Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 11/01/2017

Mazzanti Automobili, l’indipendente della supercar

Evantra e Evantra Millecavalli, la dea dell’immortalità nella cultura etrusca. Le macchine da sogno del produttore italiano.

Qualunque appassionato di auto almeno una volta nella vita avrà pensato di fondare una propria casa automobilistica, ripromettendosi di progettare un auto pura e completamente personalizzabile, pensiero poi sfociato nel ragionamento opposto e di rassegnazione di fronte al grande mercato e alla grande concorrenza.

Mazzanti Automobili

Luca Mazzanti con le vetture della gamma.

Luca Mazzanti però ci è riuscito. Luca Mazzanti ha progettato e prodotto la supercar Evantra e la hypercar Evanta Millecavalli.

Nato nel 1974, è sempre stato un appassionato di motori. Passione che lo ha portato fin da giovanissimo a formarsi nella carrozzeria di famiglia e come pilota in gare nazionali e internazionali, su vetture da lui stesso restaurate.

Così dopo 25 anni nel mondo dei motori, fonda nei primi anni 2000 la Mazzanti Automobili, uno dei pochissimi produttori indipendenti di supercar.

Dopo il primo modello Antas, che ha riscosso un grandissimo successo sul mercato e presentata al salone monegasco “Top Marques Monaco” del 2006, oggi Mazzanti automobili ha sul mercato 2 modelli estremi.

Da buon intenditore, Luca Mazzanti sà che la base per costruire l’auto perfetta è il piacere di guida, leggerezza, potenza e controllo. Su questa filosofia la casa produce le sue vetture.

EVANTRA

Tutta la gamma ha come comune denominatore il nome Evantra (Evantra e Evantra Millecavalli), la dea dell’immortalità nella cultura etrusca.

Sul mercato, Mazzanti Automobili propone Evantra, la supercar della casa e modello entry level. Realizzata in un numero di 5 esemplari all’anno, Evantra è cucita su misura per ogni cliente. Il peso della vettura è di soli 1300 kg e grazie al motore V8 di 7 litri aspirato che eroga 751CV, viene spinta da 0 a 100 km/h in soli 3 secondi.

Questa supercar a 2 posti con motore centrale e trazione posteriore, ha un design in controtendenza con le supercar comuni, l’Evantra infatti presenta una parte frontale proporzionata con la parte posteriore.

Un equilibrio tra classico e moderno nato dalla precedente esperienza con Antas. Costruita interamente a mano in fibra di carbonio a richiesta si possono avere alcune parti in alluminio battuto a mano. Evantra ha anche una inedita apertura delle portiere che ricorda il volo di un rapace e il telaio costruito in acciaio scatolato e in cromo molibdeno con un brancardo laterale molto alto che permette di incrementare la rigidità e la reattività del telaio stesso.

Gli interni vengono realizzati in pellami speciali e di alta qualità, ogni personalizzazione è possibile grazie all’infinita possibilità di combinare i vari materiali, anche pelli esotiche o fibre preziose.

Come le supercar da corsa, la posizione di guida dell’Evantra viene realizzata secondo le misure e le necessità del proprietario. Nella console centrale trova spazio il sistema di controllo della vettura con touch screen e il selettore della modalità di guida “Strada o Corsa”.

Il volante sportivo è disponibile anche in versione racing in fibra di carbonio, con Led di cambiata, un display con l’indicatore delle marce e le informazioni utili nell’uso in pista.

Il cambio sequenziale (dipsonibile anche in versione automatica) è azionato con due paddle dietro il volante anch’essi realizzati e posizionati sulle impronte delle mani del pilota.

Mazzanti auto

Durante l’ultimo Motor Show di Bologna (svolto dal 3 all’11 dicembre) Luca Mazzanti ha presentato il nuovo pacchetto 771.

Questa versione della Evantra rivisita sia la parte meccanica con l’incremento di 20 CV (cosi raggiunge i 771 CV da cui deriva il nome) sia la parte aerodinamica che la avvicina alla sorella maggiore.

