Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 19/12/2016

Non ci crederete: questa è ceramica e la firma CEDIT

Rinasce il marchio del design made in Italy con l'apertura di uno showroom a Milano. Materiale completamente reinventato.

Ha  inaugurato un nuovo luogo di design avveniristico a Milano: CEDIT – Ceramiche d’Italia ha aperto il nuovo showroom in Foro Buonaparte 14. Un primo spazio monomarca dedicato alle nuove collezioni per il brand appena rilanciato da Florim Ceramiche che dal Modenese, luogo d’origine della storia del marchio, ha scelto Milano per il lancio internazionale.

La sorpresa è un negozio di grande stile e avanguardia (su due livelli per una superficie complessiva di oltre 200 mq), ma soprattutto lo sbalorditivo prodotto proposto. La ceramioca come non l’avete mai vista arriva proprio dal brand che è stato interprete di un’avventura unica nel panorama del Novecento, associando il suo nome alle prestigiose firme – tra gli altri – di Marco Zanuso, Ettore Sottsass, Enzo Mari, Alessandro Mendini, Sergio Asti, Emilio Scanavino, Mimmo Rotella, Gino Marotta, Achille e Pier Giacomo Castiglioni e del Gruppo Dam.

Cedit

Cedit ha aperto nella centrale Foro Buonaparte a Milano.

Il progetto 2016 è nato dalla volontà di esplorare nuove modalità espressive utili a caratterizzare la cultura dell’abitare, orientata all’Interior Design d’alta gamma. Nello spazio milanese creato da un progetto architettonico dello studio torinese BRH+, si ammira la collezione Matrice di CEDIT – Ceramiche d’Italia, eletta nei “Best of 2016” dell’Archiproducts Design Awards 2016, il concorso promosso dal network di Archiproducts che riconosce e celebra le eccellenze del design internazionale. Disegnata da Barbara Brondi & Marco Rainò, la collezione si inserisce tra gli otto Best of nella categoria “Finiture”.

Poi c’è Metamorfosi, disegnata dall’architetto toscano Marco Casamonti, davvero innovativa: questa collezione nasce dall’esigenza di fissare la bellezza dei processi ossidativi dei metalli in un momento specifico grazie ad un materiale che resti inalterato nel tempo, ovvero la superficie ceramica. Utilizzando le più evolute tecnologie, la ricerca è stata finalizzata ad eternare un particolare punto di equilibrio estetico di materiali come ottone, ferro, acciaio, fermandone la patina del tempo.

I criteri e contenuti in grado di esaltare e rimarcare l’eccellenza italiana ci sono tutti, solo che sono coniugati alla ricerca sul prodotto e i componenti per l’architettura.

Lo showroom quindi è il luogo da cui parte il nuovo corso di CEDIT. Il piano strada è dedicato ad accogliere specifiche installazioni che si alterneranno nel tempo (attualmente ci sono 6 collezioni di 6 autori diversi), attraverso le quali si rappresenteranno in chiave inedita i diversi contenuti delle ricerche CEDIT. Al piano interrato l’esposizione delle lastre ceramiche appartenenti alle distinte collezioni è resa secondo un’originale proposta ambientale dal forte carattere espressivo, organizzata in una sequenza di spazi dotati di contributi multimediali che possono essere fedelmente replicati in differenti contesti.



Travel - 17/11/2020

La città che sa stupire: il successo di Pretty Little London

Proprio nell'anno di Brexit e di una pandemia che ha bloccato molte delle attività per cui Londra [...]

Society - 16/04/2020

Raffaele Tovazzi, il primo filosofo esecutivo italiano: “Negli affari ci vuole feeling”

Raffaele Tovazzi, definito da Ferrero uno dei migliori esperti di comunicazione, è un'intelligenza [...]

Leisure - 03/03/2020

Apple Store: New York e Milano si assomigliano

Ci sono 900 dipendenti che parlano 30 lingue nel rinnovato Apple Store della Quinta strada di New Yo [...]

Top