Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 06/12/2019

Anche i jeans possono inquinare meno: Levi’s Waterless

L'impegno nel sociale con i musicisti scoperti da Justin Timberlake in Tennessee e la capsule con "Stranger Things".

LEVI’S è stato precursore dell’impegno verso la sostenibilità ambientale, perché ha già in carnet capi iconici Waterless® (Trucker Jacket e Jeans)

Le collezioni Waterless rappresentano l’ultima frontiera dell’innovazione firmata Levi’s e riescono a combinare stile e sostenibilità senza scendere a compromessi – i tessuti e i dettagli sono come sempre eccezionali – anche se prodotti utilizzando quantità estremamente ridotte di acqua. LEVI’S ha innovato il processo produttivo tradizionale necessario a realizzare un paio di jeans, identificando una metodologia di produzione sostenibile, riducendo drasticamente il consumo di acqua. Il brand nel 2018 ha realizzato ben il 67% di tutti i suoi capi con la tecnologia Waterless.

LEVI’S fino ad oggi nella sua attività produttiva ha di fatto risparmiato il consumo di oltre 3 miliardi di litri di acqua e al momento utilizza più di 20 tecniche di finitura con risparmio di acqua. La casa di produzione di jeans si è posta l’obiettivo di realizzare entro il 2020 l’80% di tutti i suoi capi utilizzando esclusivamente il processo Waterless®

I designer Levi’s® sono sempre alla ricerca di nuove modalità per creare il denim che amiamo riducendo al contempo l’impiego di H2O, per esempio riutilizzando l’acqua durante la produzione e creando nuove finiture che richiedano meno acqua rispetto ai processi tradizionali.

LEVI’S ha realizzato una capsule collection per questo autunno/inverno in collaborazione con la serie di successo di Netflix, «StrangerThings». Guardando qualsiasi film o serie TV degli anni Ottanta si noterà che molti degli interpreti indossano LEVI’S.A conferma di questo, basta dare un occhio alle puntate «StrangerThings», serie che si svolge proprio in quel decennio e che ricrea ogni singolo dettaglio di quell’epoca, persino gli involucri delle caramelle Three Musketeers. E poiché LEVI’S è stato un brand fondamentale della moda degli anni ’80, è logico che i personaggi sfoggino quei jeans.

 

 

 

 

Attualmente Levi’s è nei negozi con la capsule collection in collaborazione con la serie di successo di Netflix, “Stranger Things”. Lavorando direttamente con i costumisti di Stranger Things durante la terza stagione, il produttore di jeans ha sfruttato i suoi vasti archivi affinché i costumi dei personaggi fossero in sintonia con lo stile del periodo. Ci sono due looks presenti nella serie: la camicia Aztec Print e i El Pleated Jeans indossati da Undici più il cappello Trucker e la T-Shirt Camp Know Where Ringer indossati da Dustin. A questi si aggiunge una serie di pezzi che celebrano vari elementi della serie. T-shirt e felpe con la grafica e le frasi di Stranger Things, jeans e cappelli con immagini dei personaggi, articoli speciali in limited edition, come toppe rovesciate e linguette rosse (un cenno al «sottosopra», ovviamente), e una Batwingtee unica nel suo genere che utilizza la grafica del titolo di Stranger Things.

In questo autunno/inverno i capi Levi’s sono anche bodywear.

Levi’s® Music Project – un’iniziativa che fornisce risorse per la formazione musicale ai programmi delle comunità locali e alla prossima generazione di giovani musicisti. Primo esperimento con Justin Timberlake.

SOCIALE – Lo scorso agosto Levi’s® ha fatto squadra con Justin Timberlake per lanciare un progetto alla Stax Music Academy nella città natale di Justin, Memphis, Tennessee.  Attraverso il Levi’s® Music Project, Levi’s® ha aiutato i giovani ad accedere a programmi di educazione musicale, risorse della comunità ed esperienze con musicisti leader del settore. Levi’s® Music Project supporta l’educazione musicale giovanile collegando alcuni dei più grandi artisti del mondo con gruppi della comunità locale per fornire risorse a lungo termine che daranno ai giovani locali un impatto sul mondo attraverso la musica.



Leisure - 20/03/2018

Paradiso e Inferno alla Triennale di foto e architettura di Bruxelles

A Bruxelles l'architettura e la Fotografia hanno una co-abitazione molto riuscita. Si tratta della T [...]

Trends - 08/03/2019

A Scandicci c’è chi si batte per la biodiversità

Sapevate che le api sono indicatori di sistemi agricoli sani? E che la tutela della biodiversità no [...]

Travel - 05/09/2019

Mandarin Oriental London, ecco cosa si beve nelle stanze chic

Situato tra il glorioso Royal Parkland e il vivace quartiere alla moda di Knightsbridge, Mandarin Or [...]

Top