Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 15/04/2018

Michael Anastassiades, luci d’artista per Flos come gioielli

Alla vip lounge di MiArt nel ristorante tre stelle Michelin Da Vittorio. Protagonista del progetto è Arrangements, di Michael Anastassiades.

Al MiArt c’è stato anche design d’autore. Flos, brand italiano di illuminazione di design, lampade iconiche e innovative per la casa, ha realizzato un’installazione luminosa site-specific all’interno della Vip Lounge della mostra, nell’area riservata al ristorante tre stelle Michelin Da Vittorio.

Protagonista del progetto è Arrangements, di Michael Anastassiades. Posizionato sulla linea sottile che divide e fa dialogare l’arte figurativa con il design di ricerca, Arrangements è un sistema modulare di elementi geometrici di luce a LED combinabili tra loro in composizioni multiple di singoli chandelier, come pendenti di catene luminose.

Michael Anastassiades collabora con successo con Flos dal 2013. I prodotti da lui firmati in questi anni, come String Lights, IC Lights, Copycat, Extra, Captain Flint, hanno ottenuto i più importanti riconoscimenti del settore e un’accoglienza straordinaria da parte del pubblico internazionale. Il carattere poetico del suo design, unito all’uso sapiente delle più innovative soluzioni tecnologiche di luce, rende ogni sua opera unica e sorprendentemente emozionale.

Il designer si è perfezionato in  industrial design e ingegneria alla London’s Royal College of Art e all’Imperial College. Ha fondato a Londra il suo studio nel 1994 e ha lanciato collaborazioni prestigiose come quella con Studio Mumbai.

In questo caso, Arrangements è un sistema modulare di elementi luminosi geometrici con posizioni multiple che rendono l’installazione un candelabro personalizzato.

Michael Anastassiades dice: “Dieci anni fa ho iniziato a voler produrre i miei design senza comrpomessi e dopo poco ho iniziato a collaborare con Flos. Non mi sarei mai aspettato di poter avere la stessa libertà con qualcun altro. Sono stato sempre affascinato dalle similitudini tra illuminazioni e gioielli. Anche il pendente ha un doppio significato, può essere sia indossato al collo che illuminato in un tetto per dare luce a un ambiente”.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Society - 22/02/2018

Le foto all’ingresso dei party: “Lei non sa chi sono io!”

Sorridiamo e sgomitiamo tutti al suon di "Lei non sa chi sono io!". Fantasioso e azzeccato che quest [...]

Leisure - 30/12/2017

Al Gambrinus un pezzo di storia di Napoli

È uso ormai che il primo giorno dell’anno il Presidente della Repubblica italiana faccia la prima [...]

Leisure - 13/03/2018

Zelig arriva sul 243, autonoma e ironica

Non solo un canale tv, anche un centro di ideazione, produzione ed emissione completamente auton [...]

Top