Il Motor Show di Bologna è stata un’altra grande occasione per incontrare tantissimi appassionati del marchio Mazzanti – racconta Luca Mazzanti – abbiamo scelto questo salone italiano per presentare ufficialmente il nuovo allestimento 771, studiato e realizzato per il modello Evantra. Il successo della nostra Supercar è stato sancito dal pubblico che è accorso numeroso presso il nostro stand, per vedere la vettura 771 dal vivo. Un’altra importante collaborazione è stata quella con l’artista e amico Enrico Ghinato, che ha seguito con noi la fase di realizzazione della prima Hypercar Evantra Millecavalli, immortalandola in alcuni dei suoi capolavori. Il successo derivato da questo palcoscenico italiano ci riempie di orgoglio e ci spinge verso la fine 2016 con una nuova carica per cominciare l’anno nuovo con una rinnovata energia!”

EVANTRA MILLECAVALLI

La sorella maggiore si chiama Evantra Millecavalli, è una hypercar estrema spinta da un motore V8 da 7.2 litri biturbo da 1000 CV che la porta da 0 a 100 km/h in soli 2.7 secondi.

L’imprenditore dice: “La nostra nuova Hypercar, Evantra Millecavalli, è il risultato di un attento e laborioso processo di affinamento. Credo fermamente che un costruttore non debba mai essere pienamente soddisfatto di ciò che ha appena fatto, puntando sempre a perfezionare il risultato appena raggiunto. Evantra MILLECAVALLI è una Hypercar per pochi, realizzata in soli 25 esemplari, che affiancheranno la produzione dei cinque annuali di Evantra. Le due auto condividono lo stesso DNA artigianale e il focus a 360° sui desideri del cliente. Le straordinarie prestazioni della versione Evantra MILLECAVALLI segnano un importante primato storico tutto italiano, che ci riempie di orgoglio. Le mie vetture sartoriali riflettono completamente il mio modo di concepire vetture supersportive, diverse da tutte le altre, e che io sognavo già da bambino. Il mio modo di interpretare l’automobile è sempre stato quello di vederla come protagonista, dando ampio spazio alle sensazioni dirette del driver che deve vivere un’esperienza emozionante ed intensa in prima persona.

Mazzanti Automobili

Al design di Evantra si aggiungono dettagli aerodinamici unici in carbonio, come l’ala posteriore, che unita al complesso sistema di canalizzazione dell’aria, consentono di sfruttare l’enorme deportanza che crea questa auto.

Il terminale di scarico è completamente ridisegnato, su Evantra Millecavalli presenta quattro uscite di cui 2 destinate allo scarico delle valvole wastegate. 10 centimetri più larga della sorella minore, questa hypercar estrema offre una piacevolezza alla guida anche sui lunghi spostamenti.

Per info qui



Francesco D'Agostino
Figlio degli anni 90, spinta digital-social di The Way, si è fatto le ossa nel patinato mondo di To Be Magazine. Per scoprire che il dandy elegant che stava impersonando necessitava di una vetrina all’altezza anche sul web. Senza cercare altrove, se l’è creata da solo. Mette passione solo in quello che gli interessa veramente. Al resto nemmeno ci pensa. Grafica, biz obsession e una giusta dose di involontaria leadership lo proiettano sempre al minuto dopo.
Luxury - 05/04/2017

Gardening the trash, l’idea green di Bonotto

Il lusso di Bonotto, azienda storica di riferimento nel mondo del creative textile, sposa il green. [...]

Design of desire - 27/07/2018

La nuova BMW Serie 8, la nuova generazione torna dopo quasi 20 anni di assenza

La gamma BMW si arricchisce con un altro modello esclusivo. BMW Serie 8 Coupé si posiziona, come da [...]

Society - 16/11/2016

Mario Biondi compie 10 anni di carriera: “Orgoglioso del mio Spaghetti Soul”

Mario Biondi è davvero contento di presentarci The Best Of Soul, il suo nuovo doppio cd che celebra [...]

Top