Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 12/07/2017

Yolo! Armani ci ha fatto scoprire Munsoo Kwon

You Only Live Once: il motto degli individualisti celebrati dalla sfilata al Teatro Armani. I capi della collezione estate 2018.

Abbiamo scoperto un coreano di gran gusto e di potenziale successo grazie a Giorgio Armani. All’ultima tornata di Milano Moda Uomo ha sfilato al Teatro Armani a Milano per le collezioni dell’estate 2018, il nuovo talento Munsoo Kwon, per la nona stagione del sostegno di Giorgio Armani alla giovane creatività della moda. In collaborazione con Camera Nazionale della Moda Italiana, alla sfilata si respirava il ricambio generazionale in corso dal sapore globale: il coreano Munsoo Kwon si è infatti formato in scuole americane di design. Il suo menswear si caratterizza per l’approccio sartoriale filtrato attraverso la lente delle culture giovanili. Il risultato è uno stile impeccabile e fortemente personale.munsoo kwon milano

Continuo anche per questa stagione a sostenere alcuni dei più promettenti stilisti del panorama internazionale della moda, cercando di mantenere uno sguardo globale. Munsoo Kwon sarà il prossimo designer a sfilare all’Armani/Teatro e mi auguro che il mio sostegno sia di buon auspicio alla sua carriera” ha dichiarato Giorgio Armani.

munsoo kwon sfilata

“Sono molto grato a Giorgio Armani per avermi dato la possibilità di trasformare il mio sogno in realtà. Sarà un grande onore presentare la mia decima collezione all’Armani/Teatro di Milano” ha dichiarato Munsoo Kwon che nella sfilata si è concentrata sul fenomeno dilagante degli individualisti della digital age. La collezione era chiamata per l’appunto YOLO che è l’acronimo che dilaga sui social media che sta per You Only Live Once. I giovani che conducono la propria esistenza senza pensare alle conseguenze o al futuro e quindi lo fanno al massimo saranno davvero una grande ispirazione, ma sono sicuramente ribelli e “hard to please”. Ecco perché il cpace creativo ha ideato capi in colori sgargianti, a righe o floreali, e soprattutto ha relegato a poche uscite alcuni trend imperanti (come il look casual che si insinua in quello “ufficiale” o quello del mimetico in chiave chic).

Ci sono degli impermeabili e delle cappe in PVC che risultano anche portabili, ma quello che resta in mente da questa scopeerta è il gioco dei volumi: blazer con spallone, felpe a maniche lunghe e pantaloni che osano in larghezza. munsoo kwon da armani

Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 18/05/2017

Il compleanno di Levi’s tra limited edition e mostra di Cuba

Il 20 maggio 1873, Levi’s inventò un semplice jeans che avrebbe cambiato il modo di vestire. Da o [...]

Design of desire - 27/09/2017

Il tessuto come arte, dalla Ratti al Palazzo Te

I migliori tessuti di qualità vanno a museo. Giusto così, visto che Antonio Ratti è un vero simbo [...]

Design of desire - 08/03/2017

Progetto approvato, ecco l’Arts district di Toronto

Il Canada si muove a grandi passi tra i maggiori Paesi di avanguardia urbanistica. A Toronto il prog [...]

Top