Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 21/07/2018

L’ufficio è smart con gli arredi tessili di G.T.Design

G.T.Design arriva alle pareti e ai piani dell'IOC Office di New York grazie alla progettazione di Gensler.

La componente tessile è una parte fondamentale in ogni progetto di interior design e progettare con il tessuto consente di dare vita a spazi con una prospettiva aperta. Secondo recenti studi, il design tessile è infatti tra gli elementi che favoriscono la concentrazione e il senso di benessere negli ambienti professionali.

 

Nel caso recente di progettazione degli spazi contract e headquarter della IOC, divisione Lema a New York, nata nel 1992, per esteso è International Office Concept, azienda interamente dedicata al mondo dei mobili per ufficio, struttura indipendente del Gruppolo Lema.

La ristrutturazione è stata fatta da studio Gensler e ha introdotto superfici tessili dalla collezione Luoghi di G.T.Design, azienda bolognese che compie nel 2018 40 anni di esperienza nel design del tessile.

Il tappeto è un simbolo arcaico che per G.T.Design diviene contemporaneo, quotidiano, il segno che materializza i confini dello spazio. Le trame dal cromatismo indistinto dei tappeti Luoghi aggiungono alle conference rooms e agli uffici dirigenziali il tono caldo della fibra naturale di lana, tessuta a mano e dipinta a colpi non uniformi di colore trasparente. Dal grigio al verde del pattern irregolare, si crea un´oasi su cui posare lo sguardo mentre scorrono le ore tra mail e conference call. Nel pieno della tendenza Smart Office, si cercano modelli che possano dimostrarsi maggiormente inclusivi con le dinamiche biologiche e psicologiche della forza lavoro. Riscoprire il valore delle ‘restorative niches’ consente di rispettare quindi le esigenze psicologiche e caratteriali di quella parte di lavoratori che predilige ambienti caldi e accoglienti.

In questa direzione, la componente tessile degli spazi professionali è fondamentale nel creare luoghi in cui sia possibile ricaricare l’energia e mettere a frutto al meglio il potenziale dei lavoratori. E i nuovi progetti si attrezzano a fornire il tipo di qualità della vita che le persone scelgono o chiedono oggi.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Leisure - 11/01/2018

Le sculture di luce “recuperata” di Michele Penna

Michele Penna è un artista che ha fatto del recupero dei materiali e della luce un suo tratto disti [...]

Fashion - 22/09/2018

Aigner si affida ai colori Dada per un nuovo lifestyle

Come il post punk dei Placebo che negli anni 90 (e ieri in passerella) ispiravano i cuori ribelli ch [...]

Travel - 20/02/2017

I progettisti d’italianità di Anima Italica alla scoperta del corallo a Napoli

Anima Italica, il designer di luxury travel di cui vi avevamo parlato qui, è arrivato anche a Napol [...]

Top