demille, che mescola l’arcaico a segni allora attuali legati all’Art Déco americana, allaparticolarità di questa nell’inserire elementi tropicali e simbolici nelle decorazioni, al brutalismo fino ad arrivarealla corrente postmoderna degli anni Ottanta.
APPLIQUE GRETA (foto in alto):  Applique in ottone con piastra ceramica decorativa e sfere invetro acidato. Disponibile in diversi abbinamenti di colore. Può essere installata siaorizzontalmente che verticalmente


Fashion - 13/05/2019

Apritimoda, gli atelier spalancano le porte a Milano

Si può essere dei musei produttivi che si rinnovano sempre pur non rinnegando il proprio passato ma [...]

Design of desire - 06/04/2017

Objectextile, il design nipponico di Nendo per Jil Sander

Jil Sander presenta l’installazione Objectextile e una capsule collection creata in collaborazione [...]

Design of desire - 18/01/2019

Lo “spiced honey” contende il titolo del colore dell’anno

Se non vi convince il "living Coral", decretato da Pantone colore dell'anno 2019, provate con il mie [...]

Top