Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 10/08/2020

Un Bistrò dal design bohemien sulla Darsena

Il luxury punk attorno a una corte “vecchia Milano”, punteggiata a sorpresa da innesti di vegetazione tropicale.

In un angolo intimo e segreto, dietro a un grande portone in via Scaldasole 7, a Milano, si trova un’oasi di tranquillità bohemien a pochi passi dalla Darsena. Il Sixième Bistrò non è solo un ristorante e un cocktail bar, è un luogo dove potersi concedere il lusso di ritrovare il proprio tempo. L’indirizzo da non perdere per respirare l’estate milanese in un dehors avvolto da un’atmosfera suggestiva e bohémien.

L’estetica del locale si può definire in due parole: luxury punk. Il locale si articola attorno a una corte “vecchia Milano”, punteggiata a sorpresa da innesti di vegetazione tropicale. Sul patio si affacciano i ballatoi e le grandi aperture ad arco dell’edificio cinquecentesco che fu, in principio, un monastero.  I mattoni a vista e i pavimenti originari riportati alla luce dalla ristrutturazione convivono in perfetta armonia con pezzi di design iconici, da collezione.

Il Sixième Bistrò fa parte dell’ambizioso progetto “Six, the ultimate place to be”, che racchiude, oltre al Bistrò, una galleria di design, la SixGallery e la boutique di progettazione del verde Irene.Un’idea dell’imprenditore Mauro Orlandellidi realizzare un “contenitore olistico”che possa riuniresotto lo stesso brand realtà distinte ma complementari, accomunate da creatività e ricerca dell’eccellenza.

Un posto dove mondi opposti coesistono: nel concept come in cucina. Al Sixième Bistrò piatti tradizionali apparentemente semplici vengono realizzati con ingredienti di grande qualità e con lavorazioni “sartoriali” che ne esaltano i sapori.  In carta, piatti di differenti tipologie e stili, hanno un ingrediente comune – la ricerca dell’eccellenza del gusto. Una ricetta semplice che trasforma ogni pasto in un’esperienza.

Elegante, ma al contempo casual è il mood che si respira in ogni dettaglio del Sixième Bistrò, nel design come nel menù fino alla proposta mixology.

La drinklist dell’American Bar è divisa in due parti: la prima rappresenta un’accurata selezione di classici intramontabili, vere e proprie leggende della miscelazione internazionale, la seconda è dedicata a 8 signature cocktail legati da un fil rouge di freschezza, gusto esotico e accostamenti innovativi.



Leisure - 03/06/2020

Roma rende omaggio alla ceramica di Guerrino Tramonti

Roma rende omaggio al maestro della ceramica Guerrino Tramonti (Faenza 1915-1992), con un’importan [...]

Fashion - 05/11/2020

Hermy di Gianni Charini chiama Lodovica Comello

Hermy è la parola che dà il nome a un progetto nato dalla collaborazione fra Gianni Chiarini, azi [...]

Trends - 07/02/2018

Festival del giornalismo alimentare a Torino, avanti il novel food

Sarà il novel food e la comunicazione intorno alla nuova frontiera dell'alimentazione a essere prot [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!