8 Marzo 2017

Progetto approvato, ecco l’Arts district di Toronto

8 Marzo 2017

Progetto approvato, ecco l’Arts district di Toronto

8 Marzo 2017

Progetto approvato, ecco l’Arts district di Toronto

Il Canada si muove a grandi passi tra i maggiori Paesi di avanguardia urbanistica. A Toronto il progetto Mirvish+Gehry finalmente vedrà la luce, dopo anni di turbolenti cambiamenti.

Appena giunta la notizia che il quartiere Arts District voluto da David Mirvish che ha incaricato l’architetto Frank Gehry si farà.

Toronto avrà così una nuova identità visuale con due torri residenziali, giardini pensili, una piazza e un generale riposizionamento dell’area inserita nella parte di media e servizi della metropoli del Canada.

toronto rendering
Inizialmente il distretto doveva avere tre torri.

Nel progetto ci sono sei podi, con due che si elevano a torri di design diverso ma complementare per riprendere la natura dell’architettura circostante. Non è stato facile, benché Toronto sia una città giovane: a due passi c’è il teatro nazionale storico che rischiava di essere abbattuto. Infatti inizialmente le torri dovevano essere tre (di 82, 84 e 86 piani) ma ora il Princess of Wales Theatre è salvo, grazie al ripensamento col Comune e al design ricalibrato del 2014, che ha innalzato però le due torri a 92 e 82 piani.

Sarà un masterplan che verrà studiato negli anni a venire: nel cuore della metropoli l’Arts and Entertainment District attirerà boutique, ristoranti e shop di design. Mirvish+Gehry Toronto consta di 115,000 metri quadri di spazi per uffici (per attrarre finanze), e tanti spazi per il tempo libero.

La OCAD University ha uno spazio di 25,000 metri quadri chiamato Princess of Wales Centre for Visual Arts con dentro aule per seminari, studi di registrazione e gallerie per mostre.

Già si sa che in 9mila metri quadri arriverà la  Mirvish Collection, una collezioni di arete astratta presa dai tesori privati di Audrey e David Mirvish. Ci sono artisti come Jack Bush, Anthony Caro, Helen Frankenthaler, Morris Louis, Robert Motherwell, Kenneth Noland, Jules Olitski, Larry Poons, David Smith e Frank Stella.

Ora che il progetto è stato approvato si procede alla realizzazione e già si scommette su quanto presto inizierà la campagna vendite degli spazi.

Read in:

Picture of Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Christian D’Antonio (Salerno,1974) è direttore responsabile della testata online di lifestyle thewaymagazine.it. Iscritto all’albo dei giornalisti professionisti dal 2004, ha scritto due libri sulla musica pop, partecipato come speaker a eventi e convegni su argomenti di tendenza e luxury. Ha creato con The Way Magazine e il supporto del team di FD Media Group format di incontri pubblici su innovazione e design per la Milano Digital Week e la Milano Design Week. Ha curato per diversi anni eventi pubblici durante la Milano Music Week. È attualmente ospite tv nei talk show di Damiano Gallo di Discovery Italia. Ha curato per il quartiere NoLo a Milano rassegne di moda, arte e spettacolo dal 2017. In qualità di giudice, ha presenziato alle manifestazioni Sannolo Milano, Positive Business Awards, Accademia pizza doc, Cooking is real, Positano fashion day, Milan Legal Week.
Ti potrebbe interessare:

Rossell Crowe canta a Bologna

Si terrà a Bologna il 27 giugno, alle ore 21 presso il Teatro Comunale Nouveau, il concerto dell’attore e regista

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”