Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 30/08/2021

Savio Firmino e Cosimo De Vita per Citying, sedie-monumenti

Al Salone del Mobile 2021, i siti artistici di Firenze, Milano, Parigi diventano elementi d'arredo.

Tutte le culture e religioni del mondo possono coesistere intorno a un tavolo. Il design cosmopolita ed ecumenico di Savio Firmino, azienda fiorentina tra le eccellenze italiane citate nella “Homo Faber” Guide, in occasione dell’edizione del Salone del Mobile “supersalone” di settembre 2021 diventà realtà con un progetto di sedute artistiche.

Savio Firmino, da oltre 80 anni espressione della maestria artigiana Made in Italy e di tradizioni famigliari, presenterà infatti CITYING, un progetto nato in collaborazione con il giovane designer e artista Cosimo De Vita.
CITYNG è una collezione di 16 sedie che riproducono tra i più iconici monumenti di alcune delle principali città del mondo. Un viaggio che parte in Europa da Firenze, città natale sia di Cosimo che per l’azienda Savio Firmino, e le rende omaggio con le sedute dedicate alla Basilica di Santa Maria Novella, Santo Spirito, Santa Croce, San Lorenzo, San Miniato al Monte e alla cattedrale di Santa Maria del Fiore (il Duomo di Firenze), per proseguire poi per Milano, città del design per antonomasia, con il suo magnifico Duomo; Roma, con il Palazzo della Civiltà Italiana, espressione dell’architettura razionalista; Parigi, con la sua Cattedrale di Notre-Dame; Barcellona e la Sagrada Família, grande capolavoro di Gaudí. Oltre i confini europei si passa per Mosca, rappresentata dalla fortezza del Cremlino; Petra con il monumento El Khasneh al Faroun scavato nella parete rocciosa; New York e il suo iconico Chrysler Building e il Brooklyn Bridge; Agra con l’imponente Taj Mahal e infine Wǔhàn con la sedia dedicata alla Pagoda della Gru Gialla.
Un viaggio immaginario tra Occidente e Oriente, tra tradizione e contemporaneità, in cui la sedia non solo diviene oggetto simbolo delle città ma ne rappresenta simbolicamente anche i valori, le tradizioni, il substrato culturale.

Per la Savio Firmino Cosimo De Vita, fiorentino classe 1987, ha ideato il progetto CITYNG. L’“artigianer” (artigiano, artista e designer) è partito nel 2012, quando rientrato in Italia dopo diverse esperienze all’estero ha rivitsto Firenze, la sua città, con occhi diversi. La città diventa per Cosimo fonte di ispirazione e da qui l’idea di creare “Sedie Monumentali” per condividere pensieri e appartenenza. La sua arte si sforza di trasformare un oggetto quotidiano in un’opera metafisica, che incorpora memoria artigianalità e design.


Il marchio fu fondato nel 1941 a Firenze da Firmino Savio, e ha mantenuto immutata nel tempo la sua anima artigianale, partendo da bottega del centro storico di Firenze in azienda conosciuta in tutto il mondo. Firmino Savio comincia la sua attivita nello stesso anno in cui nasce il secondo figlio Guido che, cresciuto nella Bottega del padre, ha appreso, sin da piccolo grazie all’appassionato esempio paterno, i segreti delle lavorazioni artigianali e sviluppato un grande amore per l’arte, il disegno e la cultura del bello.

Al Salone del Mobile di Milano per l’edizione 2021 Savio Firmino presenta Citying e crea il primo progetto design Non Fungible Token.


Nate dalla creativita di Cosimo De Vita e realizzate da Savio Firmino, tutte le sedie che verranno presentate al Salone del Mobile 2021 sono prodotte artigianalmente in legno massello e decorate tramite un pantografo a controllo numerico. Un perfetto connubio tra produzione manuale, maestria artigiana e tecnologie all’avanguardia. Con il progetto CITYING, infatti, SAVIO FIRMINO porta a questa edizione del Salone del Mobile, decisamente unica nel suo genere, un progetto di artigianalita 4.0 che lo e altrettanto:
CITYNG sarà la prima collezione non solo dell’azienda ma dell’intero settore manifatturiero ad essere completamente tracciata e certificata nell’intera produzione attraverso la tecnologia Blockchain, che sfruttando le caratteristiche di una reta informatica di “nodi” consente di gestire e aggiornare in modo univoco e sicuro dati, informazioni e transazioni in maniera aperta, condivisa e soprattutto incorruttibile, poiche i dati inseriti sono immutabili nel tempo.
Come funzionera nella pratica? Per ogni sedia e stato realizzato un gemello digitale, che nel mondo reale punta ad un database distribuito; le informazioni contenute all’interno del registro (anno e luogo di produzione, materiali, etc…) potranno essere visualizzate, controllate e verificate dal cliente sia attraverso un sistema NFC, che per mezzo di un QR_Code.
L’applicazione di questa tecnologia al settore manifatturiero, consentira a SAVIO FIRMINO di offrire ai propri acquirenti una garanzia denominata “Circle Life” che abbia anche la funzione di strumento Life Cycle Assessment (LCA): una certificazione documentale, pensata per seguire l’intero ciclo di vita del prodotto, partendo dalla progettazione, realizzazione, restauri, riparazioni, rivendita, sino alla eventuale dismissione. Di base, per ogni prodotto viene tracciata la “storia”, i suoi valori di AUTENTICITA’ ed UNICITA’.
Un percorso – come spiega Cosimo Savio, Presidente della societa che ad oggi e l’unica azienda del settore arredo ad aver testato le potenzialita della Blockchain nell’ambito della produzione manifatturiera – nato dalla volontà di tracciare l’intera produzione dell’azienda. Una tracciabilità che sia immutabile nel tempo, e dia quindi un valore aggiunto al prodotto salvaguardando e valorizzando al tempo stesso il valore dell’intera filiera e l’unicità del Made in Italy. Una garanzia “immutabile” insomma – prosegue Cosimo – resa possibile grazie alla collaborazione con il team di Apuana SB, che ci ha aiutato a mettere in pratica il concetto di tracciabilità con Blockchain. L’azienda è cosi diventata una delle prime realtà in Italia a far proprie le innumerevoli potenzialità del sistema, la prima in assoluto del settore arredo e siamo molto orgogliosi di poterlo presentare per la prima volta qui a Milano in questa edizione del supersalone che già di suo vuol essere un appello ed un nuovo stimolo per la ripartenza del settore”.



Leisure - 23/02/2020

A “Che Tempo Che Fa” Elio Germano annuncia lo spostamento del film

"Il film non uscirà giovedì": così Elio Germano a Che tempo che fa, protagonista del nuovo film d [...]

Leisure - 22/09/2019

Castello Film Festival, gli indipendenti a Castel di Sangro

Apre i battenti la Prima Edizione del "Castello Film Festival", rassegna cinematografica interamente [...]

Fashion - 25/10/2016

I finalisti del Festival di Hyeres al Ministero della Cultura a Parigi

Al Festival di Hyeres in Francia per 31 anni si sono viste le proposte emergenti degli stilisti più [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!