7 Settembre 2023

Lecce diventa agorà di design

La manifestazione biennale a Martano dal 28 settembre 2023. Ospiti Castiglioni, Pichler, Piccinno, Falcinelli.

7 Settembre 2023

Lecce diventa agorà di design

La manifestazione biennale a Martano dal 28 settembre 2023. Ospiti Castiglioni, Pichler, Piccinno, Falcinelli.

7 Settembre 2023

Lecce diventa agorà di design

La manifestazione biennale a Martano dal 28 settembre 2023. Ospiti Castiglioni, Pichler, Piccinno, Falcinelli.

Dal 28 settembre al 1° ottobre 2023 a Martano, in provincia di Lecce, torna il festival biennale Agorà Design. La manifestazione propone un ricco programma di laboratori, talk, conferenze e workshop tematici con architetti, designer, progettisti, creativi e imprenditori provenienti da tutta Italia.

IL CONCORSO

Il concorso, con le sue sezioni Living e Garden, ha l’obiettivo di stimolare idee innovative e competitive per il settore produttivo, valorizzando talenti e risorse presenti sul territorio nazionale e internazionale. I progetti ammessi al concorso in provincia di Lecce, selezionati da una giuria di qualità, saranno esposti in una mostra aperta al pubblico durante i giorni del festival.

Per i primi classificati nelle categorie Professionisti e Studenti sono previsti premi in denaro, ma anche riconoscimenti e menzioni speciali.

Per il 2023 il tema a cui i progettisti sono invitati a rispondere è Iperlocale: architettura e design dai territori. È possibile intercettare nuove energie creative nella dimensione iperlocale? In un mondo che chiede un cambio di passo in termini di sostenibilità come un designer e un architetto possono rispondere alle istanze della società? Attraverso il recupero di saperi e tecniche dimenticati o caduti in disuso è possibile dare nuovo slancio alla cultura del progetto seguendo le specificità e storia dei territori?

GLI OSPITI

Agorà Design riunisce nomi ed esperienze tra le più interessanti dell’architettura e del design italiano e internazionale. A Martano sarà possibile ascoltare l’esperienza di Giovanna Castiglioni, figlia di Achille Castiglioni, che dal 2006 ha messo in un cassetto la laurea in Geologia per. gestire la stratificazione dei progetti presenti nello studio del padre, aperto al pubblico come Museo e Fondazione. Coordina le attività di archiviazione del patrimonio culturale della Fondazione e divulga il “metodo Castiglioni” rivolgendosi a un pubblico eterogeneo per età, cultura e interessi, proveniente da ogni parte del mondo.

Altro ospite atteso in provincia di Lecce è Riccardo Falcinelli, grafico e scrittore, nato a Roma nel 1973. Da oltre vent’anni cura la grafica per alcune tra le maggiori case editrici italiane, tra cui Einaudi, Harper Collins, Laterza, Zanichelli, Disney, Sur, minimumfax. Dal 2012 insegna “Psicologia della percezione” all’Isia Roma Design. Ha pubblicato diversi saggi sul rapporto tra design e percezione visiva tra cui: Guardare. Pensare. Progettare. Neuroscienze per il design (Stampa alternativa & Graffiti, 2011); Critica portatile al visual design (Einaudi, 2014); Cromorama (Einaudi, 2017) e Figure (Einaudi, 2020). Nel 2022 ha curato, sempre per Einaudi, “Filosofia del graphic design” un’antologia dedicata a un secolo di riflessioni sulla grafica. I suoi libri sono tradotti in inglese, spagnolo, russo, cinese, coreano e giapponese.

Peter Pichler ha studiato Architettura all’Università di Arti Applicate di Vienna, dove si è laureato con lode nella masterclass di Zaha Hadid e negli Stati Uniti presso l’Università della California (UCLA). Durante i suoi studi, ha collaborato con rinomati studi di architettura come Zaha Hadid Architects a Londra, Delugan Meissl a Vienna e OMA / Rem Koolhaas a Rotterdam. Dopo la laurea, ha lavorato come architetto progettista per Zaha Hadid Architects ad Amburgo, ricercando e lavorando su progetti e concorsi pluripremiati in diversi paesi. Nel 2015 fonda a Milano, insieme alla moglie Silvana Ordinas, lo studio PETER PICHLER ARCHITECTURE. Peter ritiene che l’architettura debba avere un forte legame con la cultura e la storia di un luogo specifico.

Tommaso Bovo è docente di Graphic Design e Metodologia del Progetto presso l’Istituto Europeo di Design – IED Firenze, è veneziano e vive a Firenze. Si occupa di critica del design, di progetto grafico e multimedia.

Pantaleo Piccinno invece è tra i pionieri in Puglia dell’agricoltura biologica, negli anni si è impegnato fortemente nella chiusura della filiera e nello sviluppo delle attività connesse, affiancando all’attività agricola quella dell’accoglienza e della ristorazione.

Info complete sul calendario di appuntamenti qui

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Da Raptuz la TDK crew e J-Ax

Il Raptuz Solo Show alla Avantgarden Gallery di Milano si è trasformato nella walk of fame dei personaggi più in

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”