Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 18/04/2020

Lualdi separa gli ambienti con soluzioni leggere e di gran gusto

Design essenziale, la "mano" di Piero Lissoni e il minimalismo che separa ma non opprime.

La leggerezza dell’alluminio, la luminosità del vetro, il design di Piero Lissoni, il background di Lualdi. Nasce L7, una porta contemporanea per concezione, uso di materiali e tecnologie, ma classica per estetica.

La produce Lualdi, un’azienda italiana che si occupa di arredamento di design su misura, porte e arredamento contract. Un’azienda storica del design made in Italy nella produzione di porte interne di design su misura. Pioniera dell’industrial design applicato alla porta, Lualdi é presente sul mercato dal 1960.

Sensibile e attenta alle tematiche ambientali, l’azienda ha recentemente ottenuto la certificazione FSC “Forest Stewardship Council” che garantisce che tutti i suoi prodotti siano realizzati con materiali provenienti da fonti certificate e da foreste gestite correttamente dal punto di vista ambientale e sociale.

La struttura di separazione che vedete in foto ha una linea nitida ed essenziale che si presta ad arredare gli ambienti più diversi grazie a una scelta di finiture che giocano con la luce e le trasparenze del vetro e la sofisticata eleganza del metallo.

In versione scorrevole, L7 crea soluzioni perfette, tagliate su misura, per definire spazi domestici e di lavoro. Scandite dalle linee lucenti dei telai, le superfici vetrate sono accese dalla bellezza dei riflessi e delle sfumature di colore. Design essenziale ed elegante per la gamma di maniglie che si integrano ai diversi modelli di porte con gamma di finiture delle porte con nobili essenze lignee, metalli e una palette di colori laccati lucidi e opachi.

I tratti distintivi del brand sono facilitare la posa in opera, grazie ai bordi arrotondati dell’anta, l’assenza di coprifili, la reversibilità e il telaio telescopico.

L’Azienda intraprende collaborazioni con affermati progettisti. In passato l’ha fatto con Vico Magistretti, Ignazio Gardella e Luigi Caccia Dominioni che disegnò nel 1960 LCD, la prima porta in assoluto ad essere interamente progettata dagli stipiti alla ferramenta.

Oggi le collaborazioni con nomi di spicco del design internazionale sono con Luigi Caccia Dominioni, Bartoli Design, Erik Morvan e, recentemente, i designer americani Dror Benshetrit, David Rockwell e Robert A. M. Stern.
Con Lualdi la porta subisce una trasformazione da componente dell’edilizia ad elemento d’arredo e acquisisce un ruolo da protagonista all’interno dell’architettura d’interni. La porta Lualdi è oggi punto di riferimento per l’interior design residenziale e pubblico; è scelta dai migliori esponenti dell’architettura contemporanea per prestigiosi progetti in tutto il mondo. Lualdi è distribuita in tutto il mondo: tre gli showroom – a Milano, Miami e New York – e numerosi i rivenditori.



Leisure - 26/02/2019

Tra cosmesi e moda, la stella del K-Pop Minhyun

L'Italia si è accorta del fenomeno K-Pop l'altra settimana, quando davanti a una stazione ferrovia [...]

Leisure - 04/02/2019

L’incredibile performance di Liu Bolin, l’artista che si mimetizza nei monumenti

In occasione del capodanno cinese, invitato da MonteNapoleone District per il primo evento "Montenap [...]

Leisure - 02/02/2019

Cos’è il turbo film? Un genere tra fake news e YouTube

Il Turbo Film è un genere cinematografico che si pone tra gli spaghetti western e il neorealismo di [...]

Top