28 Febbraio 2023

Salvatori, design italiano sbarca a New York

Nuovo flagship store al centro di SoHo. Obiettivo: creare un ambiente dal design flessibile da presentare il brand alla città.

28 Febbraio 2023

Salvatori, design italiano sbarca a New York

Nuovo flagship store al centro di SoHo. Obiettivo: creare un ambiente dal design flessibile da presentare il brand alla città.

28 Febbraio 2023

Salvatori, design italiano sbarca a New York

Nuovo flagship store al centro di SoHo. Obiettivo: creare un ambiente dal design flessibile da presentare il brand alla città.

Salvatori, azienda italiana di design specializzata nella realizzazione di arredi e superfici in pietra naturale, annuncia l’inaugurazione del suo primo flagship store nordamericano al 102 di Wooster Street, l’epicentro del distretto della moda di lusso a New York.

Un sogno che si corona per l’uomo alla guida dell’azienda, Gabriele Salvatori. La location, progettata dallo studio di design internazionale Yabu Pushelburg, è pronta per accogliere i visitatori cosmopoliti della Grande Mela e gli appassionati di design da tutto il mondo.

Lo spazio Salvatori rappresenta un nuovo punto di riferimento per il design specializzato nelle realizzazioni su misura, con lo scopo di proporre alla clientela newyorchese un nuovo concetto di “Total Look”, che comprende superfici materiche innovative, scultorei prodotti per il bagno e arredi contemporanei per la casa, tutti realizzati con splendide pietre naturali. Il nuovo showroom sarà, inoltre, il quartier generale per la divisione USA di Salvatori, offrendo a clienti e progettisti un accesso preferenziale al design e ai servizi su misura del marchio. Dopo Milano e Londra, l’esclusivo spazio di New York sarà per Salvatori il terzo showroom di proprietà nel mondo.

Scarica Press Kit “La decisione di inaugurare il nostro primo showroom americano a New York è stata tanto una scelta commerciale quanto una scelta emotiva e la collaborazione con George Yabu e Glenn Pushelberg è stata preziosa sia nella ricerca che nella progettazione dello spazio”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Salvatori, Gabriele Salvatori. “Le persone di questa città sono in sintonia con i nostri prodotti, condividono i valori del marchio e ne apprezzano l’approccio ponderato alla creazione di prodotti unici. Lavorando con clienti come Armani, Bergdorf Goodman, Salvatore Ferregamo e Bottega Veneta, possiamo dire con orgoglio di riuscire a fornire molto più di un semplice prodotto: lavoriamo a fianco dei nostri partner, offrendo supporto pratico e ispirando nuovi modi di interpretare la pietra naturale”. Lo showroom Salvatori misura oltre 600 mq e presenta una serie di sofisticate ambientazioni attraverso cui apprezzare la vasta collezione di rivestimenti di lusso, arredi e oggettistica del marchio, tra cui finiture per pareti e pavimenti, mobili bagno, sedute, illuminazione, mobili per esterni e accessori per la casa – molti dei quali sono il risultato di collaborazioni con designer di fama internazionale come Stephen Burks, Kengo Kuma, Piero Lissoni, Luca Nichetto, Elisa Ossino, John Pawson, Yabu Pushelberg e Patricia Urquiola.

All’ingresso dello showroom la prima area si configurerà come una boutique, dedicata all’oggettistica e agli accessori da regalo, mentre l'”appartamento” Salvatori, situato nel basement, includerà una cucina in marmo completamente operativa, dedicata a incontri privati e a un programma ad hoc che coinvolgerà i partner del brand e la comunità del design. Per dare vita alla nuova dimora Salvatori, il marchio si è rivolto al rinomato studio di design internazionale Yabu Pushelberg, che ha saputo combinare lo spirito del flagship-store di Milano con l’energia di SoHo. Insieme le due aziende di design condividono l’ammirazione per l’artigianato e una costante ricerca della bellezza nell’imperfezione.

Una fiducia reciproca instaurata fra Yabu Pushelberg e il marchio Salvatori, la stessa che ha contribuito a guidare anche le precedenti collaborazioni – consolidate nelle due collezioni bagno Punto e Anima e nella serie di sculture Assembly del progetto The Village. Ispirato dal progetto di Milano, lo studio Yabu Pushelberg ha sviluppato un sistema di pareti modulari personalizzato che consente allo showroom di trasformarsi da un concept space aperto a uno diviso fino ad un massimo di sette stanze. Il legame con il quartiere di Soho, invece, viene raccontato attraverso le colonne in ghisa originali del negozio, i muri di mattoni a tutta altezza e con un approccio alla progettazione in stile galleria. “Abbiamo progettato lo showroom Salvatori come una finestra verso il futuro del retail di design” dice George Yabu, Co-Founder di Yabu Pushelberg. “Lo spazio è stato disegnato per adattarsi ai bisogni di Salvatori. Al posto di una planimetria fissa, abbiamo progettato un sistema di pannelli su misura, che consente di trasformare lo showroom da un ambiente unico a differenti stanze e ambienti separati.” Glenn Pushelberg, Co-Founder di Yabu Pushelberg aggiunge: “L’obbiettivo è che lo spazio non sia mai uguale a sé stesso. Creare un ambiente dal design flessibile per Salvatori consente di presentare il brand alla città di New York. Siamo onorati di aver avuto questo ruolo nella condivisione della storia di Salvatori in Nord America”

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”