16 Aprile 2024

Natuzzi, 65 anni di design

Il flagship store di via Durini a Milano, rivisitato nei suoi elementi architettonici e nel layout, si evolve in un concept ispirato all'eleganza raffinata del "quiet luxury".

16 Aprile 2024

Natuzzi, 65 anni di design

Il flagship store di via Durini a Milano, rivisitato nei suoi elementi architettonici e nel layout, si evolve in un concept ispirato all'eleganza raffinata del "quiet luxury".

16 Aprile 2024

Natuzzi, 65 anni di design

Il flagship store di via Durini a Milano, rivisitato nei suoi elementi architettonici e nel layout, si evolve in un concept ispirato all'eleganza raffinata del "quiet luxury".

Natuzzi Italia, sceglie il palcoscenico della Milano Design Week 2024 per dare il via al fitto programma di eventi e progetti creati per celebrare il sessantacinquesimo anniversario della nascita del marchio

Da sessantacinque anni, Natuzzi ha intrapreso un viaggio alla ricerca dell’armonia, ispirato dalla fertile terra della Puglia, che ha alimentato la nascita della creatività e dell’etica imprenditoriale di Pasquale Natuzzi. Questi valori hanno segnato la storia dell’azienda, portandola lungo un percorso di crescita identitaria e stilistica che sarà celebrata durante la Settimana del Design di Milano.

Il flagship store di via Durini, rivisitato nei suoi elementi architettonici e nel layout, si evolve in un concept ispirato all’eleganza raffinata del “quiet luxury”, dove lo spazio dedicato agli architetti e interior decorator diventa ancora più centrale grazie al nuovo design studio Natuzzi.

Lo showroom di via Durini fa da sfondo alla nuova collezione The Circle of Harmony – 65th Anniversary che racconta il percorso di evoluzione del brand tra passato, presente e futuro attraverso i progetti di Karim Rashid, Andrea Steidl e Simone Bonanni.
I tre designer saranno anche i protagonisti, con Pasquale Junior Natuzzi – chief brand and creative officer Natuzzi –, di una serie di talks pensati come momenti di approfondimento per scoprire i dietro le quinte della nuova collezione Natuzzi attraverso la voce dei protagonisti.

La nuova collezione si completa con i nuovi divani Mindful e Snail, perfetto connubio tra design e funzione, progettati dal Natuzzi Design Center, che ampliano la collezione Comfortness, lanciata durante la Milano Design Week 2023. Comfortness è l’unione di “comfort” e “wellness” e racchiude la nuova filosofia progettuale di Natuzzi, un modo innovativo di intendere il comfort – elemento fondante del DNA del brand – che si unisce al wellness.

A completare le celebrazioni del 65° anniversario anche il ritorno di Natuzzi Open Art, il progetto di mecenatismo voluto dal presidente Pasquale Natuzzi che ha l’obiettivo di rendere l’arte accessibile – open – a tutti. Open Art torna a Milano grazie alla collaborazione con l’artista pugliese Gino Donvito che ha realizzato Puer Apuliae, un’opera maxi formato di oltre 8 metri di altezza. Donvito celebra la Puglia amata da Federico II di Svevia che proprio in questo territorio ha lasciato segni indelebili, che oggi, come allora, rappresentano una inesauribile fonte di ispirazione per il brand Natuzzi Italia.

Rileggendo in chiave attuale le linee avvolgenti e generose che da sempre contraddistinguono la storia del design Natuzzi, Rashid immagina un divano che si pone come un inno all’accoglienza e all’ospitalità mediterranea, che punta ad essere il fulcro di una zona living votata al benessere e allo stare insieme.

Memoria è un divano modulare che trae ispirazione dal senso di accoglienza e di vicinanza caratteristico della cultura pugliese: forme organiche e linee sinuose – evocative delle morbide colline del territorio con i loro rilievi smussati e gentili – reinterpretano in una prospettiva contemporanea la bellezza dell’incontro e la vocazione di Natuzzi Italia all’armonia, al comfort e al design.

“Per Natuzzi ho voluto creare uno spazio di curve e fluidità che potesse accogliere le persone”, afferma Rashid. “Un divano è un incontro di persone, amicizia e intimità dopo tutto. Memoria è nato da una ricerca lunga e meticolosa, dove l’intento era quello di creare un divano unico nel comfort e puro nell’aspetto”.

I diversi moduli permettono configurazioni lineari o angolari, garantendo la massima versatilità, mentre i braccioli arretrati rispetto alla seduta creano una inaspettata asimmetria che sostiene la prospettiva del divano.

Memoria rimodella le linee rassicuranti del passato per una ergonomia ancora più confortevole. Tutti gli altri dettagli di questo divano invitano a gran voce ad accomodarsi, in un inno all’accoglienza e all’ospitalità mediterranea.

Divano Mirai, design: Andrea Steidl

Per il suo primo progetto in collaborazione con Natuzzi Italia, Andrea Steidl prende ispirazione dalle architetture pugliesi dell’epoca Federiciana del XIII secolo: come i grandi castelli federiciani, anche il nuovo divano Mirai presenta una struttura dalla personalità forte, ma allo stesso tempo leggera.

La collaborazione tra Natuzzi Italia e Simone Bonanni prosegue con Momento, nuovo divano dalle superfici rilassate e le linee morbide che punta a instaurare un legame tra le forme e le sensazioni. Trasmettendo un’estetica di rilassamento e comfort visivo, Momento coinvolge emotivamente l’individuo ancor prima di soddisfarne le esigenze ergonomiche.
 Progettato dal Natuzzi Design Center, Mindful è uno dei nuovi divani della collezione Comfortness, un divano che trascende l’ordinario. Ispirato all’armonia del movimento del corpo umano, questo divano punta a ridefinire il paradigma del relax.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Ireland Week a Milano

Nell’arco di sole due edizioni la Ireland Week, organizzata da Turismo Irlandese, è diventata una delle settimane milanesi più attese.

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”