Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 26/06/2017

Alla settimana della moda di Torino anche uno stilista di 15 anni

Lorenzo Ferrarotto voluto dal couturier Walter Dang, E c'è anche la modest fashion. Scopriamo dove.

Largo ai giovani alla Torino Fashion Week. Ma si tratta di davvero giovani: il 27 giugno, subito dopo Walter Dang, il quindicenne Lorenzo Ferrarotto sfila alla kermesse cittadina  dopo che all’età di 12 anni ha frequentato il corso di moda curata dalla Couturier e Designer Adriana Delfino. Ora presenta una capsule di 10 outfit dal titolo “Face to Face”. Un’anticipazione della collezione Autunno-Inverno 2018 nella quale omaggia anche cinque grandi personalità della moda che per lui sono fonte di ispirazione e che saranno facilmente riconoscibili dagli ospiti della TFW.
La sua partecipazione alla sfilata è stata suggerita dal couturier Walter Dang, che ha ammirato le creazioni di questo giovane talento, ed è stata accolta dall’associazione TMODA che organizza l’evento in quanto in linea con la filosofia della Torino Fashion Week che considera gli stilisti emergenti testimonial di una nuova culturadell’imprenditoria, dell’innovazione e della creatività che punta sulla globalizzazione, ma non sull’omologazione.
Due capi di Lorenzo Ferrarotto.

Due capi di Lorenzo Ferrarotto.

Come lo scorso anno, la settimana della moda ha il patrocinio della Città di Torino; i partner istituzionali sono Unioncamere Piemonte, Entreprise Europe Network (rete europea a sostegno delle PMI cofinanziata dalla Commissione europea), CNA, Slow Fashion, Camera di Commercio e Industria Italiana per il Regno Unito, Turismo Torino e Associazione Piemontese Agenti e Rappresentanti di Commercio – USARCI.

Le sfilate si tengono presso i magazzini Devalle nella splendida cornice dei Murazzi del Po al n. 5, nel cuore della città e della movida. Una location raffinata e avanguardistica che si sposa perfettamente con la Torino Fashion Week, brand innovativo che unisce diverse forme creative legate alla ricerca estetica e stilistica locale, nazionale e mondiale.  I 65 fashion designer, che presentano ognuno una capsule collection realizzata appositamente per la sfilata a loro dedicata, sono in minima parte torinesi, mentre la maggioranza proviene da Asia, Europa, Nord e Sud America.

A caratterizzare ulteriormente l’edizione 2017 è il Modest Fashion ovvero la moda islamica, composta da 31 stilisti, che per la prima volta stringe un accordo con una Fashion Week italiana. La presenza straniera è stata resa possibile grazie alla partnership con Unioncamere Piemonte in qualità di partner della rete Enterprise Europe Network che supporta le piccole e medie imprese offrendo servizi volti all’internazionalizzazione. Tra gli ospiti di questa edizione si segnala il prestigioso Islamic Fashion and Design Council che sfila durante 3 giornate (01-02-03 luglio) e vede la partecipazione di Alia Khan, Presidente dell’Islamic Fashion and Design Council. Con uffici in dieci Paesi del mondo, l’IFDC è leader del Consiglio moda e del Modest design che rappresenta l’economia islamica e si pone come un protagonista del mercato globale. Il 3 luglio al termine della sfilata una giuria speciale composta anche da Yamna Aghrib, Brand Ambassador LVMH, e Djamila Kerdoun founder del Sommet International de la Mode (SIM), premia i 4 migliori designers IFDC con il prestigioso Luxury Awards. Il primo classificato sfilerà al SIM di Parigi e sarà invitato dai più importanti brand del fashion luxury per presentare le proprie creazioni.

Leisure - 14/02/2017

Valtènesi Chiaretto 2016: debutta in Galleria a Milano il rosé di San Valentino

Il rosé della riviera bresciana in Galleria Vittorio Emanuele a Milano: da Savini, storico ristoran [...]

Fashion - 23/09/2016

Mariù De Sica, l’impressionismo nei riflessi metallici

Mariù De Sica mostra nella collezione primavera/estate 2017 del suo brand tutta l'eredità cultural [...]

Fashion - 24/09/2016

Aigner in un caleidoscopio da disco 70

Aigner gioca con le grafiche e le gamme di colori per la primavera/estate 2017. Il trend che Christi [...]

Top